Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Su Rai Uno “Rocco Chinnici - E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte”: il ritratto umano di un giudice e di un padre che ha combattuto la mafia

Andrà in onda su Rai Uno, martedì 23 gennaio, in prima tv assoluta, “Rocco Chinnici - E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte”, film sulla vita del giudice Rocco Chinnici, tratto dall’omonimo libro della figlia Caterina, con la regia di Michele Soavi.
Ne emerge una descrizione dell’uomo dal punto di vista privilegiato della figlia, con un taglio narrativo che ne rivela soprattutto la grande umanità, la vita pubblica e privata.Film chinnici
A dare corpo e anima a Chinnici, uno straordinario Sergio Castellitto, che interpreta alla perfezione gli stati d’animo e la psicologia di un integerrimo uomo di Stato assassinato dalla mafia nel1983, ma anche padre attento e affettuoso. Centrale è ,infatti, il tema della paternità, in quanto il giudice è stato padre del primo pool antimafia e in qualche modo dei giovani Falcone e Borsellino. Rocco Chinnici è stato il primo magistrato italiano a comprendere che la mafia avesse legami con ambienti imprenditoriali, politico istituzionali e con associazioni malavitose internazionali, e il primo a pensare che lo scambio di informazioni tra magistrati sulle indagini di delitti di mafia, fosse fondamentale. Era fortemente convinto che la guerra alla mafia si dovesse combattere insieme e così diede vita al primo gruppo di magistrati impegnati a contrastare la criminalità organizzata, il cosiddetto pool antimafia.
A 35 anni dalla sua scomparsa, la Rai per la prima volta celebra la figura di Chinnici con un film di qualità che parla della storia dell’Italia migliore, di uomini e donne che hanno scelto secondo coscienza di combattere la mafia, rivelando la verità al Paese, soprattutto quella che riguarda il sud. Un viaggio attraverso la vita professionale del giudice, ma anche della figlia Caterina, interpretata da Cristiana Dell’Anna, giovane donna che negli anni ’70 , in cui la mafia commetteva efferati delitti come quello di Piersanti Mattarella, Cesare Torrenova, Gaetano Costa, Pio La Torre, Carlo Albero Dalla Chiesa, decise di intraprendere la carriera del padre con lo stesso coraggio.
Ho voluto fortemente questo film"- dichiara il produttore Luca Barbareschi- “per raccontare come il ruolo del servitore dello stato sia determinante nel meccanismo democratico di un Paese. Sono orgoglioso soprattutto di poter raccontare un’eredità di valori profonda e importante: come un padre ha passato il testimone alla propria figlia dal punto di vista professionale e umano e come le ha trasmesso un profondo valore etico che le ha permesso di sopportare un dolore terribile e di trasformarlo in forza.
Rocco Chinnici- E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte” è ,dunque, il racconto di una famiglia su cui incombe l’ombra della mafia, è la storia di un rapporto esclusivo tra un padre e una figlia che combattono contro le ingiustizie e la criminalità organizzata per far prevalere la verità e la giustizia. Il ritratto umano, sincero e toccante di un uomo, un padre, un giudice, un professionista, un eroe dello stato, con le sue fragilità e le sue forze.

Maresa Palmacci 17-01-2018

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM