Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 655

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 635

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 636

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 633

Sentieri dell'arte

Roma: la Galleria Medina Eventi Art Design ospita la personale di Mario Esposito
Si intitola “Cumponere” la mostra dell’artista romano Mario Esposito a cura di Palma Costabile inaugurata ieri a Roma, alla Galleria Medina Eventi Art Design. L’artista si è in questi anni affermato con creazioni decisamente uniche e originali. Opere che si possono comporre e scomporre, dai forti contrasti cromatici. Le dimensioni dei quadri sono piccole e grandi, per poter essere collezionate e composte da chi vuole farle proprie.Come spiega la critica d’arte Francesca Bagliolo “il mondo di Mario Esposito è un gioco di immaginazione continua, che mette alla prova il nostro senso creativo, stimolandone di volta in volta le capacità di…
E' un calamitarsi cosmico attorno alle ossa del gigante
FIRENZE – Il Colosso di Rodi si è spiaggiato, nel caldo africano, disteso sulle nuvole che lambiscono Arno, Cupola e Torre d'Arnolfo. Se ne sta lì fermo, immobile, ormai inerme, lungo disteso come un Gulliver al quale sono caduti abiti e capelli, pelle e organi. Il suo scheletro, bianchissimo da far riflettere il sole, le sue infinite ossa, che poi sono le nostre, fanno da specchio a noi piccoli che lo accerchiamo, lo attorniamo cercando di carpire una verità, un'essenza, una sostanza. Nemmeno la sua stazza (alto 24 metri) lo ha salvato. Sembra di entrare in una cripta a cielo…
La verità di Anna Magnani: al Vittoriano la mostra che omaggia la grande attrice italiana
“Io non mi considero un’attrice. Se piglio fuoco brucio bene, se no non c’è niente da fare”, così Anna Magnani si descrisse quando ricordò l’incontro con il poeta Giuseppe Ungaretti che la omaggiò come “l’attrice più grande di tutti i tempi”.La mostra “Anna Magnani, la vita e il cinema”, curata dal critico cinematografico Mario Sesti, intende rendere un tributo alla carriera della Magnani  (1908-1973) e al suo essere ‘vera’, di quella verità così rara (al giorno d’oggi più che mai), da conservare come un bene prezioso. Fino al 22 ottobre nella Sala Zanardelli all’interno del Complesso del Vittoriano sarà possibile…
Pagina 10 di 26

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM