Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Al Festival Trame d’Autore piovono risate con la spassosa commedia degli equivoci “Il Cinglese” in scena al Teatro Grassi di Milano

Piccolo Teatro Grassi
19 settembre

Chinglish (Cinglese)
di David Henry Hwang
traduzione di Alice Spisa
con Valentina Cardinali, Angelo Colombo, Enrico Maggi, Annagaia Marchioro, Federico Zanandrea
light designer Roberta Faiolo
regia di Omar Nedjari
supervisione alla regia di Serena Sinigaglia

Piovono risate al Festival Trame d’Autore con la divertente commedia degli equivoci “Chinglish” (Cinglese): storia spassosa di un uomo d’affari americano che compie il tentativo estremo di lanciare una nuova impresa in Cina. Ma tre elementi sembrano osteggiare il suo progetto: non parla la lingua cinese, non conosce le usanze del paese, e s’innamora di un ministro, l’unica donna con cui non può assolutamente permettersi di avere una relazione. Un testo singolare, al 60% recitato in cinese da attori italiani. Una forte opera di satira sulla corruzione che attraversa l’imprenditoria e la politica, cui si mescola l’ardita sperimentazione linguistica, palese nell’utilizzo del bilinguismo e di raffinati giochi di parole. Un testo unicamente giocato sui tempi della commedia brillante americana sulla difficoltà della comprensione linguistica. Si pone l’accento sul problema della comunicazione e comprensione di una lingua completamente estranea agli attori italiani. L’idea allora è stata quella di ambientarla ad una conferenza stampa dove l’imprenditore italiano protagonista della commedia, si avvale di una interprete. Opera divertente e audace spettacolo che tenta la via di un linguaggio sperimentale, indagando su un tema universale, la corruzione della classe dirigente. Un testo dove evidente appare anche la trasformazione sul modo di vedere e pensare l’Occidente da parte della Cina. Se un tempo la Cina poteva guardare agli USA con grande ammirazione, oggi i cinesi devono invece capire il posto che noi occidentali abbiamo nei loro disegni. La Cina era difatti vista fino a qualche anno fa come ad una pozza di consumatori vergini. Il testo ha vinto il Josef Jefferson Award ed è stato rappresentato con successo a Broadway. Il suo autore, David Henry Hwang è il più importante drammaturgo e sceneggiatore sino-americano. Basti pensare che il suo lavoro più famoso, “M. Butterfly”, è stato in scena a Broadway per due anni e ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Pulitzer, il Tony Award 1988, il Drama Desk, e il John Gassner. Senza contare che Hwang lavora attivamente per il cinema e la televisione. Un testo “Il cinglese” , che ci ha fatto molto ridere e sorridere con una compagnia di attori strepitosa capace di tenere il ritmo sostenuto di dialoghi spassosi e serrati dove l’italiano si alterna al cinese.
Adele Labbate 20/09/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM