Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Tempi moderni: l’album onesto su adolescenza e vita adulta di Lapolveriera

Mag 17

In uscita il 5 maggio 2023 il disco d’esordio della band veneta Lapolveriera, l’album intitolato Tempi Moderni, edito da Baldoria/Maninalto è già disponibile su tutte le piattaforme digitali e in tutti i digital store vantando non poche novità.
Lapolveriera, band indie rock italiana nasce a Verona nel 2019 ed è formata dai suoi quattro componenti: Giovanni Maragnoli alla chitarra, tastiera e voce, Giovanni Magagna, chitarra solista e cori, Michele Fontana al basso e Riccardo Masenelli alla batteria.
Il gruppo, dalle influenze folk e cantautorali vanta già non poche collaborazioni avendo, nel corso dei primi anni, aperto concerti di artisti del panorama musicale italiano e internazionale.
Nel 2022 vi è la pubblicazione dei loro primi tre singoli: Radici, Ego e Cemento Rosso con Omar Pedrini alla produzione artistica.
Ad oggi l’uscita di Tempi Moderni, il cui omonimo singolo vanta la collaborazione di Federico Poggipollini alla chitarra elettrica e voce; un singolo forte, ribelle ed onesto, una presa di coscienza nei confronti del mondo manipolativo che ci circonda: dalla televisione, al bigottismo, a chi non si evolve mai.
Sempre sull’onda dell’onestà anche il loro album, che mette in luce, con franchezza, la realtà della vita adolescenziale ed adulta. Per farlo, una raccolta sentita di errori, sogni e storie come dichiara la band: “abbiamo raccontato in nove storie quello che siamo stati capaci di sentire, vedere e forse capire all’interno delle nostre vite. Ogni esperienza ci ha lasciato un segno, ci ha fatto provare qualcosa, che è rimasto dentro di noi fino al momento di trasformarsi in canzone, il sound che caratterizza il disco è un indie rock che spazia dalle ballad, fino ai brani più spinti con sonorità rock più classiche”.
Ed è su questa spinta che si basa l’intera tracklist dell’album dove, ai tre singoli precedenti, si aggiungono: L’era dei Cantautori, Buongiorno la Fine, Grafite, Stelle d’estate, La solita storia e Tempi Moderni.
Un album onesto quindi, che non vediamo l’ora di ascoltare.

Ilaria Savoia  17/05/2023

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM