Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

The Unexpected Happening, il provocatorio evento con il dono dell’ubiquità

«The Unexpected Happening è il grande incontro tra suono e immagini, tra professionisti ed emergenti», così Renato Marengo, direttore di Cinecorriere, ha aperto la conferenza stampa tenutasi il 9 marzo presso il Radisson Blue di Roma.
Si tratta di un format trasversale che «elimina finalmente le barriere tra le arti» e che vede lavorare fianco a fianco musicisti e fotografi.
Tra i primi figura Marco Testoni: compositore, strumentista e fondatore dei Pollock Project. Assieme alla cantante Elisabetta Antonini e al clarinettista e saxofonista Simone Salza, spingono la musica elettro-jazz verso il live act, dove cioè suono e visuale si fondono in una nuova e provocatoria forma artistica. Nella continua ricerca di bellezza e stupore, ha inizio la collaborazione con il fotografo Andrea Bigiarini, lo stesso che suggerirà loro il titolo del terzo album. AH! richiama infatti una celebre espressione del Kena Upanisad (parte dei testi religiosi indiani) che si riferisce allo sgomento dell’uomo davanti al bagliore del fulmine, il medesimo che dovrebbe travolgerlo durante la creazione artistica.
Per questo motivo The Unexpected Happening sarà suddiviso in quattro momenti e location differenti: sabato 12 marzo si terrà all’Auditorium Parco della Musica il concerto dei Pollock Project, in occasione del quale verrà presentato il nuovo album "AH!"; presso Galleria Lancellotti, dall’11 al 26 marzo, la mostra collettiva Impossible Humans vedrà esposti gli scatti del movimento iphoneografico; infine nei luoghi degli eventi sarà allestito un contest ed un set fotografico estemporaneo a cura degli artisti visuali del New Era Museum.
Si tratta, a livello mondiale, dell’unico museo senza pareti interamente dedicato alla Mobile Art. Andrea Bigiarini ne è, assieme ad altri centocinque tra gli artisti internazionali più famosi di questa disciplina, membro fondatore. Missione del NEM è quella di sviluppare la conoscenza e l’uso della fotografia mobile digitale con fini artistici; l’iphoneografia infatti, stimolando la creazione di un nuovo tipo di arte popolare, permette, attraverso un qualunque dispositivo mobile, di vedere un’immagine nascere, trasformarsi e completarsi all’interno dello stesso.
E un ruolo fondamentale per The Unexpected Happening spetta all’emergente Galleria Lancellotti che nella continua promozione di Street Art e Pop Art, ospiterà la mostra Impossible Humans. Qui saranno raccolte le opere dei fotografi del NEM –Jury’s eye, gli stessi che sono anche elementi della giuria del contest che ha chiesto a fotografi da tutto il mondo di mostrare con le proprie immagini l’uomo dei nostri giorni, la sua anima e le sue profondità. I vincitori saranno esposti nella seconda sezione della mostra, Selected Artworks.
Così Roma apre finalmente le porte a un nuovo e ormai affermato modo di concepire l’arte: una perfetta fusione di intenti tra artisti poliedrici alla continua ricerca di bellezza.

Elena Pelloni 12/03/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM