Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 763

“L’Oro di Famiglia”: il cortometraggio di Emanuele Pisano in nomination per la 66esima edizione del David di Donatello

Emanuele Pisano, giovane e talentuoso cineasta siciliano, si aggiudica la candidatura al David di Donatello per il miglior cortometraggio con “L’oro di famiglia”.
Il film narra la storia di un giovane ladruncolo e di una rapina andata a male. Tra la refurtiva un album di fotografie cattura l’attenzione del ragazzo: un oggetto che all’inizio sembra essere insignificante ma che poi si rivelerà essere molto più prezioso di oro e argento. Il protagonista, travolto da un tormento interiore, andrà a sua volta alla ricerca del proprio album di famiglia, convinto che un lontano ricordo offuscato dal tempo possa ritornare vivido attraverso delle semplici foto. Quindici intensi minuti nati da un'esigenza essenziale al regista, quella di raccontare la nostalgia che si prova verso la propria infanzia e il legame viscerale che attanaglia l'uomo alle proprie origini e al proprio passato. Oggi più che mai attuale, il corto offre una riflessione sull’era digitale, un’epoca governata dalla tecnologia che, negli ultimi 50 anni, ha cambiato radicalmente il mondo della fotografia. Lo stesso regista afferma:
Nel mondo si scattano ogni anno 2,5 trilioni di immagini: milioni di milioni di scatti che, nella maggior parte dei casi, rimangono confinati in supporti digitali e vengono visualizzati per lo più su dispositivi elettronici. Solo una percentuale minuscola di quelle immagini viene stampata e conservata come si faceva con le foto analogiche. Io amo chiamare le fotografie stampate “memorie tangibili”, perché la fotografia va anche toccata e ascoltata: va vissuta.
In attesa del prossimo cortometraggio, che verrà interamente girato in Calabria sulla Riviera dei Cedri, con “L’oro di famiglia” Pisano ci regala uno scorcio di assoluta bellezza che ha già trovato consensi tra il pubblico. Dopo poco più di un anno dalla prima proiezione il corto si è infatti aggiudicato il premio “Rai Cinema Channel” all'Ortigia Film Festival, e ha ricevuto più di 30 riconoscimenti in festival nazionali ed internazionali.

Elisa Pizzato  29/04/2021

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM