Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Supermagic Infinito: tra stupore e meraviglia lo spettacolo teatrale incanta grandi e piccoli

In tempi così bui e incerti la magia è ancor di più una fuga dalla realtà, un momento in cui messo da parte lo scetticismo siamo pronti a vedere e credere nell’impossibile. Venerdì 1 Maggio a partire dalle 18 è stato reso disponibile online lo spettacolo del 2011 Supermagic Infinito, 100 minuti d’evasione in compagnia di alcuni tra i più grandi illusionisti provenienti da tutto il mondo. La parola Infinito posta nel nome dell’ottava edizione di questo festival internazionale della magia, giunto alla diciassettesima edizione, è un invito a lasciarsi trasportare in un luogo senza confini, al di là del tempo e dello spazio. Diretto da Renato Giordano, la storia si svolge nella misteriosa stanza di un teatro dove un vecchio custode (interpretato da Nicola Caccavelli) riceve il suo nuovo e giovane apprendista (a cui presta il volto Fabrizio Marotta). Non è un’eredità da poco quella che sta per ricevere, ogni oggetto in quella stanza ha un’anima e una storia a cui portare rispetto e, attraverso essi, comincia il viaggio nei mondi più incredibili e fantasiosi della magia.

In ordine d’apparizione il primo a calcare il palcoscenico è il giapponese Yo Kato, vincitore del primo premio al Campionato Mondiale dell’Arte Magica nel 2009. L’arte della manipolazione è il suo vestito di scena e con bacchette e ditali da cucito compie stupefacenti trucchi capaci di lasciare a bocca aperta. Segue il duo comico brasiliano Vic&Fabrini, il cui numero risulta essere il più divertente e spassoso dello spettacolo e sarà impossibile trattenere sorrisi e risate. Le colombe bianche (e non solo) irrompono dalle mani di Jae Hoon Lim, coreano, la cui velocità e destrezza è l’arma vincente per la riuscita dell'esibizione. Marcel Kalisvaart, olandese, è il principe delle illusioni. Giovane, brillante e pieno di energia, riesce a coinvolgere il pubblico grazie al suo numero di apparizioni e sparizioni. Partecipa allo spettacolo anche l’ideatore e direttore di Supermagic, Remo Pannain, che si destreggia con esperienza ed eleganza tra fazzoletti colorati e nodi mostrandoci un tipo di magia più classico, ma sempre gradito. A portare una scossa di adrenalina e suspance ci pensa il belga Aaron Crow che con l’aiuto del pubblico, una benda e una spada mostra tutto il suo talento di mentalista mettendo alla prova i propri riflessi e andando oltre il concetto di paura. Raymond Crowe, australiano, incanta con i suoi modi bizzarri e gentili, ballando un valzer con la sua giacca e dando vita al numero di ombre cinesi più visto su Youtube. Ultimo a salire sul palco è l’illusionista francese Dani Lary che con il suo charme da gentleman presenta un numero incredibile in cui anche un pianoforte è in grado di volare. Supermagic Infinito spettacoloacasa 3

“La magia è quella cosa che ovunque, sempre e da tutti è creduta” diceva Frank Mandel in Suspiria di Dario Argento, ed è vero. Qualcuno tra il pubblico tenterà, invano, di individuare e smascherare il trucco, ma in fondo tutti crediamo alla magia seppur in forme e modi diversi e inspiegabili. L’appuntamento, per tutto il mese di Maggio a partire da lunedì 4 continua nella pagina Facebook di Supermagic con la rubrica Segreti Svelati, dove sarà possibile imparare semplici trucchi d’illusionismo utilizzando oggetti che si trovano a casa condividendo così il potere della magia in famiglia. 

Tiziana Panettieri 

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM