Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 674

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 684

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 678

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 671

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 677

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 681

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 680

Cinema

Una festa esagerata, la commedia all'italiana secondo Vincenzo Salemme
Parte dal teatro e arriva fino al cinema Una festa esagerata, trasposizione dell'omonimo spettacolo teatrale firmato dall'attore e regista Vincenzo Salemme, in sala a partire dal 22 marzo. È proprio l'innegabile impostazione drammaturgica di questo film a fare, infatti, da traino a una vicenda che vede nell'unità di tempo e luogo la sua principale peculiarità e nella giostra infinita di figure che mette in scena la sua stessa ragione d'essere.  Perché, nelle disavventure tragicomiche di Gennaro Parascandalo (lo stesso Salemme), onesto padre di famiglia alle prese con i tormentati preparativi per il compleanno della figlia diciottenne, c'è tutto il gusto…
"Petit Paysan", il dramma di Hubert Charuel
Pierre Chavanges farebbe di tutto pur di salvare le sue mucche da latte. La passione per il suo lavoro da allevatore e per gli animali della sua fattoria, lo portano ad eseguire delle azioni illegali pur di salvare la sua mandria contagiata da un’epidemia vaccina che si sta diffondendo sempre di più in Francia. “Petit Paysan – Un eroe singolare”, diretto dal giovane regista francese Hubert Charuel, candidato a 8 categorie ai Premi César e agli European Film Awards, presentato alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes 2017 ed insignito della Foglia d’Oro al France Odeon, uscirà il…
"Hostiles - Ostili": Christian Bale e Rosamund Pike nel western firmato Scott Cooper
Sei ore. Tanto sarebbe dovuto durare "Hostiles – Ostili" per permettere al suo regista e sceneggiatore, Scott Cooper, di scandagliare decorosamente la profondità degli abissi che lo informano. Il suo film promette molto, ma non sempre mantiene. Il racconto del passato parla del West come di una fotografia polverosa che si è dimenticata, se è possibile, di ingiallire. Si avverte in effetti una grande continuità di sentimento fra l’America raccontata dal film, anno 1892, e quella di oggi. La coerenza della storia sta nel graffio di uno spirito, quello americano, duro a morire e ancor più duro a mutare. Il suo…
Zerovskij – Solo per amore. Renato Zero al cinema per un evento musicale unico
Dopo il doppio album “Zerovskij – Solo per amore”, Renato Zero ha presentato il suo progetto più ambizioso: un film che suggella la tournèe live iniziata il primo luglio a Roma. Un progetto libero da qualsiasi definizione, non è un concerto e neanche un musical, ma una vera e propria nuova forma di spettacolo, una sorta di “teatro totale”, come da lui stesso dichiarato.Un’orchestra di 61 elementi, 30 coristi e 7 attori, per un operazione artistica che ha come obiettivo quello di illuminare e dare nuova linfa ai pilastri fondanti dell’Italia: l’arte e la cultura.Il film girato nella data svoltasi…
"I, Tonya": quando la vita supera anche il cinema
Craig Gillespie dirige Margot Robbie, Sebastian Stan e il premio Oscar Allison Janney nel film che riporta sugli schermi la vera storia di Tonya Harding: giovane atleta americana protagonista di uno dei più grandi scandali dello sport mondiale. La passione di Tonya è pattinare, il suo è un talento innato, naturale, la sua vita fin da bambina ruota attorno a questo dono. L’adolescenza minata da un conflitto perenne con la madre Lavona,- nei panni di una strepitosa Allison Janney- despota, crudele in maniera immotivata e sempre pronta ad esprimere pareri lapidari nei confronti di quella che, negli anni 80, era…
"Foxtrot": se non puoi cambiare il destino fallo danzare
Di nuovo ambientazione militare e spazi claustrofobici per il nuovo film di Samuel Maoz, "Foxtrot", il quale ci porta in un appartamento nel centro di Tel Aviv e in un container di quattro militari al confine settentrionale di Israele. Spazi lontani fisicamente, eppure legati a doppio filo dagli eventi e dal destino beffardo. Il film uscirà nelle sale il 22 marzo: al Festival di Veneziala pellicola si è guadagnata ilGran Premio della Giuriae ha ottenuto poi la candidatura agliOscarcome miglior film straniero. Il precedente lavoro di Maoz, “Lebanon” (2009), vincitore del Leone d’oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, era stato interamente girato dentro un…
"Oltre la notte", il pianto della vendetta
"Oltre la notte" è quel momento in cui volgi gli occhi al cielo, sperando che la pioggia lavi le tue lacrime e sciolga le tue sofferenze "Oltre la notte" sono gli occhi di Diane Kruger, due corsi d'acqua impetuosi pronti a scavarle il volto, irrigandole lo strato epidermico con lacrime da cui difficilmente germoglierà un sorriso."Oltre la notte" è il nuovo film di Fatih Akin. Dietro una tragedia famigliare, il regista nasconde il seme di un'ingiustizia dilagante e di un odio aberrante nella sua inspiegabilità che ancora oggi, nel 2018, macchia di sangue il nostro mondo. Si pensi solo che,…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM