Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 707

Risate e problemi di coppia: buona la prima per "The Prudes", in scena all'Off Off fino al 28 aprile

Ridere degli altri per sorridere di se stessi. E’ l’invito controfirmato e spedito da Gianluigi Fogacci e Carlotta Proietti attraverso “The Prudes”, la commedia che martedì 16 aprile ha debuttato all’Off-Off Theatre con grande riscontro di pubblico. Una storia garbata e dissacratoria, per tutti e forse di molti. La storia di Jimmy e Jess, una coppia insolita e stravagante che si presenta sul palcoscenico di un teatro per rappresentare, denunciare e vivere un dramma. Da molto tempo i due non riescono a condividere un’ intimità sessuale e sono giunti ad un ultimo tentativo per risolvere la delicata faccenda: consumare un rapporto davanti ad una platea.

Un disperato esperimento, prima di rassegnarsi ad una vita priva di piaceri carnali. L’espediente darà vita ad un singolare scambio di battute fatto di rivelazioni, vecchi rancori, parole non dette, smascheramenti e colpi di scena. Una sorta di seduta terapeutica collettiva in una rocambolesca diatriba teatrale e metateatrale. The Prudes è una brillante messa in scena, che sfrutta uno dei principali trending topic della comicità per raccontare debolezze ed inquietudini della vita di coppia. Una sincera presa di coscienza che risuona come dichiarazione d’amore nei confronti di se stessi prima che del partner. E’ una sottile indagine sociologica, che forse prescrive e sottintende un diverso utilizzo della conversazione all’interno della vita privata.

Lo spettacolo, tradotto in italiano da Natalia di Giammarco, gioca molto sulla valenza della parola Prudes che in inglese significa puritani, moralisti. Il testo originario è di Antony Nelson, drammaturgo e regista scozzese, tra i maggiori esponenti dell’ In-yer-face theatre. Si tratta di un genere teatrale volto a suscitare disagio negli spettatori tramite tecniche o tematiche che possono urtarne la sensibilità. Il tema del sesso, utilizzato in maniera intelligente e mai banale, diviene principio di causa ed effetto, azione e reazione. E’ il un punto di fuga travestito da pretesto, verso il quale diverse linee simboliche sembrano dover convergere per dare vita ad una nuova prospettiva.

Il ritmo è svelto e sostenuto e accompagna una sequenza di avvenimenti nella quale a rimanere unicamente a nudo è la fragilità dei personaggi. Gianluigi Fogacci e Carlotta Proietti sono interpreti briosi e disinvolti di un congegno dinamico e funzionante, che non si limita ad abbattere la quarta parete. Il pubblico è una sorta di commensale amichevole di un contesto consueto e familiarizzante. Una situazione affabile ed ordinaria, ideale per una divertente e divertita confidenza tra amici.
The Prudes è uno spettacolo sincero e sarcastico, pungente ed aggregante. Si avvale delle scene e costumi di Susanna Proietti, delle musiche originali di Giovanni Mancini e della regia di Gianluigi Fogacci. Una produzione Politeama Srl, sarà in scena all’Off-Off Theatre sino a domenica 28 aprile.

Francesco Caselli

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM