Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 615

Digital COM

Archiviare offline o archiviare online: le “cloud” indipendenti
Ognuno gestisce i suoi file come meglio crede e questo è un dato di fatto. L’archiviazione dei contenuti e dei documenti consigliabile però è oramai ibrida. Passata da una sola archiviazione fisica su supporti “offline”, a una più virtuale online, non si avvale di una sola possibilità di soluzione. Specialmente dopo l’avvento di servizi “cloud” (letteralmente: nuvola) che, proposti soprattutto da alcuni big dell’informatica, offrono anche gratuitamente dello spazio dove poter archiviare i propri file tramite internet.
Dopo aver trattato di soluzioni di archiviazione “cloud” per così dire “indipendenti”, quello che l’industria dell’informatica offre sono solitamente servizi altamente integrati e funzionali all’attività che l’utente ha con i terminali o i sistemi operativi forniti da una determinata casa (Microsoft, Apple, Google ad esempio).L’integrazione e la sinergia che raggiungono con questi sistemi ne fanno servizi che entrano in simbiosi con i sistemi proprietari nonostante talvolta sia la capacità in GB quella che scarseggia.Due, a esempio, sono UbuntuOne e iCloud, legati, rispettivamente, ai terminali con sistemi operativi open source “Ubuntu” e a quelli di casa Apple.Il profilo gratuito offerto inizialmente…
Bill Gates immaginava un PC in ogni abitazione, presentando Windows 8 nel 2012 l’entusiasta ex amministratore delegato Steve Ballmer enfatizzava sull’importanza dell’essere connessi, dell’interattività e dell’esperienza utente. Oggi, Satya Nadella, l’amministratore delegato dell’azienda che ha acquistato Skype e la divisione “Deviced & Service” di Nokia, si trova vicino alla presentazione di un sistema operativo che accomunerà diversi terminali e promette di portare la realtà aumentata un gradino più in alto. Se il 2015 da molti viene visto come l’anno della convergenza, Microsoft, date le premesse, non è di certo in ultima fila. Oltre che del prodotto singolo, farà parlare sempre…
Pagina 13 di 13

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM