Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 680

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 688

Musica

Suggestioni e sonorità ortodosse in mostra al Teatro dell’Opera di Roma
La stagione sinfonica del Teatro dell’Opera di Roma prosegue il suo corso arrivando al terzo appuntamento. Il tema, ancora una volta, è la diacronia, esplorata in una maniera inconsueta rispetto alla precedente stagione, che vedeva accostati autori del passato ai contemporanei. In questo caso, l’indagine della varietà di esperienze da parte di autori dislocati in tempi e realtà differenti percorre vie traverse intrecciandosi ad altri temi come il riferimento al mondo ortodosso. Il programma, infatti, si apre e si chiude “nel modo russico” di Modest Musorgskij lasciando spazio, nel mezzo, per Periklis Koukos e Nikos Skalkottas. Com’è ormai consuetudine, a…
"Il gusto dell'ingiusto", album d'esordio di Beatrice Campisi: una dichiarazione d'amore all'arte
Classe 1990, sangue siciliano nelle vene, pavese d’adozione, solida preparazione musicale e una laurea in Filologia classica all’attivo: è Beatrice Campisi, cantautrice che il 6 dicembre 2017 ha pubblicato l'album d'esordio “Il gusto dell’ingiusto”, prodotto da Cobert Edizioni Musicali (Ultra Sound Records) e Jono Manson in collaborazione con il MiBACT e SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina - copia privata per i giovani, per la cultura”. Talentuosa e promettente lo è, ma non è questa la descrizione che ne restituisce al meglio l’essenza. Profonda, piuttosto. Una profondità di voce, sonorità, modelli, testi. Noi l'abbiamo incontrata per chiederle cosa c'è nel suo retrobottega. Il…
Blisstonia: il nuovo album del duo romano Weird Bloom
Foucault l’avrebbe chiamato eterotopia, un luogo n che muta le sue dinamiche reali; il duo romano Weird Bloom lo chiama invece "Blisstonia", e proprio questo è il nome del loro ultimo album composto da undici brani, uscito a gennaio 2018. Il nome fa riferimento a un pianeta immaginario, quasi utopico, che viene nominato in una puntata dei Simpson (nella versione italiana si chiama Beatitonia) ed è una terra promessa di una setta -molto strana- chiamata "movimentariani". Infatti con questo album i Weird decidono di allontanarsi dai suoni del loro album d'esordio "Hy Brazil", nome questo, invece, che fa riferimento ad…
“Novatrix”, il testamento spirituale di Daniele Lombardi: al Teatro Palladium una serata all’insegna delle avanguardie storiche
Cent’anni fa l’Europa attraversava il fertile periodo delle avanguardie. Oggi l’Italia ha Daniele Lombardi, artista poliedrico e musicista visionario. Aveva. Si spegne il 12 marzo nel suo studio di Firenze dopo aver regalato il suo ultimo concerto-spettacolo a Roma, il 9 marzo, al Teatro Palladium: “Novatrix. Azione scenica su 10 frammenti delle Metamorfosi di Ovidio”.Un inno laico alla creazione e alle origini, dichiaratamente ispirato alle “Metamorfosi” di Ovidio, un inno alla natura e all’eterno divenire, dalla creazione dei quattro elementi, degli astri, degli animali, dei pesci e degli uccelli per poi ripercorrere i miti di Apollo e Dafne, di Pan…
L'Osteria delle Dame diretta da Paolo Talanca: la canzone d'autore torna nel suo tempio
Dal 10 marzo la canzone d'autore torna all'Osteria delle Dame di Bologna. La canzone d'autore torna nel suo tempio, che lo scorso ottobre ha riaperto grazie all'avvocato Andrea Bolognini presentando il disco "L'Ostaria delle Dame" di Francesco Guccini, registrazioni di tre concerti del 1982, 1984 e 1985 tenuti nel locale bolognese, lo stesso in cui, nel 1973 aveva registrato "Opera buffa".Dal 10 marzo parte la stagione primaverile delle Dame, diretta dal critico musicale Paolo Talanca. Il primo protagonista della nuova vita dell'Osteria sarà Francesco Baccini, il cui primo disco "Cartoons" (Targa Tenco alla migliore opera prima) è datato 1989, due…
L’esordio di Galeffi nel campionato discografico italiano
Si chiama “Scudetto” come il premio vinto dalla squadra che arriva prima in campionato, c’è un riferimento a Tottigol, ma il calcio c’entra solo tangenzialmente. Si tratta del disco d’esordio di Galeffi, al secolo Marco Cantagalli, uscito il 24 novembre scorso e pubblicato da Maciste Dischi. L’album del cantautore romano contiene dieci tracce pop nelle quali l’amore è il protagonista assoluto.Un sentimento che Galeffi racconta accostando immagini di vita quotidiana e riferimenti cinematografici o letterari. In “Camilla”, sesta traccia dell’album, la protagonista colleziona libri, compra vinili e sbadiglia guardando i film con John Belushi; in “Tazza di tè”, sono citati…
Considerazioni intorno a un dialogo tra violoncello e pianoforte: Giovanni Sollima e Giuseppe Andaloro alla Sapienza
Sotto le figure imponenti de “L’Italia fra le arti e le scienze” di Mario Sironi, il pianoforte attende l’arrivo del compagno della serata: il violoncello. Una platea gremita si protende curiosa verso il punto focale della sala della IUC Sapienza, si chiacchiera cercando di rimpicciolire il tempo che separa dall’inizio del concerto. Questo perché, nelle mani di Giovanni Sollima e Giuseppe Andaloro ogni esecuzione è una scoperta, nulla è mai uguale a se stesso. Per loro la musica non è un museo dell’arte dei suoni ma qualcosa che vive prepotentemente. Questa concezione non gli permette semplicemente di eseguire o interpretare…
Pagina 9 di 50

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM