Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 658

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 692

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 690

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 696

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 673

Musica

“L’amore e la violenza vol. 2”, la continuazione anticonformista dei Baustelle
I Baustelle non sono mai stati convenzionali o banali, e il capitolo di "L'amore e la violenza" ne è la chiara testimonianza. “L’amore e la violenza vol. 2”, infatti, canta e suona l’amore in maniera antiromantica e controcorrente rispetto alla maggior parte degli artisti che scrivono di un sentimento così travolgente. In 12 tracce il gruppo toscano è riuscito a cogliere le tipiche ma soprattutto le più nascoste sfumature dell’amore, che è mancanza, distruzione, passione, gioia, malinconia, scontrosità. È quasi tutte le parole del mondo.L’originalità del disco si riscontra immediatamente nei titoli dei pezzi, in contrapposizione con il penultimo lavoro.…
C'era una volta un cowboy rock. James Bay cambia "muta" ma lascia il segno sul pubblico milanese
Smesso il cappello vintage da cowboy – tributo al bluesman Eric Bibb -  la rivelazione del pop britannico del 2015, James Bay, è di nuovo pronto a scalare le classifiche internazionali, ma con una evidente inversione di stile. "Electric Light", disco uscito a maggio, contiene alcuni brani in grado di rompere drasticamente con "Chaos and the Calm", del 2015. Un trucco commerciale o vera rivoluzione artistica? Bay sembra voler giocare sulla risposta che molti vorranno dare a questa domanda, nonostante scriva nel booklet di "Eletric Light" che questa sperimentazione è sinceramente voluta e fa parte della sua ricerca artistica, “is…
“Twinkle Twinkle”: folk on the road per il duo Ilaria Graziano e Francesco Forni
Cosa succederebbe se si rinchiudesse una stella in un barattolo? Rispondono Ilaria Graziano e Francesco Forni, duo partenopeo di origine ma internazionale di vocazione, al terzo album: il 16 marzo è uscito “Twinkle Twinkle”, prodotto da Lamastrock/Goodfellas. Con la loro musica il duo viaggia: piega voci e strumenti alle suggestive sonorità di paesi lontani. Fuor di metafora, dal 17 marzo al 26 luglio fanno tappa in tutto il mondo, una tournée intercontinentale da Napoli a Torino, fino a Vancouver e Montréal, e ritorno nel vecchio continente a Londra e Amburgo. Sono presenti nei festival internazionali; sono stati coinvolti nella realizzazione…
Rock in Roma: i Cigarettes After Sex ammaliano il Teatro Romano di Ostia Antica
Fumare una sigaretta dopo aver fatto l’amore: uno stereotipo sublime, piacevole, ma pur sempre uno stereotipo che non potrà mai avere il pregio dell’originalità. Al contrario, i Cigarettes After Sex lo sono. E originale è la loro musica, il loro modo di approcciarsi al pubblico, la voce di Greg Gonzalez, le parole soavi delle loro canzoni. I Cigarettes sono proprio così: non il momento in cui due corpi si uniscono, non l’attimo in cui arriva il culmine del piacere, ma il fumo della sigaretta dopo l’appagamento, quasi solo per assaporare il gusto di quel gesto. Un sottile paradosso, quasi un ossimoro,…
Musicolepsia (Live): il nuovo album dei Goodbye, Kings
Da sempre consideriamo la musica come suddivisibile in generi, in categorie, in macrostrutture asettiche dove incasellare autori, stili, suoni differenti. Nonostante si sia tentato negli ultimi anni di superare questa convenzione comunicativa, si è molto spesso obbligati ad utilizzarla per riuscire a veicolare con il prossimo l’immaginario sonoro evocativo di un brano. Il post rock è forse il tentativo più ambizioso mai fatto per abbandonare la logica classificatoria e ‘vivisezionatrice’della musica. L’esperienza sonora diventa pura arte espressiva, le dinamiche, le pause e i refrain sono come fluidificati in un sistema astratto, sono come parte di un circolo emozionale che porta…
Da Napoli a Roma per riabbracciare il suo pubblico: Maldestro a 'Na cosetta estiva
È stato tuffo nel passato, ancora recente, e qualche anteprima di un futuro tutto da sentire, il concerto di Maldestro a ‘Na cosetta estiva. Il cantautore napoletano è tornato a Roma, domenica 8 luglio, per riabbracciare il suo pubblico e per presentare sul palco alcuni inediti che confermano, ancora una volta, la sua scrittura sempre più matura e la voglia di continuare a raccontare la realtà intorno, quella che, ad esempio, vive “Tra Venere e la Terra”, ossia a Scampia, quartiere di Napoli in cui Antonio Prestieri è nato e cresciuto e che gli ha regalato una grande sensibilità umana…
L'ultimo dei romantici: Galeffi a Villa Ada
Marco Cantagalli, classe '91, in arte Galeffi, ha esordito nel panorama cantautorale italiano da meno di un anno con il suo album “Scudetto” targato Maciste Dischi. In pochi mesi, dopo una gavetta non indifferente, è salito letteralmente in cima alle classifiche con 4 milioni di ascolti tra Youtube e Spotify. Il 3 luglio Villa Ada cantava a squarcia gola per Galeffi e con Galeffi, preceduto dalle carezze di Mox e dal ritmo incalzante e dalle sonorità synthpop di Diamine. Romano/romanista doc e ultimo dei romantici, conquista il suo pubblico giorno per giorno a cavallo tra il chatcy pop e il retaggio…
Pagina 3 di 49

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM