Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

RFF2015: Chuck Bass apre gli occhi e cerca vittime a Los Angeles in “Wicked City”

“Wicked City”, presentato fuori concorso al Roma Fiction Fest, ha il classico sapore dello show americano.
Ambientato a Los Angeles negli anni ’80, vede protagonista Ed Westwick (Kent Galloway) nei panni dell’adescatore di giovani sognatrici che si lasciano ammaliare dal fascino del bravo ragazzo e finiscono per appartarsi in macchina con lui dove però vengono uccise.
Nemesi del killer è Jeremy Sisto che, abbandonati i panni del padre single in “Suburgatory”, interpreta il detective Jack Roth, personaggio non così cristallino come vorrebbe apparire.
Tra canzoni rock dei glitterati anni ’80 e strisce di cocaina sui bordi dei lavandini dei club, “Wicked City” racconta la doppia vita del serial killer Kent con la parafilia della necrofilia, ma che di giorno è un baby sitter amorevole.
La strada di Kent incrocerà quella di Betty Baumontaine (Erika Christensen), madre e infermiera con una predilezione per il sadico.
La puntata si conclude infatti con Kent e Betty che si allontanano dal bar, territorio di caccia, assieme a una giovane innocente aspirante attrice.
Messo in onda il 27 ottobre dall’ABC, erano state richieste altre otto puntante, ma è notizia di pochi giorni fa che la serie verrà cancellata.
“Wicked City” diventa così la prima produzione ABC della stagione 2015-2016 ad essere cancellata, ma ciò forse non sorprende conoscendo il target del canale, che fa riferimento a famiglie e a ragazzi giovani.
Forse un serial killer e una sadica degli anni ’80 avrebbero avuto vita più facile e lunga su un canale come The CW.

Angela Parolin 18/11/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM