Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 681

La R(adio)evolution del servizio pubblico: in arrivo Rai Radio 1 Sport e Rai Radio 2 Indie

La famiglia Radio Rai si allarga, si amplia l’offerta per gli ascoltatori, grazie a due nuovi canali tematici in partenza nel mese di giugno: Radio 1 Sport e Radio 2 Indie. Arriva così a 12 il bouquet dei canali sulla piattaforma Rai Radio, oggi interamente fruibile su tutti i device: web, app, ddt, sat e dab+.

La prima ha un focus sul calcio e non solo: spazio anche a ciclismo, Moto GP, basket, pallavolo, dunque sport a 360°, passando per grandi eventi quali i Mondiali di Russia 2018, il Golden Gala di atletica, i Giochi Paralimpici e le Olimpiadi di Tokyo 2020. La seconda nasce dall'esperienza di intercettare i suoni di domani, le tendenze del futuro, ciò che fa stile oggi e che piace soprattutto al pubblico giovane. Dunque spazio alla nuova scena indipendente, al rock alternative, alla nuova musica pop italiana, senza preclusione di stili e suoni.

Questi progetti sono stati ampiamente e orgogliosamente descritti nel corso della conferenza stampa tenutasi in Via Asiago 10, alla presenza di Mario Orfeo – Direttore Generale Rai, Roberto Sergio – Direttore Rai Rai, Gerardo Greco – Direttore Radio 1, Paola Marchesini – Direttore Radio 2.

Francesco Angelo Siddi – Consigliere d’Amministrazione ha illustrato l’importanza del servizio pubblico in questa delicata era di transizione, di passaggio, che è sì di rivoluzione maRadio Rai soprattutto di evoluzione. «Difendiamo l’eccellenza», ha specificato, descrivendo i successi di Radio Rai degli ultimi mesi, sia dei canali generalisti (Rai Radio 1, Rai Radio 2, Rai Radio 3) che di quelli di servizio (Isoradio, Gr Parlamento) che dei 5 specializzati (Rai Radio Kids, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Radio Techete’, Rai Radio Live, Rai Radio Kids). Questo aspetto della targettizzazione è stato meglio chiarito da Roberto Sergio, che ha anche anticipato l’arrivo di un tredicesimo canale entro la fine del 2018: uno spin off di Rai Radio 3. Stefano Ciccotti – Chief Technology Officer Rai ha approfondito alcuni aspetti legati alle nuove tecnologie, quali le app (quella di Radio Rai nello specifico), l’utilizzo preponderante degli smartphone, l’ascolto in mobilità, dunque in automobile, che è un aspetto su cui c’è molta attenzione e volontà di ampliare la copertura e migliorare il servizio in modo ottimale entro il 2020. In questi due anni ancora molte cose cambieranno, come ha detto Gian Paolo Tagliavia - Chief Digital Officer Rai. «Cosa succede alla radio dopo l’FM?»: impossibile da dire, certo è che la digitalizzazione procede di parallelo passo alla sempre più specifica e ampia scelta di contenuti, progressivamente più su misura, calibrati sulel proprie preferenze. L’app consentirà a breve di personalizzare non solo le playlist e i podcast, ma persino il Giornale Radio! Una funzione, questa, che verrà lanciata tra poche settimane e permetterà proprio di scegliere gli argomenti preferiti (politica, attualità, spettacolo, sport...) per comporre il proprio Gr, della durata di 5 o 10 minuti.

Radio 1 Sport e Radio 2 Indie sono stati presentati al pubblico e alla stampa direttamente dai direttori responsabili, Greco e Marchesini.
Il canale dedicato allo sport inaugurerà in occasione della sfida Russia – Arabia Saudita (14 giugno) che aprirà i Mondiali di Calcio: talk, radiocronache in diretta, approfondimenti quotidiani. «Abbiamo deciso di espandere la passione degli Italiani per il calcio in un intero canale dedicato», ha detto Greco, con un velo di tristezza per la mancata presenza dell’Italia, che non si è qualificata per Russia 2018. Infatti uno dei claim dell’emittente recita proprio: “Non c’è l’Italia ma c’è Radio 1”.
La nascita di un canale interamente dedicato alla musica Indie testimonia l’attenzione del servizio pubblico nei confronti delle nuove tendenze, quelle soprattutto amate dai giovani. Questo nuovo canale si rivolge soprattutto a un target compreso tra i 15 e i 30 anni, appassionati di questo nuovo filone che vede tra i suoi principali esponenti Carl Brave, Pop X, Ghali, Calcutta. Proprio l’ultimo singolo del cantante di Latina “Paracetamolo” sarà il primo ad essere trasmesso on air. L’offerta comprende «Tanta musica e pochissime parole» ha specificato la Marchesini, con concerti live e approfondimenti. Il nuovo canale sarà disponibile dal 21 giugno e il claim recita: “La musica che crea indipendenza”.

Giuseppina Dente
06/06/2018

Tagged under radio rai    radio 1 sport    radio 2 indie    paola marchesini    gerardo greco    servizio pubblico   

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM