Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

"Anelante": la logorrea del subconscio di Antonio Rezza e Flavia Mastrella

Il respiro affannoso di chi si trova nel mezzo di crisi freudianamente edipiche è il seme da cui nasce quest'ultimo spettacolo targato Antonio Rezza e Flavia Mastrella, tredicesima opera di un sodalizio artistico nato nel 1987 e che sembra essere più vivo che mai, generato da una metempsicosi continua. L'uomo anelante di Rezza si incarna nello strisciare affannosamente da uno stato d'animo all'altro, facendo il verso a sé stesso in un intreccio di incomprensioni col proprio subconscio.
 Difatti con Fratto_X, andato in scena per la prima volta nel 2012, si è concluso il ciclo di spettacoli in cui Antonio Rezza interagiva esclusivamente con il performer Ivan Bellavista, il cui corpo-burattino prendeva vita grazie al vibrare della voce dello stesso Rezza.
Il nuovo punto di partenza è quindi rimarcato dall'introduzione di nuove marionette: Manolo Muoio, Chiara A. Perrini ed Enzo Di Norscia. Il geniale "habitat" creato da Flavia Mastrella stavolta è più asciutto, proprio per dar spazio ai corpi, i quali, fondendosi con la scenografia, generano forme di sur-realtà completamente straniante e dal retrogusto grottesco.
Lo spazio per l'improvvisazione è limitato, la risata è strozzata in gola da una forma di aggressione che viene perpetrata incessantemente sullo spettatore indifeso, attraverso l'esaltazione della logorrea a forma suprema di trasporto emotivo e di disinteresse misantropico verso il prossimo.
L'indagine sui propri limiti, sulla propria sessualità e sul proprio Io sono i cardini su cui ruota lo spettacolo, un affresco squisitamente meta-psicanalitico in scena al teatro Vascello sino al 17 gennaio 2016.

Antonio Savino 17/12/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM