Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Morbius: l'antieroe Marvel arriva al cinema

Il 31 Marzo uscirà nelle sale cinematografiche italiane, distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia, il nuovo e attesissimo cine-comic diretto da Daniel Espinosa. Prodotto da Sony Pictures, Morbius vanta un protagonista d’eccezione, il premio Oscar Jared Leto. Oltre a lui, nel cast troviamo Matt Smith, Adria Arjona, Jared Harris, Al Madrigal e Tyrese Gibson.
Ambientato a New York, il film racconta la storia di un dottore, Michael Morbius, affetto da una misteriosa malattia del sangue. Nella disperata ricerca di una cura, l’uomo arriva a combinare il DNA di un pipistrello vampiro con quello umano. Il trattamento lo porterà a possedere abilità straordinarie, come una forza e un’agilità sovrannaturali o la capacità di ecolocalizzazione. Allo stesso tempo, Morbius si troverà a subire una trasformazione, anche fisica, che lo porterà ad essere un mostro assetato di sangue, come la creatura da cui ha estratto il DNA. Una sete che non può controllare.
"Sono attratto dai ruoli in cui c'è un'opportunità di trasformarsi: trasformazione fisica, ma anche mentale, emotiva, qualsiasi cosa", dichiara Jared Leto. Ed è stata proprio una grande trasformazione, infatti, a conferirgli il premio Oscar come miglior attore non protagonista nel 2013 per Dallas Buyers Club. Per l’attore non si tratta della prima incursione nel mondo fumettistico, avendo già interpretato nel 2016, per la Warner Bros. il Joker di Suicide Squad. A differenza di quell’esperienza però, Leto dichiara "Sono entusiasta di accettare la sfida di mettere sullo schermo un personaggio che non era mai stato sullo schermo prima". Infatti, Morbius, è la prima trasposizione cinematografica del celebre nemico di Spider-Man.
A rendere affascinante e innovativo il film è, secondo Espinosa, l’umanità interiore del personaggio, il suo dualismo tra medico altruista e mostro assetato di sangue. "Per diventare l'eroe, deve accettare il suo destino”, afferma il regista. In fondo, è questo il bello degli antieroi, come Magneto, Venom o Wolverine. Non appartengono mai a un solo lato, quello del bene o del male, vivendo invece nella ricerca di un perenne equilibrio. Una continua lotta estremamente affascinante per il pubblico che li ama e li segue da anni, a partire dalle pagine dei fumetti.

Giulia Gambazzi  17/03/2022

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM