Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

“Spazi di Teatro”, la stagione estiva del Piccolo Teatro di Milano

Il piacere dell’aspettativa si accende in una fase inedita, una fase in cui la condivisione, anche se distanziata, può ancora dare voce all’autenticità del linguaggio artistico. Torna la stagione estiva del Piccolo Teatro di Milano con tredici spettacoli dal vivo e dieci dirette video fino al 20 settembre. La rassegna, realizzata in collaborazione con il Comune di Milano e la Fondazione Cariplo, si svolgerà interamente all’aperto, nel Chiostro Nina Vinchi e in nove spazi dei Municipi della città di Milano (Bocciofila Circolo Cerizza, Urbana New Living, Giardino delle Culture, Casa dell’accoglienza “Enzo Jannacci”, Casa Chiaravalle, BASE Milano, Mare culturale urbano, Chiostro Certosa di Milano, Biblioteca Cassina Anna), realtà significative per l’impegno sociale e una grande vivacità culturale.

Una programmazione a cielo aperto che rispetta le norme di sicurezza e regala al pubblico una varietà notevole accompagnata da proiezioni su grande schermo e dirette live previste all’interno degli spazi di Mare culturale urbano, centro di produzione artistica del settimo municipio. Fra i protagonisti Marco Paolini, Stefano Massini, Gabriele Lavia, Sonia Bergamasco, Davide Enia, Paolo Rossi, Massimo Popolizio, Michele Serra, la Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli, Lella Costa, Enrico Bonavera, Enrico Intra, e un’ospitalità del Teatro dell'Elfo, Frankenstein, nell’interpretazione di Elio De Capitani. Dal 13 al 20 settembre, le proposte di Tramedautore, si aggiungono ai tredici spettacoli e rinnovano una collaborazione consolidata negli anni.

Il concetto di spazio diviene centrale in un momento critico come questo e la metafora di un rinnovamento sociale in cui la parola, il corpo dell’attore e la relazione con il pubblico diventano i punti di una mappa circoscritta, può essere considerata un’operazione necessaria per una ripartenza fiduciosa. Un’occasione inedita per alzare - o aprire - lo sguardo e ammirare le stelle.

Laura Rondinella  18/06/2020

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM