Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Al Piccolo Eliseo “Hanno tutti ragione”…?

Cocainomane allegramente senza tregua, cantante melodico con una malsana ammirazione per Frank Sinatra, donnaiolo innamorato solo della sua Beatrice e irrimediabilmente ferito dalla prima grande menzogna: l'immortalità dei suoi genitori. Tony Pagoda è il personaggio del primo spettacolo che apre la stagione teatrale del Piccolo Eliseo, interpretato da Iaia Forte la quale si confronta con la scrittura di Paolo Sorrentino riadattando il ruolo maschile del protagonista di "Hanno tutti ragione".
Lo spettacolo si ispira all'omonimo romanzo del regista Premio Oscar da cui fu tratto anche il ruolo del cantante napoletano affidato a Tony Servillo nel film "L'uomo in più", diretto dallo stesso Sorrentino. 
Attraversando un corridoio di neon, a terra cinque grandi lettere luminose disegnano una minimalista scenografia: Tony P., il protagonista attraversa anche la propria grottesca esistenza, durante un concerto di allucinati ricordi e sarcastiche considerazioni.
L'attrice e regista si muove e canta sul palcoscenico, sotto una fulva parrucca laccata, occhialoni anni ’70, completo nero a paillettes e stivali a punta, facendo della sua voce cavernosa un punto di appoggio non sempre solido. La voluta sproporzione degli elementi costitutivi del momento drammatico non produce l'effetto desiderato, il pubblico “interattivo” del Piccolo Eliseo però risponde e fa da coro alle musiche di Pasquale Catalano e Peppino Di Capri.

Credits spettacolo: http://www.teatroeliseo.com/spettacoli/hannotuttiragione

Miriam Larocca 11/10/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM