Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Televisione

In arrivo su Rai Due la nuova serie “Il Cacciatore”: un innovativo stile per raccontare la mafia
Ad arricchire il già folto ventaglio di offerte del palinsesto Rai, è in arrivo su Rai Due la nuova serie “Il Cacciatore”, una coproduzione Cross Production, Beta Film in collaborazione con Rai Fiction, diretta da Davide Marengo e Stefano Lodovichi, liberamente ispirata alla vera storia del magistrato Alfonso Sabella, raccontata nel libro “Cacciatore di Mafiosi”.Da mercoledì 14 marzo, in prima visione, per sei imperdibili puntate, andrà in onda la storia di due mondi, due inferni paralleli: quello degli uomini di giustizia, destinati a vivere sotto scorta in una quotidianità dominata dal terrore di agguati mafiosi, e quella dei boss, sempre…
Su Rai Uno “La mossa del cavallo - C’era una volta Vigata”: il primo film tv tratto dal romanzo storico di Andrea Camilleri
Arriva in tv, su Rai Uno, lunedì 26 febbraio, “La mossa del cavallo- C’era una volta Vigata”, il primo film tratto dai romanzi storici di Andrea Camilleri. Un giallo grottesco e pieno di sorprese che restituisce personaggi, situazioni, colori e umori tipici della Sicilia post- risorgimentale. Una grande e innovativa produzione Palomar in collaborazione con la Rai, diretta da Gianluca Maria Tavarelli con protagonista Michele Riondino che, dopo aver vestito i panni del Giovane Commissario Montalbano, indosserà ora quelli ottocenteschi del giovane e intransigente “ispettore dei mulini” Giovanni Bovara. Un racconto storico, ma attuale , sia per il linguaggio utilizzato…
Torna "The Good Place" in anteprima su Infinity dal 21 febbraio
Dal 21 febbraio Infinity porta in anteprima sulla sua piattaforma la seconda stagione di "The Good Place", conclusa da poco negli Stati Uniti. Le avventure di Eleanor Shellstrop (Kristen Bell), infatti, non sono ancora finite. Dopo essere morta in un incidente stradale, Eleanor si risveglia nell'aldilà. Qui incontra Michael (Ted Danson), architetto di un bizzarro quartiere che si rivela essere la "Parte Buona": una sorta di Paradiso, dove a ogni spirito è assegnata un'anima gemella e dove trascorrere le giornate in perfetta armonia.Eleanor capisce subito di essere stata scambiata per qualcun altro: ha vissuto la sua vita all'insegna dell'egoismo e…
In arrivo su Rai Uno la seconda stagione della fiction “E’ arrivata la felicità”
Torna su Rai Uno, in prima tv assoluta, a partire da martedì 20 febbraio, per 12 puntate, la seconda stagione della fortunata fiction “E’ arrivata la felicità”, scritta da Ivan Cotroneo con Monica Rametta e Stefano Bises, e diretta da Francesco Vicario.Un affresco che racconta il turbinio di una famiglia, e non solo, attraverso i toni dissacranti della commedia. Quest’anno, infatti, verranno affrontati temi piuttosto forti e attuali che riguardano la nostra società e il nostro paese, tra cui quello della malattia, spesso considerato inconsueto. I protagonisti Orlando e Angelica si ritroveranno così a dover fare i conti con gli…
Il Principe libero: una macchietta in pasto agli agiografi
"Ma le comari di un paesino/non brillano certo in iniziativa/le contromisure fino a quel punto/si limitavano all'invettiva" (Fabrizio De André, Bocca di rosa, 1967)Allora volevate la macchietta. Sì, voi, detrattori del De André interpretato da Luca Marinelli nel Principe Libero di Rai Fiction e Bibi Film. Forse volevate la macchietta. Quella che dice "belìn", o che magari parla il ligure del Quattrocento. Volevate la macchietta a salvare la vostra immagine di Fabrizio De André. Voi, macchiettisti del ricordo, vi siete attaccati alla quisquilia dell'accento per coprire un'evidenza troppo forte: il biopic (che poi biopic non è) sul più grande cantautore…
Sanremo 2018. Si chiude il Festival delle occasioni
Climax: Ermal Meta e Fabrizio Moro con la loro “Non mi avete fatto niente” sono i vincitori di questa 68° edizione del Festival di Sanremo. Come in un film, i titoli di testa ci avevano già annunciato chi fossero gli eroi: i bookmakers avevano ragione, gli esperti di tv avevano ragione, quelli di musica anche, pur non avendo ancora ascoltato la canzone. E invece sì, la canzone l’avevano già sentita. E così, come nei film, c’è la fase down e infine la riscossa. Una struttura rigorosa che, televisivamente, resiste nella regia di Duccio Forzano. Per riprendere i cantanti in gara,…
Sanremo 2018: la quarta serata
Salvate il soldato Pierfrancesco Favino dai suoi due colleghi, che parlano poco e lo costringono a ripetere le parole per loro, persino quando bisogna elencare i codici per le votazioni. È una conduzione confusionaria quella che accompagna le varie fasi della quarta serata di Sanremo 2018, fatta di gaffe, presentazioni sbrigative e tantissima stanchezza.Ci sono ospiti illustri sul palco eppure tutti, esattamente come i giovani, vengono liquidati con un mazzo di fiori e un saluto superficiale. Sono penalizzati dai tempi troppo stretti e dalla sovrabbondanza di concorrenti che ancora devono calcare il palco. Nonostante l’assenza di fiori, neanche la scenografia…
Pagina 5 di 25

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM