Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Interviste

L’insostenibile leggerezza dell’appiccicare etichette: intervista (senza colla) a Simone Avincola
È schietto, simpatico e parla veloce, Simone Avincola, classe 1987, dal baffetto alla Ringo Starr in versione Sgt Pepper’s, anche se in fondo non ci assomiglia per niente. L'abbiamo incontrato prima del suo live a 'Na Cosetta lo scorso 20 ottobre per entrare nel suo mondo musicale. Un mondo fintamente scanzonato e allegramente complesso, proprio come sembra essere lui: una tavolozza quasi schizofrenica di immagini, ispirazioni e sentimenti volutamente schizzati, mischiati e in continuo iperattivo cambiamento. Il cantautore romano ha infatti già tre album alle spalle ma nessuna voglia di finirci incorniciato dentro, anzi: l’insonnia creativa e il frullio di…
Gherardo Vitali Rosati: scrivere (di) teatro
FIRENZE – Chimenti chiede a Vitali Rosati. Doppio cognome e una bella valigia di pelle da dottore di campagna, spalle da nuotatore, ciuffo alla Sgarbi (o alla Federico Fiumani) che sempre cala sugli occhi, sorriso aperto, risata sonora. Fu l'ultimo ad arrivare nella scuderia dei critici fiorentini, il più giovane. Arrivava da Parigi dove faceva il dottorato, quando a Firenze c'erano ancora i giornali. E subito fu “buttato” nella mischia nella giuria di Luglio Bambino, manifestazione fucina dell'hinterland fiorentino che simbolicamente, a metà estate, chiude la stagione teatrale. Un piede nelle Marche, un altro in Canada, un po' di Umbria,…
Parlare di filtro senza filtri: Recensito incontra Claudio Morici
Claudio Morici scrive bene ma legge anche meglio. Tra le tante cose si occupa di rapporti umani, sentimenti e comunicazioni difficili. Lo abbiamo intervistato in occasione di "Lui e Leila", il suo nuovo spettacolo, in scena dal 4 al 6 novembre al Teatro Biblioteca Quarticciolo. Il reading sembra essere la tua forma di espressione prediletta. Cosa c’è dietro questa scelta?“Io vengo dalla scrittura di romanzi, sono sostanzialmente uno scrittore. Non ho mai studiato teatro in vita mia né pensato di farlo. Ho scritto romanzi e, per quindici anni, è stata la mia attività principale... però faccio parte degli scrittori, diciamo…
Recensito incontra l’attore Igor Mattei
Igor Mattei è un attore a 360 gradi, impegnato su diversi fronti, diviso tra cinema, teatro e direzione artistica. L’abbiamo visto attualmente sul grande schermo nel film di Roberto Faenza “La verità sta in cielo”, mentre a fine novembre debutterà, sul palcoscenico del Teatro Piccolo Eliseo, con lo spettacolo “Risorgi” di Duccio Camerini. Da tre anni, inoltre, è il direttore artistico del “Festival Ad Arte CalcataTeatroCinemaFestival”, iniziativa che intende promuovere il teatro e il cinema italiano indipendente. Dal set del nuovo film di Carlo Benso, “Te absolvo, che sta girando in questi giorni, Mattei, dotato di grande esperienza e animato…
Le persiane verdi, i pittori maledetti e io: Recensito incontra Chiara Dello Iacovo
“A cosa servono i segni se non li sappiamo vedere?”. Si chiudeva così la riflessione sul concerto di Chiara Dello Iacovo al Monk dello scorso 26 aprile. Quel live non è stato altro che una conferma, piacevolissima, di quanto già visto e ascoltato di questa ventunenne astigiana, conosciuta a Musicultura 2015. Il 15 ottobre l'abbiamo incontrata poco prima della sua esibizione a 'Na Cosetta - piano, chitarra, voce e simpatia "gialla", con cameo onomatopeico di Ivan Talarico - e ci siamo avventurati con lei negli aneddoti che si nascondono dietro le canzoni del suo disco d'esordio "Appena sveglia". Una perla piccola,…
"Canto territori immaginari": Recensito incontra Ivan Talarico
Baffo suadente, sorriso sornione, autoironia cotta a puntino e una sana passione per le parole e la loro potenza. Ivan Talarico è un cantautore gutturale, “popolare tra gli incompresi”, un teatrante che non arrotonda, un artista poliedrico sempre in cerca di posti migliori. Vincitore del premio per il miglior testo a Musicultura 2015 con “Carote d'amore”, giovedì 13 ottobre a 'Na Cosetta ha imbastito uno spettacolo a metà tra il reale drammatico, il privato misterico e inesplorati territori patafisici. Accompagnato da due ospiti dirompenti – le voci ipnotiche di Gabriella Martinelli e Mimosa Campironi – Talarico ha dato un assaggio dei suoi decervellamenti…
Recensito incontra Richard Lowdon: ecco com'è nato "Table Top Shakespeare"
Richard Lowdon è membro e designer di Forced Entertainment, compagnia nata a Sheffield nel 1984 e da sempre bandiera di un teatro sperimentale, anticonformista e anticonvenzionale, leggero e intrecciato ad altre arti così come al quotidiano, in un continuo spostarsi tra ironia e dramma, impegno e disimpegno. In occasione del 400esimo anniversario della morte di Shakespeare, il Romaeuropa Festival ha voluto portare in Italia una commemorazione intraprendente e rivoluzionaria del bardo inglese. L’opera omnia shakespeariana è stata infatti qui rivisitata attraverso la personificazione di oggetti e l’uso di una sorta di narrazione più o meno onnisciente concentrata in un metro…
Pagina 26 di 33

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM