Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 719

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 728

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 730

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 731

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 732

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 724

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 712

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 726

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 715

Interviste

Viviana Altieri racconta "Signorotte": "il dolore è un'opportunità"
Dal 2 al 5 maggio, in prima nazionale assoluta allo Spazio 18b, debutta “Signorotte”, spettacolo scritto e diretto da Massimo Odierna e interpretato da Viviana Altieri, Elisabetta Mandalari e Sara Putignano. Una tragicommedia che affronta il disagio e la miseria, la ricerca di un posto nel mondo, le nevrosi ed i vizi umani, focalizzando l'attenzione sulle contraddizioni moderne e sulla brutalità dell'uomo. Il giorno dopo la prima abbiamo incontrato Viviana Altieri: Viviana, puoi raccontarci le emozioni della prima? "Prima di debuttare, nonostante tu sia preparato e cerchi di fare del training per rilassarti, sei sempre molto teso. Appena entri in…
"Signorotte": Recensito incontra Sara Putignano
Brillanti e divertenti, ora sfacciate ora psicotiche. Sono le "Signorotte" di Massimo Odierna, interpretate in modo eccelso da Viviana Altieri, Elisabetta Mandalari e Sara Putignano. Parlandone con Sara Putignano - pugliese, classe 1986, vero talento del teatro italiano - non abbiamo potuto fare a meno di constatare che un po’ ricordano le "Donne sull’orlo di una crisi di nervi" di Almodovar, ognuna a modo suo. Tre personalità molto diverse quelle di Ada, Ida e Beta. Cosa le lega nel profondo, a parte uno scabroso segreto che ci viene rivelato solo alla fine?Sicuramente una grande amicizia, nata tra i banchi di…
Signorotte: intervista all’attrice Elisabetta Mandalari
Dal 2 al 5 maggio, allo Spazio 18b, debutta in prima nazionale assoluta la tragicommedia Signorotte, scritta e diretta da Massimo Odierna e interpretata da Viviana Altieri, Elisabetta Mandalari e Sara Putignano. Protagoniste sono Ada, Ida e Beta, tre amiche di vecchia data che, trascorsi molti anni dal loro ultimo incontro, si ritrovano al funerale del marito di una delle tre. Tra loro si innesca un fitto dialogo, un viaggio a ritroso tra ricordi cupi e promesse fatte che rivelerà un passato nero, violento e ambiguo. Abbiamo incontrato l'attrice Elisabetta Mandalari che in Signorotte interpreta Beta. Come descriveresti il tuo personaggio? “Dai…
My Generation: il regista Danilo Capezzani scrive e racconta "La luna di Fritz"
“My Generation”- Capitolo 2: Seriale- è il saggio con cui, sabato 13 e domenica 14 aprile, gli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” vanno in scena al Teatro Studio Eleonora Duse. Lo spettacolo, diretto dal docente Francesco Manetti, prevede tre drammaturgie curate dagli allievi del terzo anno di regia: Danilo Capezzani, Federico Orsetti e Caterina Dazzi. Ad interpretare i ruoli saranno invece gli allievi del primo anno del corso di recitazione. Per l’occasione, Recensito intervista Danilo Capezzani, regista e drammaturgo di uno dei tre spettacoli, La Luna di Fritz. Chi è Fritz? "Fritz Haarmann è un famoso serial killer…
Totem: intervista al regista Federico Orsetti
Il 13 e 14 aprile è andato in scena al Teatro Duse di Roma la seconda edizione del progetto My Generation - Serial, saggio di fine anno degli allievi registi al terzo anno dell'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio D'Amico. Per l'occasione abbiamo intervistato Federico Orsetti, classe 1994, regista dello spettacolo Totem. È la prima volta che lavori ad un progetto che ha come tematica principale la violenza? Hai sposato subito la sceneggiatura di Matilde D’Accardi o hai avuto dei dubbi?"Non è la prima volta che lavoro su tematiche relative alla violenza. Ho avuto modo di avvicinarmi alla violenza psicologica e…
My Generation- Capitolo 2 - Seriale: intervista al Maestro Francesco Manetti
Recensito incontra il Maestro Francesco Manetti, docente dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e anche quest’anno curatore di “My Generation”, esercitazione degli allievi del terzo anno di regia dell’Accademia.Le tre drammaturgie originali, “La luna di Fritz”, “Totem” e “Dopo di me il diluvio”, rispettivamente messe in scena da Danilo Capezzani, Federico Orsetti e Caterina Dazzi, tratteranno anche quest’anno il tema della violenza, declinato però dal punto di vista dell’omicida seriale.La prima di “My Generation –Capitolo 2 – Seriale” si terrà al Teatro Eleonora Duse il 13 aprile 2019 alle 19.30 e sarà in replica anche il 14 aprile alle 17.30.…
Caterina Dazzi racconta "Dopo di me il diluvio", spettacolo sul caso Versace tra violenza, sesso e trap
Caterina Dazzi, allieva regista dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico in attesa di diplomarsi, ci parla del suo spettacolo Dopo di me il diluvio, sull’omicidio di Gianni Versace per mano di Andrew Cunanan. Lo spettacolo fa parte di un ciclo di tre testi sulla violenza tra i giovani, per il progetto My Generation, arrivato al secondo anno e curato dal M. Francesco Manetti. Per il tuo spettacolo Dopo di me il diluvio ti sei ispirata alla serie tv sull’omicidio Versace?In realtà no, la serie l’ho vista ma non mi è piaciuta, l’ho trovata un po’ un’“americanata”. È incentrata soprattutto su…
Pagina 4 di 32

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM