Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 625

Televisione

Blindspot: la nuova serie in onda su Italia 1 tra amnesia e tatuaggi
Nell’epoca di Netflix e di Sky Atlantic, Mediaset cerca di correre ai ripari proponendo al suo pubblico “Blindspot”, una crime story avvincente e originale, scritta dallo statunitense Martin Gero.La prima puntata è andata in onda il 10 maggio, nella stessa serata in cui Sky trasmetteva il primo episodio della seconda stagione di Gomorra, atteso dal pubblico italiano da ben due anni. Nonostante la valida concorrenza, che ha tenuto incollati al teleschermo 1.186.325 spettatori, l’accoglienza è stata buona, seppur non paragonabile agli ascolti ottenuti in territorio americano.La vicenda inizia in modo originale, capace di attirare da subito l’attenzione e la curiosità dello…
Arriva online la seconda stagione di Peaky Blinders
Dal 7 maggio, la più grande Internet Tv del mondo metterà a disposizione degli abbonati la seconda stagione di Peaky Blinders, il gangster drama britannico più amato degli ultimi anni, scritto impeccabilmente da Steve Knight e andato in onda sulla BBC Two a partire dal 13 settembre 2013.L’affresco storico di vibrante bellezza di Knight ci porta nei fumosi bassifondi di Birmingham, nell’universo criminale dell’Inghilterra degli anni ’20, regolata dall’IRA, dal Comunismo, dagli schemi rigidi, le convenzioni e la società maschilista. Knight racconta la storia di tanti inglesi attraverso quella di pochi personaggi ben strutturati e caratterizzati, unendo il microcosmo della famiglia…
"American Horror Story 6": di cosa avremo paura questa volta?
Una casa infestata, un ospedale psichiatrico, due scuole di stregoneria, un circo e un albergo: questi sono le cinque ambientazioni che corrispondono alle cinque stagioni del telefilm American Horror Story.Ryan Murphy, il creatore della serie, ha il merito di aver rivoluzionato la tv americana rendendo tutti i suoi lavori ricchi di un sano spirito POP: è il papà di Glee, di American Horror Story e del più recente Scream Queens (un’opera fortemente autocritica e dissacrante con una fusione stilistica dei due telefilm precedenti). Fin dagli albori, American Horror Story è stato concepito in modo che ogni stagione avesse un luogo,…
“Marseille”: gli intrighi del potere francese dal 5 maggio su Netflix
La malapolitica va di moda al cinema e in tv e la realtà si rivela essere un’ottima fonte di ispirazione. Così, dopo “House of Cards”, prima nella versione (dimenticata) inglese, poi in quella ormai cult americana con Kevin Spacey e Robin Wright, e “Suburra” in Italia, arriva in Francia la serie tv “Marseille” con Gèrard Depardieu.La piattaforma Netflix lancia la prima immagine ufficiale della serie ambientata a Marsiglia, capitale francese del malaffare politico, che debutterà sulla piattaforma il prossimo 5 maggio. Già ribattezzata come l’“House of Cards” francese per le intricate e oscure manovre del potere che muovono la narrazione,…
Mea maxima culpa: “The Night Manager” e i nervi scoperti del mondo occidentale
Ricordate il 2011? Era solo quattro anni fa e fa quasi ridere pensare quanto siamo stati ingenui. “Siamo stati”, noi europei, noi occidentali. La caduta di Mubarak in Egitto, l’inizio della “Primavera Araba”: una nuova alba per il Medio Oriente, una nuova era per il mondo. Era così che la vedevamo. Era così che la vedevano in Egitto quelle centinaia di migliaia di manifestanti in Piazza Tamir, mentre festeggiavano la fine di una dittatura trentennale.Difficile credere quanto ci siamo illusi. E la cosa peggiore è quella voce, dentro la nostra testa, impossibile da arginare, che continua a ripeterci: è colpa…
Rai 5, Diario di Amleto a Gerusalemme: riletture contemporanee di capolavori senza tempo
I capolavori sopravvivono. Sempre. Attraversano le epoche, si prendono gioco dei cambiamenti, assistono – apparentemente inermi – alle rivoluzioni antropiche: eppure, alla fine, essi sono lì, capisaldi dell’evoluzione umana capaci di adattarsi all’epoca cui vanno incontro, di farsi reinventare, di abbandonarsi nelle mani di nuovi artisti, di farsi manipolare e di cambiare vesti, riuscendo – al contempo – a conservare la loro originaria forza di rivelazione.Sono passati ben 400 anni dalla sua dipartita, 400 anni in cui i suoi scritti hanno scavalcato i confini nazionali, 400 anni in cui le sue opere letterarie e teatrali hanno influenzato ogni genere d’arte…
Ilenia Pastorelli: dal Grande Fratello al David di Donatello. Fenomeni Reality
Cristina Plevani e Marina La Rosa, le ricordate?Sicuramente no. Eppure anni fa, chiunque le avrebbe riconosciute per strada, erano famosissime. Stiamo parlando rispettivamente della vincitrice e della chiacchieratissima Gatta Morta della prima edizione del Grande Fratello.Nonostante la promessa di una fama che poi si rivela il più delle volte effimera, i reality show sono dei veri e propri contenitori che masticano i sogni di gloria dei giovani aspiranti VIP per poi risputarli in bui dimenticatoi.O almeno, questo è vero per la maggior parte degli ex concorrenti.La cerimonia di premiazione dei David di Donatello di quest’anno fa discutere e allo stesso…
Pagina 23 di 31

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM