Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Emiliano Russo: dalla Stand-up Comedy a Mosca passando per il Tanztheatre di Pina Bausch

Per Emiliano Russo (classe 1986) sono ormai lontani i tempi dell'Accademia "Silvio d'Amico", scanditi da lezioni giornaliere, incontri con maestri di fama nazionale e internazionale, ed esercitazioni di regia da presentare sotto l'occhio sempre vigile del corpo docenti.
Il giovane regista pontino, diplomatosi nel 2013 con "fromPINOCCHIO" (spettacolo pluripremiato al festival "Setkani/Encounter" di Brno, ed ospitato a Mosca all'interno della rassegna "Your Chance"), continua a far parlare di sè sulla scena teatrale contemporanea.
Nel Gennaio 2015 debutta "Assolutamente Deliziose", spettacolo presentato al Teatro Due di Roma - con il patrocinio dell´Accademia Nazionale d´Arte Drammatica - per la rassegna "Cantieri Contemporanei". Il testo è frutto di una delle autrici più trasgressive della scena britannica: Claire Dowie, fautrice di quella "stand-up comedy" che tanto fa ridere quanto riflettere. Interpretato da Flaminia Cuzzoli e Ottavia Orticello (anche loro attrici diplomate ANAD) con la regia di Emiliano Russo - dopo le repliche estive del Fontanone Estate XX Edizione e del Venus Rising Festival nella sezione Teatro del Gay Village Farm, arriva ora alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, il prossimo 25 Settembre, per poi spostarsi il 30 a Milano ed aprire il festival ILLECITE//VISIONI presso il Teatro dei Filodrammatici.
Lo scorso Agosto invece, il regista è stato affiancato dalla danzatrice del Tanztheatre di Pina Bausch, Marigia Maggipinto (già vista tra l'altro in "Dopo la Battaglia" di Pippo Del Bono) con la quale ha dato vita a "Come bestie allo stato brado", la prima residenza teatrale organizzata dal Comune di Cisterna di Latinsa, finanziata dalla Regione Lazio. La residenza ha visto protagonisti circa 30 artisti, fra attori, danzatori, cantanti e performers provenienti da diverse parti d'Italia che hanno portato in scena una moderna visione della figura del "buttero cisternese" in una performance finale dai toni poetici e onirici cari al teatrodanza.
Dal 10 al 20 Settembre invece, Emiliano Russo sarà uno dei partecipanti selezionati dall' UTE (Union des Theatres de l'Europe) e dal Teatro di Roma, alla masterclass tenuta dallo scenografo ungherese Csaba Antal, presso il Maly Theatre di Mosca. Il workshop vedrà protagoniste quattro coppie regista/scenografo provenienti da Italia, Grecia, Germania e Russia, tutti impegnati in un allestimento dell' Elettra di Hofmannsthal.
“We will try to approach this libretto by Hofmannsthal with the participants. It is completely different from the Ancient versions of Elektra. It´s a remarkable text that embraces all the movements that occured during the turn of the century: the feeling of the war, power and decadence, joy and sexuality, incest and hate, myths and humanity.“

(Davide Antonio Bellalba - 10/09/2015)

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM