Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Pretty Little Liars: il #FAceToFace che lascia perplessi i fan

Sono passate sei stagioni dal primo trillo di cellulare in sincro delle quattro ragazze protagoniste di Pretty Little Liars. Marlene King, produttrice dello show, aveva assicurato ai fan, attraverso Twitter, che quest'estate sarebbe stata la #SummerOfAnswers, l'episodio 10 sarebbe stato il #GameOverCharles e le Liars sarebbero state #FAceToFace con -A.
Pretty Little Liars prima di essere un telefilm è soprattutto un fenomeno social. Attori, sceneggiatori e produttrice sono molto attivi su piattaforme come Twitter e Instagram e, avendo un audience molto giovane, sono riusciti a creare un fandom solido (#PLLArmy). Spettatori fedeli che vivono come un rito la visione del programma, con tanto di cupcake decorati a tema, e webcam che riprendono le loro reazioni alla visione della puntata, per poi condividere i video attraverso youtube.
Ogni pausa, che sia di metà o per il finale di stagione, è stata caratterizzata da una rivelazione, da un hashtag e da una… delusione, dalla seconda stagione in poi.
Dopo la rivelazione di Mona come primo -A, lo show si è aggrovigliato così tanto su se stesso e Marlene King ha promesso tante volte la verità (#BigReveal, #FatalFinale) che pure i fan, nonostante lo share per un programma Abc Family sia sempre rimasto alto, hanno iniziato a dubitare della parola data dalla produttrice.
Così in questo clima di grande attesa, di grande conclusione, con domande rimaste senza risposta dalla terza stagione trovare sotto il cappuccio nero di -A il volto di Cece Drake fa storcere il naso ai più.
La #SummerOfAnswers termina sì con delle risposte, ma che non si collegano bene alla trama e sembrano troppo semplici, la conclusione del mistero pare affrettata e quindi imprecisa. Se, alla luce di quanto scoperto, si volesse riguardare tutte le stagioni dalla terza fino ad ora, gli elementi per puntare il dito contro la bionda Cece non sarebbero né più né meno di quelli per puntare il dito contro i numerosi personaggi sospettati di essere -A e poi ritrattati (Ezra docet).
Stando al racconto della colpevole, quindi, Cece non è altro che il fratello, con tendenze di cross-dressing, di Alison e Jason rinchiuso al manicomio all'età di sei anni. Accusato ingiustamente della morte di Marion Cavanaugh, la madre Jessica decide di insabbiare la cosa corrompendo il detective Wilden e inscenando la morte del figlio, facendolo diventare Charlotte.
Charlotte, riesce ad avere dei permessi per uscire dal Radley e si avvicina ai fratelli con lo pseudonimo di Cece Drake. Nella fatidica notte della scomparsa di Alison, è lei che la colpisce, prendendola per Bethany Young (che invece viene colpita da Mona pensando fosse Alison). Tornata al Radley, Cece/Charlotte incontra Mona - dopo esser stata scoperta come -A - e decide di prendere il suo posto nel gioco per torturare le ragazze che - a detta di Mona - sono felici della presunta dipartita di Alison.
Se la scelta del colpevole può destare dei dubbi, questi dovrebbero essere messi a tacere grazie alla spiegazione. Purtroppo non è così. Primo grande errore è la cronologia degli eventi.
Secondo il racconto di Cece a uccidere Marion Cavanaugh è stata Bethany Young – giovane paziente e amica di Charles - nell'episodio vediamo la scena con Bethany e Charles dodicenni, mentre in un flashback di Toby (4x01) vediamo Alison e Toby quindicenni mentre parlano e vengono interrotti da Marion, episodio antecedente al suo ricovero. Essendoci cinque anni di differenza fra Alison e Charles, è impossibile che al momento della morte di Marion Charles fosse così giovane.
Per questo, la conferma di Marlene King a The Hollywood Reporter che il twist-plot della story-line di Charles, inserendo il tema del travestitismo e transgender, le sia venuta in mente durante la terza stagione sembra vacillare.
Ancor più contestabile è la scelta di far indossare i panni di Red Coat e Black Widow a Sara Harvey, personaggio nominato nella quarta stagione e ritrovato assieme alle Liars nella 6x01, quando i produttori potevano pescare, anche ad occhi chiusi, nel mucchio dei finti sospettati presentati dalla terza stagione in poi.
Nonostante tutto, in un'intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, Marlene si dice contenta della risposta del pubblico per il finale di metà stagione. "Quello che amo di questo show è che si può teorizzare molto, nella nostra grande famiglia di PLL ci sono molti dibattiti, e persone che sono d'accordo e in disaccordo tra loro." Non si può darle torto, sui vari siti e forum dedicati allo show molti spettatori hanno dato libero sfogo alla loro immaginazione creando teorie e possibili conclusioni molto originali e più convincenti di quello che è stato mostrato martedì scorso.
Nonostante tutto, martedì 11 agosto, con 1.585.973 tweets, “Game Over Charles” ha portato Pretty Little Liars al quarto posto nella lista dei telefilm più twittati nella storia della televisione via cavo.
L’appuntamento ora è a gennaio, con la seconda parte della storia delle Liars e con un nuovo mistero. Oltre a Hanna, Aria, Spencer, Emily e Alison, Marlene King ha annunciato – durante l’intervista a The Hollywood Reporter - che torneranno personaggi ben noti al pubblico come Lucas, Melissa e Jenna. Torneranno i PLL boys Caleb, Toby, Ezra e sarà presente anche Sara Harvey. Non mancheranno i genitori delle ragazze.

Angela Parolin 13/08/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM