Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Huawei P9: presentato il più completo Camera Phone in circolazione (con l’aiuto di Leica)

L’essere umano è un animale strano, pieno di abitudini incomprensibili o perverse manie. Una di queste è quella di dare una definizione a tutto. Ogni cosa deve essere etichettata per essere accettata o capita: forse è un modo per orientarsi, più probabilmente una maniera per limitarla. Intellettuali e pensatori più o meno tali, da tempo, stanno spremendo le loro meningi per cercare di dare una definizione alle nuove generazioni e al secolo che stiamo vivendo. Nel primo caso si è passati da “G. Erasmus” a “G. di Bamboccioni”, “G. di precari” fino ad arrivare a “G. 2.0”; nel secondo, invece, la questione è ancor più complicata. Uno dei tratti distintivi del XXI secolo è “la velocità”: tutto cambia velocemente, il mutamento è continuo e chi si ferma è perduto (e rilassato, sebbene squattrinato). Oggetti o brand che ignoravamo totalmente possono entrare, in pochissimo tempo, nella vita di tutti i giorni come se ci fossero sempre stati, facendo addirittura arrivare a chiederci come fosse possibile, prima, vivere senza. Lo smartphone è l’esempio tipico di questo ragionamento, Huawei ciò che unisce il punto di raccordo del discorso precedente su oggetto e brand.
Huawei è una società cinese che, in pochissimi anni, si è imposta sul mercato globale degli smartphone grazie a prodotti molto buoni dal punto di vista qualità-prezzo; da qualche tempo ha deciso di realizzare top di gamma non molto inferiori a quelli prodotti da altri colossi del settore e proprio in questi giorni, a Londra, ha presentato il nuovo Huawei P9, nuovo top di gamma che mira a far concorrenza ai migliori prodotti Apple e Samsung.
Huawei P9 punta su un design accattivante e, soprattutto, su una qualità fotografica altissima. Dotato di uno schermo da 5,2 pollici FullHD, ha sensori (di cui due posteriori, una di tipo monocromatico e una RGB) Sony IMX286 con risoluzione di 12 megapixel, apertura focale f/2.2, pixel della dimensione di 1,25 micron e protezione di lenti certificate Leica. La versione base del P9 prevede 3GB di RAM, 32GB di memoria interna, comunque espandibile, e una batteria da addirittura 3.900 mAh, una potenza incredibile per la categoria. Il sistema operativo istallato è Android 6.0 Marshmallow.
Huawei P9, disponibile in sei colorazioni diverse, sarà immesso sul mercato dal 16 Aprile al costo di 599 €, somma che sembra giustificata dal grande lavoro fatto per la componente fotografica, come detto davvero innovativa, oltre che per il design.
C’è sicuramente chi si scandalizzerà per il prezzo, ritenendolo uno schiaffo alla miseria, una spesa inutile per uno strumento non fondamentale e puntando il dito su chi lo acquisterà; ci sarà anche chi invece si fionderà a comprarlo il prima possibile, perché avere praticamente un “computer” in mano che è bello esteticamente, ha un’ottima batteria e sa fare anche foto splendide, nel 2016, è quasi imprescindibile, alla faccia dei “soloni” che sanno solo criticare. Sono gusti, scelte. Tanto ormai è assodato che l’essere umano è un animale strano, pieno di abitudini incomprensibili o perverse manie, con o senza un Huawei P9 in tasca.

Antonino Tarquini 10/04/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM