Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Mangia, leggi, cucina: al Salone del Libro di Torino il cibo è servito!

In letteratura, si sa, non sono mai mancati i riferimenti al cibo. Tutti abbiamo presente il folle tea party ne “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” o la celebre madeleine inzuppata nel thè ne “La ricerca del tempo perduto” di Proust. Ma gli esempi non finiscono di certo qui. Come non citare, infatti, la tavola imbandita di prosciutti affumicati e speziati, di rustici di maiale e di Martini con ghiaccio descritti nelle pagine de “Il grande Gatsby”, o il latte al malto, ricco di fibre, gustato da il giovane Holden nell’omonimo romanzo di Salinger, o, ancora, la ricca colazione preparata da Calpurnia ne “Il buio oltre la siepe” del Premio Pulitzer Harper Lee (recentemente scomparsa) fatta di verdure, pane, pollo e spremuta di frutta, «neanche fossimo alla Casa Bianca».
Guy de Maupassant diceva che la gastronomia, più della scrittura, fosse la sua unica passione; di certo, oggi, che quella tra il cibo e la letteratura sia una formula vincente se ne sono accorti tutti, inclusa la più famosa fiera del libro italiano, quella di Torino. Infatti, per il quarto anno consecutivo, dal 12 al 16 maggio, il Salone Internazionale del Libro offrirà uno spazio del proprio Lingotto alla cucina e all’alimentazione, la Casa Cook Book. Un’area interamente dedicata ai grandi chef, esperti di cultura enogastronomica e star della tv, nata appositamente per rispondere alle esigenze di un pubblico sempre più attento alle tematiche inerenti al gusto, salute e benessere. Oltre trenta gli espositori confermati, pronti a raccontarsi e a presentare le proprie pubblicazioni, tra cui i nostrani Cucchiaio d’Argento, FunnyVegan, CHEFUORICLASSE e il prestigioso brand internazionale Phaidon Press che ha sedi a Londra, Barcellona, Parigi, Milano, Tokyo e New York.
Il vero cuore di questa Casa è però lo Show Kitchen, un ampio spazio da cento posti che ospita oltre cinquanta eventi tra degustazioni e dimostrazioni di cucina, al quale vanno ad aggiungersi, per la prima volta, i laboratori di cucina del Cook Lab curati da aziende leader del settore come Voiello, Gambero Rosso e l’Accademia Food Lab. Per tutti gli amanti della cucina sarà dunque un’esperienza unica con la possibilità di toccare con mano gli utensili e le materie prime del mondo culinario e di ascoltare i consigli di esperti quali Roberto Ghisolfi, Sara Papa, Luca Scarcella, Davide Longoni e Lisa Casali. Dalla pasticceria alla degustazione dei vini, dalla preparazione del pane alla realizzazione di ricette vegane e ancora dalla pasta fresca fatta a mano alla realizzazione di piatti a base di frutta, ce n’è davvero per tutti i gusti. Un’occasione insomma da non perdere per chiunque decidesse di sentirsi chef per un giorno e per scoprire un altro lato della Fiera, quello in cui il cibo è un attore protagonista esattamente quanto il libro.

Camilla Giantomasso 08/05/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM