Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 625

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 638

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 643

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 617

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 666

Musica

Erica Mou pianta la sua “Bandiera sulla luna”
“Bandiera sulla luna” è il titolo dell'ultimo lavoro di Erica Mou (Musci). Tredici tracce composte fuori porta (che per la cantautrice ventisettenne si apre in Puglia), nate nel giro di un anno tra Roma, Francia, Portogallo e Cambogia, e divise in due metà perfette: le prime sei rappresentano «un viaggio di andata, di ricerca, di demolizione, di inquietudine» -racconta la cantautrice stessa- e sono il baluardo di «una generazione intera, che si sostiene come può». Le seconde sei sono «l'arrivo sulla luna», uno spalancare di occhi meravigliati che guardano al nuovo con la carica leggera di chi ha trovato il proprio…
Roma: la IUC rende omaggio a Claude Debussy nel centenario della scomparsa
Nel centenario della scomparsa di Claude Debussy, la IUC è la prima a Roma a rendere omaggio al compositore francese, con il concerto della pianista Ilia Kim, sabato prossimo alle 17.30 nell’Aula Magna dell'Università "La Sapienza”. Il concerto - intitolato “Debussy preraffaellita, impressionista, simbolista, astrattista” - documenterà le varie fasi della parabola artistica del compositore che ha segnato il passaggio dall’Ottocento al novecento. Infatti le musiche in programma abbracciano l’intero arco dell’attività di Debussy, dai giovanili Arabesques (1888-1891) e Claire de lune (1890) ai Préludes (1908) e alle Ètudes (1915). Ilia Kim è nata in Corea, ha studiato in patria,…
Il 2017 in musica: i dieci migliori album italiani
Ricorderemo questo 2017 come l’anno del finto scioglimento di Elio e le Storie Tese, del mistero di Liberato, di Tommaso Paradiso reginetta delle classifiche, degli enfant prodige dell’indie (o pseudo tale) capaci di macinare sold out clamorosi e dischi di platino. I grandi nomi del pop-rock nazionalpopolare sono rimasti un po’ in disparte più o meno tutti, tranne Jovanotti, tornato in grande stile con “Oh, vita!” e un meticolosissimo piano marketing talmente capillarizzato da sembrare una campagna elettorale, che ha visto l’apertura di pop-up store, la pubblicazione di un libro e un gran numero di collaborazioni con gli artisti più…
“Every valley” dei Public Service Broadcasting: l’attraente sound di esploratori della Storia umana
Come quando per sfuggire alle serate uggiose di Londra, ti ritrovi in un pub e provi, per la prima volta, una birra dal sapore avvolgente e corposo, oppure gusti, per l’ennesima volta, quella preferita rimanendo però stupito di come, fino a quel momento, fosse sfuggita anche solo una novella sfumatura sulle papille, così può essere, ogni volta all’ascolto, il sound dall’ossimorico “futuribile vintage” dei Public Service Broadcasting, gruppo alternative inglese che, a ogni nuova fatica, riesce a confermare la grande dedizione e abilità creativa nell’approccio, definito da molti “documentaristico”, alla musica, che guarda al passato, alla storia socio-culturale, per donarle…
"Le promesse del mondo", le storie migranti di Flavio Giurato
«L’alternativa tra razionalità e magia è uno dei grandi temi da cui è nata la civiltà moderna», dice Ernesto De Martino nel saggio “Sud e magia”. Un viaggio alla scoperta delle tradizioni arcaiche dell’Italia meridionale, in cui il sacro intreccia il profano, e si smascherano i riti che, inevitabilmente, ritornano ad essere miti. Una simile atmosfera si percepisce anche nel nuovo album di Flavio Giurato, “Le promesse del mondo”, con il quale si attraversa il sud e i suoi paesaggi umorali. Un sud del mondo che si estende tra le propaggini estreme del Mediterraneo, l’America Latina e i Balcani: nove canzoni…
MEIllenials: i premi degli indipendenti per i giovani
Il 21 e il 22 dicembre il MEI arriva al Monk di Roma con MEIllennials, I Premi degli Indipendenti per i Giovani: due giorni di musica e video, dedicati ai giovanissimi nuovi artisti della scena musicale indipendente ed emergente, che presenteranno nuove uscite, a cui si aggiungerà la Festa di compleanno della rivista musicale ExitWell , arrivata a spegnere le 5 candeline il 23 dicembre e un’anteprima (il 20) dedicata a un convegno sul Codice dello Spettacolo e a nuove presentazioni musicali.Tra gli ospiti e premiati nei due giorni del 21 e 22 dicembre: La Notte, Carlo Valente, Agnese Valle,…
X Factor 11: (non) vincono i Maneskin
Fattore X. Viene da chiedersi esattamente che cosa sia, per come sono andate le cose durante l’attesissima finale dell’undicesima edizione di X Factor. Capaci di mandare in visibilio pubblico e critica settimana dopo settimana, superfavoriti, originali, rock, (auto)ironici, oltraggiosi, spocchiosi ma anche divertenti, i Maneskin non vincono. È questa, forse, la vera notizia. Lorenzo Licitra, una voce impeccabile e al limite della perfezione, si aggiudica la vittoria, solleva il trofeo e strappa un contratto alla Sony. Quella di quest’anno è stata una delle migliori edizioni del talent show ritenuto tra i più moderni in circolazione. Tant’è… che il bel canto…
Pagina 13 di 51

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM