Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Interviste

Ascanio Celestini: immagini di teatro, riflessi di presente
Occupare il Teatro Vittoria dal 19 aprile all’8 maggio non è impresa facile. Portare in scena nell’arco di questo tempo tre differenti spettacoli, scritti a diversi anni di distanza l’uno dall’altro e riguardanti ciascuno un argomento specifico e indipendente, suona quasi irreale.Eppure Ascanio Celestini, prismatico ed eclettico rappresentante del teatro contemporaneo, incanta il pubblico con le sue parole capaci di riempire scenografie scarne ed essenziali, di interpretare musiche e suoni semplici e perimetrali, di risvegliare coscienze spesso da troppo tempo sopite.“Laika”, “Discorsi alla Nazione” e “Radio Clandestina” sono i tre monologhi che l’hanno visto protagonista a Roma; ora che questa…
“Dai giovani vengono fuori le idee migliori”: Recensito incontra Mario Lavezzi
Un passaggio di testimone alla giovane musica. È la linea condivisa da cui nasce l’iniziativa “CampusBand Musica & Matematica”, ideata da tre nomi storici della nostra canzone italiana, Mogol, Franco Mussida e Mario Lavezzi. Un concorso nazionale dedicato a chi, oltre a impegnarsi sui libri, mette le mani su uno strumento per divertirsi con gli amici. Una sfida tra giovani talenti – sostenuta da MIUR, Siae e RTL – che permetterà ai dieci finalisti di esibirsi al Castello Sforzesco di Milano sognando un contratto con un’etichetta discografica e due borse di studio, una al CET di Mogol e una al…
Ciro Masella: sogno e realtà di un attore artigiano
Impegnatissimo nella scena contemporanea, attore versatile e talentuoso, Ciro Masella si destreggia in produzioni che costituiscono importanti realtà del teatro italiano e si approcciano a linguaggi diversi tra loro. Abbiamo passato tre quarti d’ora a chiacchierare con uno dei protagonisti di “Thanks for Vaselina”. Nello spettacolo - venuto fuori dall'incredibile penna di Gabriele Di Luca - Masella interpreta Annalisa, un padre transessuale tornato dopo dieci anni per recuperare il rapporto con il figlio. La pièce è stata in scena al Piccolo Eliseo fino all'8 maggio: una vera rivelazione. Carrozzeria Orfeo. Concretezza e sogno nel teatro in questo spettacolo si condensano.…
Rosario Lisma svela “Peperoni difficli”: al Teatro Vascello, la vita si sconta ridendo
Iniziamo dalla tua “verità che chiede d'essere conosciuta”: nel dialogo di scena si coglie un cenno al corrispondente greco della nostra “verità” che in realtà corrispondente non è affatto. Alétheia viene da lanthàno che vuol dire “coprire” (tant'è vero che Lete è il nome del fiume dell'oblìo) al quale però è anteposto un alfa privativo (a-létheia) che fa della verità greca qualcosa che dunque viene s-coperto, nel giudizio.In ambito latino, invece, verità significa “fede” (d'altronde “vera” è un altro modo in cui chiamare la fede nuziale), chiaramente in senso lato. È questa una verità che io stesso assumo senza una…
Conoscere i classici per conoscere noi stessi. Quattro chiacchiere con Vincenzo Zingaro
Attore, regista, drammaturgo, fondatore della Compagnia CASTALIA, Vincenzo Zingaro è attualmente in scena al Teatro Arcobaleno - Centro Stabile del Classico, di cui è anche direttore, con lo spettacolo “Èpos - Iliade, Odissea, Eneide”. Sono passati sei anni dal debutto di “Èpos - Iliade, Odissea, Eneide” presso i Fori Imperiali. Qual è stato il motivo che l’ha spinta a riportarlo in scena?“Lo spettacolo ebbe molto successo quando lo presentammo sia al Teatro Arcobaleno, sia ai Fori Imperiali dove ci fu veramente un entusiasmo comune, tanto che la stessa direttrice dei musei lo definì una delle cose più belle mai rappresentate…
Colloqui sulla cattiva dea di Elena Bucci, ritratti a memoria
Nel 1914, quando l'Italia pensava di poter trovare il dinamismo per costruirsi un'identità, ignorava che sarebbe inciampata in una "cattiva dea". Elena Bucci, in scena al Teatro India di Roma dal 3 al 5 maggio, colloquia con la furia di una divinità sterminatrice. Italo Calvino ne "Le citta invisibili" sostiene che l'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà, se esiste è quello che abitiamo tutti i giorni stando insieme e scrive che ci sono due modi per non soffrirne, il primo è accettarlo e diventarne parte fino al punto di non vederlo più, mentre il secondo consiste nel saper…
Marta Gilmore racconta il suo “Friendly Feuer”
Raccontare per frammenti rendendo nuova la storia. Usare un linguaggio contemporaneo per tradurre un passato lontano. Situarsi all’incrocio di punti di vista diversi, per offrire una lettura inedita di un fatto estremamente conosciuto.“Friendly Feuer: una polifonia europea” è un miscuglio ordinato di storie singole, di lotte personali, di confusioni che si incrociano e che si nascondo sotto il grande nome di “prima guerra mondiale”.La regista e drammaturga Marta Gilmore ci accompagna alla scoperta di uno spettacolo che è capace di far emergere, dalle macerie di un passato glorioso e collettivo, la solitudine della disperazione. Iniziando banalmente dal principio, come nasce…
Pagina 27 di 31

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM