Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Interviste

FILOTTETE: Intervista al regista Raffaele Bartoli
A conclusione del suo percorso di formazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, l’allievo regista Raffaele Bartoli mette in scena, al Teatro Studio Eleonora Duse dall’8 al 15 Febbraio, una tra le tragedie di Sofocle più controverse, ma al contempo intrise d’umanità: ‘Filottete’. Uno degli aspetti più interessanti del tuo progetto sta nell’aver tradotto personalmente il testo, come mai questa scelta? Penso che con un autore così importante la cosa migliore che si possa fare sia “ascoltarlo” e per questo mi sono occupato della traduzione del testo. Credo che non si faccia poi una gran fatica a costruire uno spettacolo…
“Filottete” di Raffaele Bartoli: intervista agli interpreti Massimiliano Aceti, Eugenio Mastandrea e Alberto Melone
Raffaele Bartoli, allievo del Corso di Regia dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, per il suo saggio di diploma ha scelto di presentare una tragedia sofoclea di cui ha curato anche la traduzione e l’adattamento. “Filotette” sarà in scena dall’8 al 15 febbraio 2018 al Teatro Studio “Eleonora Duse” in Via Vittoria 6, Roma. Nei ruoli di Odisseo, Neottolemo e del Coro troviamo rispettivamente Massimiliano Aceti, Eugenio Mastandrea e Alberto Melone. I tre attori si sono diplomati presso l’Accademia rispettivamente nel 2012, 2017 e 2014. Alberto, innanzitutto: “Filottete” è davvero una tragedia? È un testo particolare da questo punto di…
Recensito incontra Totò Onnis protagonista nel “Filottete” di Raffaele Bartoli
Totò Onnis ha esordito a Teatro con Luca Ronconi e al cinema con “E la nave va” di Federico Fellini. Trenta anni dopo essersi diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” torna interpretando il ruolo del protagonista nel “Filottete”, saggio di diploma dell’allievo regista Raffaele Bartoli. Lo abbiamo incontrato per scoprire di più sullo spettacolo che andrà in scena dall’8 al 15 febbraio al Teatro Studio E. Duse di Roma. Come è stato ritornare in Accademia dopo tanti anni? La cosa più bella è stata ritornare fra le mura di questo teatro (Duse, ndr). L’ho frequentato assiduamente come attore e…
Recensito incontra Stefano Fresi
Stefano Fresi è noto ed amato dal grande pubblico delle sale cinematografiche grazie ai ruoli che ha interpretato nei film Ogni maledetto Natale, Noi e la Giulia e Smetto quando voglio e in molte altre pellicole; lui, che si è imposto nella scena della commedia all’italiana grazie alla sua naturale simpatia, bravura e professionalità, coltiva, tra le tante passioni, anche lo studio della musica, lavorando inoltre come compositore. È di certo un attore poliedrico: dopo averlo visto in televisione nella fiction In arte Nino e dallo scorso novembre nell’ultimo capitolo della trilogia Smetto quando voglio – Ad honorem, ha interpretato…
Ennio Coltorti racconta il suo “Gabbiano”,  in scena al Teatro Stanze Segrete
Sarà in scena fino al 4 febbraio, al Teatro Stanze Segrete di Roma, “IL GABBIANO”, di Anton Cechov, con l’adattamento e la regia di Ennio Coltorti. La forte attualità del testo del drammaturgo russo emerge in tutta la sua potenza con le figure di giovani senza futuro e di anziani rassegnati, crisi economiche e tensioni che lasciano intendere un imminente conflitto. Uno scenario non molto diverso da quello che si prospetta oggi, che l' attore, regista e doppiatore ha scelto di portare in scena attraverso un allestimento “classico” e di conseguenza altamente innovativo e in ultima analisi “provocatorio”, potendo contare…
"Un cappello di paglia a Firenze": per "Involucri - quattro interni da Labiche" intervista al regista Lorenzo Collalti
Dopo il grande successo ottenuto con Reparto Amleto al Teatro India di Roma, Lorenzo Collalti firma la regia di Un cappello di paglia di Firenze di Eugène Labiche - che debutterà il 24 gennaio al Teatro dei Dioscuri al Quirinale a Roma –, rappresentazione che si inserisce all’interno del progetto “Involucri. Quattro interni da Labiche”, a cura del M° Giorgio Barberio Corsetti; nell’intervista, il giovane regista romano ci racconta del suo approccio al testo del drammaturgo francese e del percorso di lavorazione che si cela dietro la messa in scena dello spettacolo. Tra aneddoti ed impressioni riguardo il vaudeville ottocentesco,…
Giorgio Barberio Corsetti e gli allievi registi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico al debutto il 23 gennaio con Incontri – Quattro Interni da Labiche
Attivo nel panorama teatrale dal 1976, regista considerato tra i principali esponenti del teatro di ricerca e reduce dal successo di Re Lear interpretato da Ennio Fantastichini, Giorgio Barberio Corsetti torna per la quarta volta alla guida delle giovani leve del teatro forgiate nella fucina dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio d’Amico", presentando Involucri – Quattro interni da Labiche, in scena al Teatro dei Dioscuri dal 23 al 28 gennaio. Dopo Pasolini, Von Kleist e Müller ora gli allievi registi si confronteranno con Eugène Labiche, come mai la scelta è ricaduta su questo autore? Labiche è l’inventore di un genere considerato…
Pagina 15 di 33

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM