Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

Cinema

"Mektoub, My Love: Canto Uno": tempo e sguardo nel cinema di Abdellatif Kechiche
Il cinema è una questione di tempo e di sguardo. Lo sa bene il regista Abdellatif Kechiche che intorno a questi due assi ha costruito le fondamenta dei suoi film. Come per La vita di Adele (2013), lo sguardo è soprattutto quello del desiderio che si tramuta in visione, accarezzando quei corpi (femminili) che la bramosia dell’occhio rende reali. Il tempo è invece esplorato cercando la coincidenza tra tempo filmico e tempo reale, attraverso lunghe sequenze in cui la vita semplicemente scorre, salvo poi ricorrere a forti ellissi tra una scena e l’altra. Così avviene anche in Mektoub, My Love:…
Torna a Roma la rassegna "Le vie del cinema da Cannes a Roma e in Regione"
Al Cinema Eden di Roma, si è tenuta in mattinata la conferenza stampa della ventiduesima edizione della rassegna Le vie del cinema da Cannes a Roma e in Regione, che anche quest’anno, dal 6 al 10 giugno, porta il cinema della kermesse francese nella Capitale italiana e in alcuni comuni del Lazio. Erano presenti il Direttore Artistico della rassegna Georgette Ranucci, il Presidente della Regione Lazio Albino Ruberti, la Vice Presidente della Fondazione Cinema per Roma Laura Delli Colli e la Presidente di ANEC Lazio Piera Bernaschi. Tra i titoli in programmazione nei cinema Eden e Giulio Cesare saranno presenti…
Non tutto Netflix viene per nuocere: "Rimetti a noi i nostri debiti" di Antonio Morabito
Primo film italiano originalmente distribuito da Netflix, "Rimetti a noi i nostri debiti" segna sicuramente un passaggio importante per la produzione cinematografica del Belpaese, non solo orientandola verso un nuovo tipo di fruizione on-demand. Disponibile dal 4 maggio 2018 sulla piattaforma, il film di Antonio Morabito non fa sconti di forma o contenuto. Appare infatti come un prodotto ben confezionato e strutturato, sia per fotografia, sia per sceneggiatura, sia per cast. Per un tema come quello del recupero crediti, dello stritolamento bestiale che agenzie di credito, banche e istituzioni la povera gente descritta da Morabito risulta vera e mai eccessivamente caricaturata.…
"Solo: A Star Wars Story": uno spin-off in cerca d'autore
Commentando i deludenti risultati al botteghino del nuovo spin-off di Star Wars ("Solo: A Star Wars Story" ha incassato soltanto 101 milioni di dollari in chiusura del weekend lungo del Memorial Day), Ron Howard ha dichiarato di sentirsi soddisfatto per aver battuto un record personale. Il riferimento è al suo Codice Da Vinci, che al weekend di esordio incassò 77 milioni di dollari. Il regista si dimostra così maestro Jedi di ottimismo; questo non basta a cancellare la sensazione che il prequel su Han Solo, uscito nei cinema italiani il 23 maggio, sia stato una scommessa persa Dispiace, perché il…
Giulio Donato con il corto "Amore Bambino" racconta un amore oltre i limiti della vita
Giulio Donato entra ufficialmente in concorso per il “BCT – Benevento Cinema e Televisione” con il cortometraggio “Amore Bambino” da lui scritto, diretto e sceneggiato. Come in un sogno vivido, viene portata con estrema semplicità e qualche sguardo complice, l’inconfondibile tenerezza dell’amore più puro e incondizionato.In una fresca estate due bambini si innamorano durante un campo estivo: Aldo, che vorrebbe precorrere i tempi ed essere già adulto, e Angela, che un po’ com’è tipico di ogni donna, non ha bisogno di volerlo, in un certo modo già lo è. Sono occhi sinceri, vispi e un po’ furbeschi ma che con…
Dal neorealismo a Garrone: breve percorso italiano dalla cronaca allo schermo
Ispirato al delitto del Canaro, sanguinosissimo caso romano di cronaca nera che sconvolse l’Italia nel 1988, “Dogman” di Matteo Garrone è diventato, già a pochi giorni dall’uscita nelle nostre sale, il film-rivelazione dell’anno. Come da tradizione per l’intrattenimento in pellicola, però, la sceneggiatura parte da una base reale per poi svilupparsi autonomamente, ricalcando solo in parte il personaggio di Pietro De Negri, detto “Er Canaro della Magliana”, su quello di Marcello. Tra l’altro, non è la prima volta che il regista dimostra interesse per trasposizioni cinematografiche ispirate alla cronaca: “L’imbalsamatore”, del 2002, è incentrato proprio sulle vicende del “nano di…
Il "Dogman" di Matteo Garrone ben oltre "il Canaro della Magliana"
L'efferatezza del caso di cronaca conosciuto come "il canaro della Magliana" risalente al 1988 è solamente un punto di partenza per la realizzazione di "Dogman" di Matteo Garrone, nono film del regista romano, valsogli critiche entusiastiche e il premio all'interpretazione maschile alla settantunesima edizione del Festival di Cannes, oltre che una denuncia da un milione di euro da parte della madre della vittima, alla luce della rappresentazione del personaggio del figlio. Chi si aspettasse di trovare riferimenti evidenti alla vicenda o particolare insistenza sui dettagli scabrosi largamente trattati dalla cronaca rimarrebbe però deluso: la rielaborazione di Garrone scava a fondo nel…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica #Motta live a #Firenze con il nuovo album #vivereomorire Benedetta Colasanti https://t.co/7BiirNWkXN