Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 674

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 673

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 682

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 694

Cinema

Venezia 75, The Favourite di Yorgos Lanthimos
Inghilterra, primi anni del ‘700. La regina Anna, ultima regnante Stuart e prima sovrana del Regno di Gran Bretagna dopo l’annessione della Scozia, si trova a regnare durante una guerra contro la Francia che non è in alcun modo in grado di gestire. Lontana dai campi di battaglia e dai morti provocati dalla guerra, Sua Maestà – interpretata da Olivia Colman – si aggira incerta e zoppicante nel suo palazzo anche a causa della gotta di cui soffre e lascia che a tenere le fila del regno sia la sua dama di compagnia e intima confidente Sarah Churchill, duchessa di…
Venezia 75, Roma di Alfonso Cuarón
Sembra non aver dimenticato del tutto lo spazio, Alfonso Cuarón, dopo il suo premiatissimo Gravity presentato proprio a Venezia in anteprima mondiale nel 2013: siamo alla periferia di Città del Messico o forse sulla luna nel suo Roma, già considerato tra i possibili vincitori del Leone d’Oro 2018. La pellicola prende il nome dal quartiere della sua infanzia in Messico, così come i personaggi e gran parte delle vicende sono personalmente tratti dalla sua storia e dalle vicende della sua famiglia: il 1971, infatti, è l’anno in cui suo padre abbandonò moglie e figli, ma anche quello del massacro del…
Agadah – il ritorno di un classico della letteratura nell'ambizioso adattamento di Alberto Rondalli
Agadah, nel linguaggio cabalistico, significa “narrare”. Ed è proprio alla narrazione e ai suoi labirinti che pare inevitabilmente connesso il film di Alberto Rondalli, libero adattamento del Manoscritto trovato a Saragozza di Jan Potocki. Sono infatti storie che si accumulano l'una sull'altra quelle che il regista de Il Derviscio mette in scena con la consueta eleganza calligrafica e minuziosa, cercando, in poco più di due ore, di far rivivere al cinema un'opera tanto monumentale quanto estremamente stratificata, restituendo il senso di una storia dove i diversi piani narrativi si confondono e inglobano tra loro e la conoscenza non può che…
"Il sacrificio del cervo sacro" di Yorgos Lanthimos: anatomia di una famiglia
Bastano davvero delle riprese in steadycam lungo corridoi claustrofobici o l’uso di inquadrature dal rigore geometrico, o ancora la massiccia presenza degli archi di György Ligeti per poter paragonare un qualsiasi film sulla disintegrazione di una famiglia borghese e sul confronto con l’incomprensibile a un’opera di Kubrick? La risposta è certamente no, non bastano neanche lontanamente. Eppure nei mesi precedenti più voci hanno sottolineato in modo precipitoso i parallelismi con l’estetica kubrickiana presenti ne Il sacrificio del cervo sacro (2017) di Yorgos Lanthimos, premiato come miglior sceneggiatura a Cannes 2017 e uscito nelle sale italiane lo scorso 28 giugno. Nell’ultimo…
"Tully" di Jason Reitman: Charlize Theron e la fatica di essere madre
Prendendo illegittimamente spunto da un celebre incipit, si potrebbe dire che tutte le neomamme felici si somigliano; ogni neomamma infelice, invece, è infelice a modo suo. Ad esempio Marlo (Charlize Theron), 40 anni e l’aspetto di chi rimanda continuamente l’appuntamento col parrucchiere o l’inizio della dieta, vive nella periferia di New York in una casa piena di giocattoli sparsi per terra e piatti da lavare. Non osa avvicinarsi allo specchio o alle foto di qualche anno prima, e si veste prendendo pigiami a caso da una cesta. Ormai aspetta il terzo figlio e ha riposto la laurea in Letteratura fra…
Estate 1993: la stagione più dolente della crescita
L’estate può essere per un bambino il periodo più bello dell’anno, un interregno di tempo sospeso da riempire soltanto di giochi e del piacere di annoiarsi sotto il sole. L’estate, però, può diventare anche un complicato rito di passaggio. È quello che accade in “Estate 1993”, distribuito da Wanted Cinema nelle sale italiane dal 5 luglio, a Frida (Laila Artigas) che, ad appena sei anni, si ritrova orfana anche della madre ed è costretta a trasferirsi dal centro di Barcellona alla campagna nei suoi dintorni. Lì la attendono gli zii Esteban (David Verdaguer) e Marga (Bruna Cusì) e la cuginetta…
Blue Kids: Matteo Garrone presenta il deserto morale del primo film di Andrea Tagliaferri
Al Nuovo Cinema Aquila di Roma, nella serata del 20 giugno, il regista Matteo Garrone, introdotto da Mimmo Calopresti, ha presentato Blue Kids (uscito il 14 giugno), opera prima di Andrea Tagliaferri, da dieci anni aiuto regista di Garrone il quale ha prodotto il film con il contributo di Rai Cinema. Blue Kids è “un film che nasce da un vuoto e dal bisogno di dare voce a questo disagio”, ha sostenuto Tagliaferri, il cui progetto ha trovato la totale fiducia del Maestro Garrone che ha concesso al collaboratore totale carta bianca. Proprio intorno a un vuoto morale e umano…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM