Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Intervista a Sergio Assisi: regista di "A Napoli non piove mai"

In occasione dell’Ariano International Film Festival l’attore Sergio Assisi ha presentato il suo primo lavoro da regista e produttore “A Napoli non piove mai”, una commedia, che come lui stesso ha sottolineato, è un omaggio ai grandi volti e simboli di Napoli, da Eduardo De Filippo a Massimo Troisi. Sergio Assisi, nei panni di Barnaba, soffre della sindrome di Peter Pan mentre l’intelligente Sonia, interpretata da Valentina Corti, è una storica dell’arte che soffre della sindrome di Stendhal. La positività e l’ottimismo che permeano la città dove non piove mai, dopo lo scontro tra le due differenti personalità, riusciranno in qualche modo a riportare il sereno nelle loro vite. Noi di Recensito lo abbiamo incontrato e ci siamo fatti raccontare la sua esperienza e il suo rapporto con la sua città natale. 

Come è nata l’idea di realizzare questo film?
“Di solito nel primo film c’è sempre tanta autobiografia, tanti aneddoti raccolti nel tempo, un’idea maturata da quando avevo dodici anni, ho impiegato venticinque anni per farlo, ma non è importante il quando, ma il come. Le riprese sono cominciate un anno fa, nel mese di luglio, un periodo che stranamente è stato piovoso, tanto che molti mi hanno consigliato di modificare il titolo (ndr. dice scherzando); e come se non bastasse i lavori sono stati sospesi dopo venti giorni a causa di un mio incidente alla gamba. Ma con grande forza ho cercato di continuare il mio lavoro.”

Perché “A Napoli non piove mai”?
“Perché è il cuore del Sud, anche quando piove, anche quando le cose vanno male, alla fine, si cerca sempre di credere che possano migliorare. Non mi piace ironizzare in maniera gratuita sulla mia città, ci sono numerosi problemi e disservizi ma bisogna ricordare che custodiamo uno spirito che ci ha resi famosi in tutto il mondo, abbiamo forza e coraggio, non ci arrendiamo anche di fronte ai pochi mezzi che abbiamo.”

Ci sono altri progetti o sceneggiature nel cassetto?
“Già sto lavorando al secondo film, con la speranza che "A Napoli non piove mai abbia un buon riscontro di pubblico, in modo da partire subito con il prossimo perché adoro le commedie. Avrà una diversa ambientazione, tra l’Italia e un Paese estero che non posso dire.”

Il film sarà distribuito nelle sale il primo ottobre 2015 e Sergio Assisi si è avvalso della collaborazione con il musicista Louis Siciliani per una colonna sonora del tutto inedita.

Gerarda Pinto 01/08/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM