Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Diventeremo uomini bicentenari? Innovazioni e scoperte della scienza medica e biologica

La Terra ha più di sette miliardi di abitanti e l’aspettativa di vita continua a crescere grazie ai progressi incredibili della tecnologia all’interno della medicina e della scienza moderna. Tuttavia, il corpo umano non può sopravvivere alla sua data di scadenza e gli organi spesso richiedono sostituzioni vitali. Poiché non ci sono mai abbastanza donatori intorno, i medici sono alla ricerca di metodi alternativi o nuove invenzioni per creare organi artificiali che sono costruiti di carne umana o di parti meccaniche e che potrebbero sostituire alcune delle nostre parti originali. Un biohacker di nome Andrew Pelling, che ha pure partecipato ad un talk di TED pensa di poter dar vita a oggetti biologici funzionali senza modificare in alcun modo il DNA. Crea strani aggeggi che potrebbero non necessariamente essere utilizzati in futuro, ma mostrano il potenziale di questo tipo di pensiero creativo. Ad esempio, ha costruito orecchie da cellule umane e mele. Pelling è riuscito a isolare la parte di DNA umana che rappresenta la forma dell’orecchio e a impiantarla nel DNA di alcune cellule di mela creando queste orecchie che hanno la sostanza della cellulosa della pianta. Quindi la cellulosa è quello che dà alle orecchie artificiali la loro struttura mentre il tessuto umano è utilizzato per modellare la forma dell'orecchio.
Tutto questo si ricollega a molte sperimentazioni approntate sulla creazione di organi e sulle tecnologie d’avanguardia. Il marchio di stampanti 3D Zortrax ha rivelato di recente sul suo blog che i ricercatori provenienti dalla Polonia hanno utilizzato un modello di stampante chiamato M200 3D per creare un cuore artificiale. Un team nella Cattedrale Optoelettronica della The Silesian University of Technology ha creato sia hardware che software per un cuore meccanico che potrebbe essere utilizzato un giorno per sostituire i cuori degli esseri umani.
Potrebbe passare un po’ di tempo fino a quando l’uomo non riuscirà a sostituire gli organi con parti artificiali. Se mai accadesse, ci si potrebbe aspettare che la stampa 3D svolga un fondamentale ruolo nella creazione di questo tipo di protesi.
Mentre alcuni pensano ad organi meccanici in un prossimo futuro, altri medici credono di poter creare cuori artificiali sul DNA di una persona. Pertanto, potrebbe essere più facile sostituire un organo guasto con uno “nuovo” costruito sullo stesso DNA. Gli scienziati del Centro Massachusetts General Hospital per la medicina rigenerativa hanno creato il primo esemplare di muscolo cardiaco funzionale da cellule staminali. La procedura richiede ancora un organo da un donatore di cuore, ma i ricercatori hanno utilizzato cellule staminali da parte del destinatario per costruire il muscolo, la componente principale del cuore e la prima a compromettersi a causa degli infarti.

Maggiori informazioni su questa particolare innovazione medica sono disponibili in Research Circulation, tramite Science Alert.

Emanuela Platania 03/04/2016

Foto: Sebastian Hadjiantoniou / Andrew Pelling

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM