Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Tommaso Chimenti trionfa al Premio Internazionale di critica teatrale al Festival de Almada-Lisboa

Il nostro collaboratore Tommaso Chimenti, giornalista e critico teatrale, ha vinto il prestigioso “Grande Premio Internazionale di Giornalismo e Critica Teatrale Carlos Porto” al Festival de Almada di Lisbona per i testi e le recensioni prodotte in occasione della rassegna dello scorso anno. Il Festival teatrale di Almada compie quest’anno i 35 anni, è organizzato dal gruppo teatrale Companhia de Teatro de Almada, diretta dal regista Rodrigo Francisco, che invece è attiva da 40 anni, e si svolge ogni anno nel mese di luglio, dal 4 al 18. Il Premio si divide in tre categorie: Il “Grande Premio” (vinto da Chimenti), il “Premio Porto per la stampa generalista”, e il “Premio Porto per la stampa specializzata”.IMG-20180719-WA0010.jpg_MG_0042.JPGQuesta la motivazione della giuria composta da un rappresentante della municipalità di Almada, un membro dell’Ordine dei Giornalisti portoghesi, un delegato del Sindacato dei Giornalisti, un nominato dei Lavoratori dello Spettacolo e un componente della Società degli Autori: “A Tommaso Chimenti, per la serie di testi sul Festival di Almada, di elevata qualità e creatività, pubblicati sulla rivista Hystro, sul portale Erodoto 108 e sulla testata giornalista on line recensito.net. Per il parallelismo tra l’arte e la città e per il legame del Festival con lo spazio fisico dove è inserito, in un’ottica e approccio differenti e innovatori” (http://www.jornalistas.eu/?n=9809).
Il riconoscimento è stato consegnato in occasione della serata conclusiva del festival. Chimenti è stato premiato per aver redatto le recensioni sugli spettacoli “Operarios” della compagnia portoghese Utero, “A perna esquierda de Tchaikovski” con la francese Barbora Hruskova, “Svaboda” dell’argentino Bernardo Cappa, “Mae” dei belgi Peeping Tom, “Tempestade” del portoghese Joao Garcia Miguel.36874283_10209221733578789_6013874209279705088_n.jpg
Il premio, istituito nel 2008, è intitolato alla memoria di Carlos Porto, critico teatrale, poeta e drammaturgo portoghese. In questi anni hanno vinto giornalisti e critici di importanti testate portoghesi, spagnole, sudamericane, anglosassoni 36836404_10209222055906847_1443639070549868544_n.jpge statunitensi: Primer Acto, Publico, Revista Obscena, Latin American Theatre Review, Diario de Noticias, Jornal de Letras,Jornal espanhol Gara, Revista ADE, ABC, Teatro Critico Universal, Jornal Raio de Luz, Expresso, L'Humanité, L'Apuntador, Jornal I, The Guardian, El Mundo. Negli anni, due menzioni tra i giornalisti italiani: nel '09 per Gianfranco Capitta de Il Manifesto e nel '13 per Mario Mattia Giorgetti e Rosanna Bocchieri di Sipario.
Qui il bando integrale: https://aviagemdosargonautas.net/2018/06/15/festival-de-almada-35-a-edicao-apresentacao-a-comunicacao-social-premio-internacional-de-jornalismo-carlos-porto/

La redazione 19/07/2018

Tagged under tommasochimenti    premiocarlosporto    internazionale    premiogiornalismo    critica    festivaldealmada    lisbona    lisboa    almada    rodrigofrancisco   
Pubblicato in News

Related items

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM