Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 638

Musica

X Factor 11: (non) vincono i Maneskin
Fattore X. Viene da chiedersi esattamente che cosa sia, per come sono andate le cose durante l’attesissima finale dell’undicesima edizione di X Factor. Capaci di mandare in visibilio pubblico e critica settimana dopo settimana, superfavoriti, originali, rock, (auto)ironici, oltraggiosi, spocchiosi ma anche divertenti, i Maneskin non vincono. È questa, forse, la vera notizia. Lorenzo Licitra, una voce impeccabile e al limite della perfezione, si aggiudica la vittoria, solleva il trofeo e strappa un contratto alla Sony. Quella di quest’anno è stata una delle migliori edizioni del talent show ritenuto tra i più moderni in circolazione. Tant’è… che il bel canto…
La fucina musicale di Johann Sebastian Punk, tra glam, teatro e musica colta
“Phoney Music Entertainment” di Johann Sebastian Punk è un corpo celeste incandescente che precipita nell’atmosfera con un forte impatto. Si apre con la fulminante “Mankind Blues” che lascia solo vagamente presagire ciò che verrà: il secondo brano “Confession”, accorato e dai contorni pastorali, viene trainato da un cantato, quello di Massimiliano Raffa, naturalmente incline a coniugare un approccio internazionale con un’impronta intima e cantautorale. Ma non solo: Johann Sebastian Punk procede in modo trasversale anche sulla linea spazio-temporale e, dagli anni Sessanta ai Novanta del Novecento, torna indietro, alla Germania del Seicento, passando attraverso il glam e il pop più limpido. “Tragedy”…
L’insostenibile leggerezza del pubblico: Cigarettes After Sex al Monk Club
Uno immagina il Texas e pensa a un posto bruciato dal sole, in cui si concentrano le più riprovevoli abitudini a stelle e strisce: conservatorismo, junk food e una pistola sempre carica e a portata di mano. E invece poi si scopre che a El Paso (dove Quentin Tarantino ambientò l’incipit di “Kill Bill”, per dire) ci sono i Cigarettes After Sex, band dalle sonorità raffinatissime impreziosite dal timbro androgino di Greg Gonzalez.Il 2 dicembre questo insolito angolo di Texas lambisce anche il Monk Club di Roma, in un’ora o poco più di show. Un live che rallenta il battito cardiaco…
Assomusica in treno da Genova, capitale dei cantautori, a Sanremo, patria del Festival
La tratta ferroviaria scelta dal segretario del Partito democratico e già Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, per incontrare Assomusica ed illustrare la nuova legge sulla musica dal vivo è stata tutt'altro che casuale: "Da Genova, capitale dei cantautori, a Sanremo, patria del Festival”.L’incontro è avvenuto proprio nel giorno in cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato la legge, che, nei prossimi giorni, sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.E l'"esperienza d'ascolto" di Renzi sul treno è diventata una carrellata sui problemi principali del comparto, con una serie di interlocutori ad illustrargli le proprie idee, i propri problemi e…
"Non puoi prendertela con la notte", l'assenza di gravità nella musica di Cadori
"Non puoi prendertela con la notte" è il progetto di Giacomo Giunchedi aka Cadori, uscito a settembre per l’etichetta Labellascheggia. Se si dovesse incasellare in un genere specifico, andrebbe oltre il cantautorato da chitarra in spalla. Se volessimo andare alla ricerca di una denominazione specifica, assieme a quest'ultimo si mescola qualcosa che sta tra il dream pop e l’indietronica.Già dai primi ascolti ci sono continue sfumature cangianti, cambi d’umore, rimpiazzi di suoni che puntualmente in ogni brano mutano per lasciare spazio a suggestioni che dall’ambiente acustico si traspongono al mezzo elettronico. Questi e altri sono i caratteri del progetto Cadori, che è riuscito a…
Roma: per il 54° Festival di Nuova Consonanza un concerto al Macro con protagonista Claude Delangle
Il Museo d'Arte Contemporanea di Roma, ospita nella sede di Via Nizza "Sax obsession" il concerto che vede protagonista Claude Delangle professore di sassofono del prestigioso Conservatorio superiore di Parigi e concertista di fama mondiale. Nel concerto, che sarà preceduto da un incontro degli artisti con il pubblico mercoledì alle 20.30, Delangle si alternerà al quartetto di sax Apeiron e a un ensemble di sax e percussioni diretto da Benedetto Montebello in un programma di ampio respiro con musica di diversi autori.La dimensione creativa e quella esecutiva del fare musica si presentano, come ci spiega lo stesso Delangle, in una…
"Canzoniere" on tour: il Canzoniere Grecanico Salentino al Parco della Musica
Dopo Berlino e Parigi, il Canzoniere Grecanico Salentino - tra i più importanti e riconosciuti gruppi di world music - prosegue il tour e atterra a Roma domenica 3 dicembre all’Auditorium Parco della Musica per presentare alle ore 21 il nuovo album “Canzoniere” (etichetta Ponderosa). Il nuovo disco, il più cosmopolita, arriva a quarantadue anni di distanza dalla fondazione del gruppo e a due dall’ultimo album “Quaranta”. Innovativo e ambizioso, “Canzoniere” è stato acclamato dalla stampa internazionale. “Una vera e propria bomba” per il The Guardian; mentre il Times lo ha definito “incredibilmente accattivante. Pieno di caratteri e colori”.L’album, registrato tra Lecce…
Pagina 10 di 49

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM