Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 687

Nel salone del Casino Pallavicini, all'interno del Palazzo Pallavicini – Rospigliosi al Quirinale, si rinnova l'appuntamento con “Vino e arte che passione”. La manifestazione, giunta alla terza edizione, coniuga le degustazioni di vino delle migliori aziende italiane con la visione di celebri opere d'arte. L'evento ideato e realizzato da CT Consulting Events, società esperta nel settore del “Food & Beverage”, privilegia dunque i sensi dell'olfatto e della vista. Un vero e proprio simposio in cui facilmente possono riecheggiare i versi di Giovanni Pascoli: “Te la coppa ora giova: ora tu lodi / più vecchio il vino e più novello il canto”.
Tra le opere artistiche si segnalano: la famosa Aurora affrescata da Guido Reni nel soffitto del salone Pallavicini; la Derelitta di Sandro Botticelli, il Ritratto muliebre di Annibale Carracci, il Trionfo della Castità di Lorenzo Lotto, la Fuga di Elena di Luca Giordano nelle sale della Galleria Pallavicini che vantano anche una serie pregevole di sculture antiche: la Minerva, la Diana cacciatrice e la cosiddetta Pastorella.
La manifestazione è un'occasione unica per «affinare la propria conoscenza enologica e scoprire i segreti delle cantine più importanti e storiche d'Italia», VINOeARTEchepassione2come dichiara entuasiasta Antonio Pocchiari, comproprietario della CT Consulting Events. Le aziende che consentono con la cura dei più esperti sommelier la degustazione dei loro prodotti sono più di cinquanta, provenienti in lungo e largo dalla penisola: dalla Sicilia (Baglio Di Pianetto, Barone Di Serramarrocco, Murgo), dalla Sardegna (Argiolas, Siddura), dal Lazio (Famiglia Cotarella, Tenuta di Fiorano) al Veneto (Col Saliz, Conte Emo Capodilista, Masi, Serego Alighieri, Villa Sandi) e al Friuli Venezia Giulia (Bastianich, Collavini, Borgo Conventi, Nonino); reginetta è naturalmente la Toscana che conta ben tredici produttori: Antinori, Castello Del Terriccio, Col D’orcia, Colognole, Frescobaldi, Le Mortelle, Mazzei, Petrolo, Podere Giodo, Ruffino, Tenuta Fertuna, Tenuta San Guido, Vignamaggio.

L'iniziativa è realizzata in collaborazione con i partner: Chopard, Centri Porsche di Roma, Principe Pallavicini, Trento Doc, Rocchetta, Nonino, Paolo e Noemia d’Amico.

Partecipano all'evento le aziende seguenti in ordine alfabetico: Antinori (Toscana), Argiolas (Sardegna), Baglio Di Pianetto (Sicilia), Barone Di Serramarrocco (Sicilia), Bastianich (Friuli Venezia Giulia), Borgo Conventi (Friuli), Bossi Fedrigotti (Trentino), Cantine Biondelli (Lombardia), Castello Del Terriccio (Toscana), Castello Di Gabiano (Piemonte), Col D’orcia (Toscana), Colognole (Toscana), Collavini (Friuli Venezia Giulia) Col Saliz (Veneto), Conte Emo Capodilista (Veneto), Falesco, Famiglia Cotarella (Lazio), Frescobaldi (Toscana), Il Pollenza (Marche), La Valentina (Abruzzo), La Scolca (Piemonte), Le Mortelle (Toscana), Letrari (Trentino), Mazzei (Toscana), Masi (Veneto), Murgo (Sicilia), Nonino (Friuli Venezia Giulia), Paolo e Noemia d'Amico (Lazio), Petrolo (Toscana), Pfitscher (Trentino Alto-Adige) Pio Cesare (Piemonte), Podere Giodo (Toscana), Pomario (Umbria), Principe Pallavicini (Lazio), Rivera (Puglia), Ruffino (Toscana), Serego Alighieri (Veneto), Siddura (Sardegna), Tenuta Fertuna (Toscana), Tenuta di Fiorano (Lazio), Tenuta San Guido (Toscana), Tenuta San Leonardo (Trentino), Tenute Sella (Piemonte), Tenuta Tenaglia (Piemonte) Tiefenbrunner (Alto Adige), Tor Maresca (Puglia), Travaglino (Lombardia), Trento Doc (Trentino), Vignamaggio (Toscana) Villa Sandi (Veneto), Zaccagnini (Abruzzo).

Enrico Lecca  16/05/2018

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM