Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 769

“Futura”, il racconto di perdita e rinascita. Al cinema nel nuovo film di Lamberto Sanfelice

Musica jazz e il ritmo delle sfumature della psiche umana: sarà questo il cuore pulsante del nuovo film di Lamberto Sanfelice, dal titolo “Futura”, al cinema dal prossimo 17 giugno 2021. Sotto la distribuzione di Adler Entertainment e la produzione di Indiana Production, MeMo Films, Lalavì Film e Rai Cinema, il giovane regista napoletano torna sul grande schermo dopo il glorioso successo del suo primo lungometraggio “Cloro”, nominato ai David di Donatello e ai Globi d’oro 2015.
Come racconta lo stesso ideatore, la nuova pellicola prende forma dalla meraviglia di un incontro: “Un giorno camminando ho sentito una tromba che suonava jazz e il suono dello strumento proveniva da un tassista seduto al posto di guida nel suo veicolo parcheggiato alla fermata”. Da qui hanno preso forma alcune domande: come mai quest’uomo ha abbandonato la musica e cosa succederebbe se tornasse ad inseguire la sua passione?
Nasce così il personaggio di Louis - interpretato da Niels Schneider, attore caro al regista Xavier Dolan, con cui ha lavorato nei film "J'ai tué ma mère" e "Les amours imaginaires" - un jazzista di talento alla ricerca di una seconda possibilità nella vita. Tra il tentativo di scappare da ogni sana relazione umana, un irrisolto rapporto con la figura paterna e una ormai vita notturna ritmata dallo spaccio di droghe e dalla musica elettronica, come rifugio ad una frustrazione per un'esistenza che non sente più sua, il film si fa portavoce di un linguaggio universale teso a rendere giustizia ad un uomo che vuole riappropriarsi della sua vera essenza.
Oltre a Daniela Vega nelle vesti di Lucya
, una spacciatrice trans cilena dotata di grande potenza canora che esibisce cantando la Madama Butterfly di Puccini nei locali notturni, completano il cast esponenti straordinari del jazz italiano e internazionale come Stefano Di Battista ed Enrico Rava, gli autori della colonna sonora che scandisce ogni momento della vita, perduta e notturna, del protagonista Louis.

Manuela Poidomani 04/06/2021

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM