Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 712

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 701

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 704

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 699

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 677

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 689

Televisione

Sanremo: la seconda serata tra amarcord e una ritrovata armonia
“Show must go on”, così cantava Freddie Mercury (che pure calcò il palco dell'Ariston come ospite, nel 1984), è questa la regola generale dello spettacolo; dunque, nonostante le pur ricevute critiche della “prima”, Sanremo dà avvio alla seconda serata che, in generale, trova equilibrio e armonia.Baglioni saluta il pubblico con la sua Noi no, alla quale gli spettatori reagiscono come si trovassero nel bel mezzo di un concerto, con cellulari pronti a filmare e mani al cielo, scenario che si ripete anche con Questo piccolo grande amore verso la fine. Sì, Baglioni non resiste al richiamo del microfono, esibendosi più volte con…
Via al 69esimo Festival di Sanremo
I due emozionati presentatori di Sanremo Virginia Raffaele e Claudio Bisio capitanati dal direttore artistico al suo “secondo mandato” Claudio Baglioni aprono la 69esima edizione del Festival della canzone italiana insieme, sormontando il palcoscenico dell'Ariston governato da atmosfere dark blu sul quale si scatenano ballerini di Al centro (ultimo tour di Baglioni) sulle note del successo Via.Un'apertura simbolica per un Sanremo che propone da subito la più grande novità: ventiquattro cantanti in gara senza la classica distinzione di categoria tra big e giovani. Tutti i cantanti in gara, infatti, si sono esibiti sul palco del celebre teatro, facendo registrare un’inevitabile ritardo nelle tempistiche…
"True detective 3" nel segno della memoria e del tempo: un’analisi sui primi episodi della nuova stagione
“Chi non ricorda, non sa di non ricordare”: è la risposta istigatrice rivolta al detective Steve Hays (il premio oscar Mahershala Ali) e alla sua convinzione sulla nitidezza mnemonica del caso Purcell. Marcel Proust ha scritto che le informazioni della memoria volontaria, fornite sul passato non ne trattiene nulla di reale. La memoria involontaria, a differenza dell’intelligenza, restituisce il passato con una vivezza, con una intensità che sembrano sopraffare e illuminare l’istante presente. La terza stagione di True Detective è una recherche che si dirama in una tridimensionalità temporale, aprendo un’infinita e illogica universalità. Il tempo per Nick Pizzolatto è…
Torna su Rai Uno "Il Commissario Montalbano": due nuovi imperdibili episodi per celebrare i 20 anni della serie cult
Il Commissario Montalbano torna in prima serata su Rai Uno, l’11 e il 18 febbraio, con due nuovi imperdibili episodi diretti da Alberto Sironi: “L’altro capo del filo”, tratto dall’omonimo romanzo di Camilleri, e “Un diario del ’43”, estratto invece dai racconti “Un diario del 43” e “Being here”. Un appuntamento molto atteso che assume un valore ancora maggiore, andando a celebrare i 20 anni di questa serie divenuta un cult in tutto il mondo.Era il 1999 quando andò in onda il primo episodio, “Il ladro di merendine”, e puntata dopo puntata, stagione dopo stagione, il personaggio nato dalla penna…
"Povera Patria": presentazione a viale Mazzini del nuovo show di Rai2 tra politica ed economia
“Povera Patria, schiacciata dagli abusi del Potere”, recita il testo della canzone di Franco Battiato che dà il titolo al nuovo settimanale di approfondimento politico di Rai2, in onda da venerdì 25 gennaio alle 23.00 e presentato martedì mattina nella sede di viale Mazzini. Per l’occasione sono intervenuti tutti i nomi forti della squadra (già rodata e affiatata dai tempi di programmi come Fratelli d’Italia e Next): la conduttrice Annalisa Bruchi, l’editorialista Alessandro Giuli, l’autore della rubrica di interviste Aldo Cazzullo. E, naturalmente, il neodirettore di Rai2 Carlo Freccero che, sottolinea la Bruchi, “ha dato una mano in tutto, anche…
“Danza con me”: su Rai 1, lo show di Roberto Bolle è un elogio alla danza
«Tutte le storie che ho voluto raccontarvi questa sera fanno parte della mia storia, raccontano il mio amore per quest’arte che io ritrovo ovunque, dentro e fuori e di noi. La danza per me è dappertutto; danzano dentro di noi il sangue, il cuore con i suoi battiti, i ricordi, i pensieri, e anche al di fuori tutto danza: danza la luce, danza il sole, danzano i pianeti nell’universo e le stelle comete. Danza il tempo, rotondamente, tornando al punto di partenza ogni giorno, ogni stagione. Danzano perfino i nostri errori, tanto che noi li chiamiamo “passi falsi”. Insomma, quando…
L'Amica Geniale: è 'Ferrante fever' (non solo in Italia)
Incontrarsi e respingersi, di quest'alternanza lunga una vita narra Elena Ferrante nella saga de “L’Amica Geniale”. I romanzi, diventati un caso editoriale in tutto il mondo, attraverso le vicende di Elena Greco (Lenù) e Raffaella Cerullo (Lila) ripercorrono le evoluzioni dell’Italia dagli anni Cinquanta fino ai nostri giorni. Entrambe nate in un rione napoletano intriso di povertà e violenza, instaurano un’amicizia profonda che si scontra con la dura realtà. L’omonima serie tv comincia dall’infanzia delle protagoniste per arrivare all’adolescenza e coprire così l’arco di eventi del primo libro. Lenù, leale ma insicura, sin da piccola si lega intensamente a Lila…
Pagina 3 di 25

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM