Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Interviste

Un "viaggio mancato" tra Omero e Pitrè: Marco Fasciana racconta la sua "Ballata dei babbaluci"
È “una favola che non è una favola”, un viaggio "mancato" nel passato e nel patrimonio di storie della Sicilia (e non solo) lo spettacolo di Marco Fasciana  La ballata dei babbaluci Ovvero il viaggio mancato di un uomo in vasca, in scena al Teatro Studio Eleonora Duse di Roma  dal 31 gennaio al 7 febbraio. 32 anni, autore anche del testo di questo lavoro con cui si diploma in regia all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, Fasciana ha parlato con noi del suo spettacolo, del suo percorso, delle sue influenze artistiche. E della necessità di fermarsi, ogni tanto, a…
"Ci chiamarono tutti Alda" all'Altrove Teatro Studio: Recensito incontra Giulia Santilli
Lo scrittore e giornalista Giorgio Manganelli, nella prefazione al libro del 1986 L'altra verità. Diario di una diversa di Alda Merini, affermava che esso, più che un documento o una testimonianza sul periodo di internamento in manicomio della poetessa, rappresentasse “...uno spazio in cui, venendo meno ogni consuetudine e accortezza quotidiana, irrompe il naturale inferno e il naturale numinoso dell'essere umano”. Dal 18 al 20 gennaio, questo “spazio” pieno di sguardi, sussurri, disvelamenti, parole, urla, ricordi è stato ospitato nella sala dell’Altrove Teatro Studio di Roma, grazie all’intimo e commovente monologo di Fabio Appetito: in Ci chiamarono tutti Alda la protagonista…
Recensito incontra Caterina Dazzi, in scena al Teatro Studio Uno di Roma con "Le Serve" di Genet
Caterina Dazzi e Michele Eburnea, entrambi allievi dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, dal 17 al 20 gennaio 2019 saranno al Teatro Studio Uno di Roma con "Le Serve" di Jean Genet: lo spettacolo è valso ai due registi il Premio Nazionale delle Arti 2018 - sezione regia. L’opera, ispirata a un fatto di cronaca realmente accaduto nel 1933 in Francia, è il dramma di due donne e della loro ossessione per la Signora, è un gioco grottesco e delirante, in cui si alternano amore e odio e in cui l’individuo non distingue più se stesso dal suo doppio. Sul palco…
Se "Le Serve" di Genet fosse una puntata di Black Mirror: intervista a Michele Eburnea, in scena al Teatro Studio Uno di Roma
È da tempo che Claire e Solange lavorano per la Signora. Si prendono cura di lei, delle sue cose, della sua casa. La amano, perché lei è generosa con loro. La odiano, perché è tutto ciò che loro non saranno mai. Artifici onirici e suggestioni paranoidi alimentano un loop che ha le sembianze di un rito sacrale: la Signora è il loro Dio. E Dio deve morire. Ispirato a un caso di cronaca che sconvolse la Francia del 1933, “Le Serve” è considerato il capolavoro di Jean Genet, un testo che Sartre definì «uno straordinario esempio di continuo ribaltamento fra…
Il regista Silvio Peroni racconta “Ci vediamo all'alba”: una favola moderna tra dolore e amore
Dal 17 al 20 gennaio al Teatro Palladium va in scena in prima nazionale di “Ci vediamo all'alba”, testo della celebre drammaturga e regista britannica Zinnie Harris, interpretato da Francesca Ciocchetti e Sara Putignano, guidate dalla regia di Silvio Peroni. Uno spettacolo teneramente lirico che vede protagoniste due donne, Robyn e Hellen, su una spiaggia lontana dopo un violento incidente in barca. Stordite dall'esperienza, cercano un percorso verso casa. Una sinfonia di perdita, desiderio e commedia, un'opera che si immerge nella paura e nel mistero, nella desolazione e nell’amore intenso e quotidiano, mettendo in gioco le cose che gli uomini…
Recensito incontra Edoardo Siravo in scena  al Teatro Palladium con  “Amore, Ingenuità, Poesia, Sogno…(Sillabari)”
Da venerdì 11 a domenica 13 gennaio è in scena al Teatro Palladium “Amore, Ingenuità, Poesia, Sogno…(Sillabari)”, spettacolo ideato da Roberto Traverso e Lorenzo Loris, ispirato alla celebre opera incompiuta di Goffredo Parise , e interpretato da Edoardo Siravo, Stefania Barca e Monica Bonomi. Protagonista è lo scrittore ritratto in una sorta di dialogo-confronto con sé stesso, dove i personaggi dei racconti gli fanno da specchio confrontandosi con la sua pigrizia, il suo ozio, il suo essere ostinatamente contro i tempi che cambiano, rivolto a un mondo che non c’è più e che non può più tornare. Il tutto si…
"Quel che accadde a Jack, Jack, Jack e Jack" al Teatro Studio Eleonora Duse: Recensito intervista Francesco Petruzzelli
Jack il Padre è un uomo realizzato e desidera ardentemente rendere i suoi Jack Figli il più possibile indipendenti e pronti ad affrontare il mondo e le sue difficoltà una volta che lui non ci sarà più. Decide, quindi, che l’unico modo per ottenere un’effettiva maturazione è provocare loro un trauma. Come reagiranno i tre eredi alla drastica notizia? Per scoprirlo, non resta che recarsi dal 21 al 23 dicembre al Teatro Studio Eleonora Duse: infatti, dopo essere stato presentato a luglio alla LXI Edizione del Festival Internazionale di Spoleto, esordisce a Roma Quel che accadde a Jack, Jack, Jack…
Pagina 6 di 31

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM