Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 690

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 673

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 694

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 672

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 681

Cinema

Ineluttabilità e senso della vita. La violenza dell’uomo sotto le stelle della Via Lattea
Scappare lontano insieme alla persona amata, dove nessuno è in grado di arrivare. Questa ingenua fantasia dei protagonisti di "Via Lattea", due giovani innamorati (Andrea Capezzano e Daphne Scoccia) si scontra con l’amara e dura realtà della vita nella quale improvvisamente si trovano coinvolti. Il perché di questo titolo lo spiega Laura Sordi ideatrice e scrittrice del cortometraggio al termine della presentazione avvenuta al Cinema dei Piccoli di Villa Borghese: “La Via Lattea è il punto più lontano, quello dove avrebbero voluto trovarsi e vivere felici lontano da tutto mentre in realtà la vita li ha costretti, confinati e uniti per…
"The Oath": occhio per occhio, violenza allo specchio
In Islanda un uomo, Finnur (Baltasar Kormákur), chirurgo affermato e padre di famiglia, dovrà sbrogliare il più antico dei dilemmi: scegliere tra l'etica e la giustizia privata. "The Oath" (Il Giuramento, 2016), scritto e diretto dallo stesso Kormákur, proiettato il 6 maggio in occasione del Nordic Film Fest (Roma), si apre proprio con il giuramento di Ippocrate impresso nero su bianco concedendo allo spettatore una chiave di lettura univoca ed immediata. Il film si barcamena per tutta la sua durata in un quadro doppio d'azione: la città e l'ospedale in cui lavora il protagonista sono grigi, metallici, industriali che richiedono…
"1945" di Ferenc Török: le ceneri del rimosso storico
1945 dell’ungherese Ferenc Török - in sala dal 3 maggio - è una delle sorprese di questa settimana cinematografica. Presentato al Festival di Berlino 2017 nella sezione “Panorama”, il film si ispira al racconto Homecoming del romanziere ungherese Gábor T. Szántó - co-sceneggiatore insieme al regista -, per scavare nel rimosso dell’Ungheria filo-nazista a partire da un semplice, quanto efficace, motore narrativo: l’arrivo di due ebrei in un villaggio ungherese, appena terminata la seconda guerra mondiale. Nessuno conosce il motivo della loro venuta, ma la paura di una ripercussione per le atrocità commesse durante l’occupazione nazista dilaga all’istante, alimentando tensioni…
Melodramma classico e classico melodramma: "A Serious Game" di Pernilla August
Difficile approcciarsi ad un classico della letteratura di un paese in maniera emblematica, esaustiva e definitiva. Naturalmente se si è stranieri, ma anche e soprattutto se il tutto viene considerato all'interno dello stesso contesto specifico, in cui ci si affaccia ad un classico del proprio paese. La cultura, la storia, la tradizione di un popolo si lega infatti indissolubilmente a quella delle sue narrazioni specifiche, delle sue storie, dei suoi sogni. Capitolo di prima serata di sabato 5 Maggio 2018 al Nordic Film Festival a Roma, Den allvarsamma leken (A Serious Game) di Penilla August presenta infatti il discorso di…
“Tom of Finland”: il biopic sull’illustratore Touko Valio Laaksonen al Nordic Film Fest di Roma
La terza giornata del “Nordic Film Fest”, in programmazione dal 2 al 6 maggio alla Casa del Cinema di Roma, si è conclusa con il biopic del regista finlandese Dome Karukoski Tom of Finland, dedicato all’illustratore omoerotico Touko Valio Laaksonen, in arte Tom of Finland. Il film è stato selezionato per rappresentare la Finlandia ai premi Oscar 2018, nella categoria Oscar al miglior film in lingua straniera. Sconosciuto forse ai più, Tom of Finland ha profondamente influenzato l’immaginario omosessuale, con i suoi corpi muscolosi e virili, i falli enormi e le giacche di pelle. Le illustrazioni del finlandese hanno il…
L'Eva di Jacquot: Valzer tra due sadici
Non vi è passione, nessun reale interesse al di fuori di se stessi, nessun barlume di purezza e salvifica speranza per i personaggi che prendono piede nella regia di Jacquot, Eva, tratta dal romanzo della Serie Noire di Chase. Di fatto un remake dell'omonimo film di Losey del '62 che vedeva come protagonista Jeanne Moreau. L'intento arduo di Jacquot diviene creare un'opera diversa dall'originale, traendo spunto dai tempi moderni all'insegna dell'alienazione e della corsa verso il successo, tratteggiando dei personaggi ambigui, mai schierati, sicuramente ed egoisticamente cinici, ai limiti con il sadismo. Il sadismo bilaterale crea una sorta di vicendevole…
“The King’s Choice”, pellicola di Erik Poppe nominata agli Oscar 2017 come Miglior Film Straniero apre il Nordic Film Fest
Dal 2011 le ambasciate dei Paesi Nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia), il Circolo Scandinavo di Roma e i Film Institutes dei rispettivi paesi collaborano con il Comune di Roma per creare una rassegna che promuova la loro cultura e le loro produzioni cinematografiche: il risultato è il Nordic Film Fest. Il compito di aprire le danze della settima edizione della manifestazione, in corso alla "Casa del Cinema" di Roma fino al 6 maggio, è spettato a The King’s Choice, film diretto da Erik Poppe, presentato al 67° Festival del Cinema di Berlino ed entrato tra i “magnifici nove”…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM