Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 679

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 696

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 681

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 672

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 678

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 694

Teatro

“Walking on the moon”: al Teatro India una fiaba contemporanea tra progresso tecnologico e narrazione poetica
“Giant steps are what you take walking on the moon”, cantava Sting con il suo storico gruppo The Police nel 1979, esattamente dieci anni dopo il primo sbarco dell’uomo sulla luna. Protagonista della storica missione Apollo 11 fu Michel Collins – insieme a Neil Amstrong e Edwin Aldrin – astronauta di origini italiane che però a differenza dei suoi colleghi, sulla luna non mise mai piede. Nello spettacolo “Walking on the moon” scritto da Leonardo Ferrari Carissimi e Fabio Morgan, la storia di Collins (Graziano Piazza) - anti eroe di un’epoca passata – s’intreccia con quella di Elia (Matteo Cirillo), giovane…
Torino: Evita, Il musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice al Regio
Il Teatro Regio ha ospitato Evita, il celebre musical di Andrew Lloyd Webber, su versi di Tim Rice, scritto nel 1978 e liberamente ispirato alla vita di María Eva Duarte de Perón, affettuosamente chiamata Evita, First Lady nell’Argentina degli anni Quaranta. Il Musical, in due atti, è stato presentato nell’edizione originale in lingua inglese con sopratitoli in italiano, una produzione di Bill Kenwright in accordo con The Really Useful Group. Questa produzione di Evita, che vanta la regia di Bob Tomson, è stata la prima in assoluto che ha visto impegnata dal vivo un’orchestra sinfonica: Sir Lloyd Webber in persona…
"Il Dramma del Primo Appuntamento". Crude realtà celate dall’umorismo
Il “Dramma del Primo Appuntamento” non è solo una commedia, ma un intreccio di storie che culminano in un vero e proprio schiaffo emotivo. Il lavoro, scritto e diretto da Marco Vitiello, è andato in scena al Teatro in Portico - nel caratteristico quartiere romano della Garbatella - dal 2 al 6 maggio, con gli attori della compagnia Arte Povera.  Il gruppo di artisti, animati da una profonda passione, ha allestito uno spettacolo che strizza l’occhio alla comicità napoletana senza trascurare una riflessione più profonda su stereotipi e luoghi comuni. I cliché sugli italiani e i napoletani affiorano uno alla…
"Cantina": dove tutto non è ciò che sembra
MODENA – “La vita è una combinazione di pasta e magia” (Federico Fellini).Sembra di entrare in un lager o una mensa. O un sogno di Wes Anderson. O ancora un mondo distopico da serie tv dove prima tutto è allegro e frivolo e all'improvviso cala il gelo della scure. Gelo come la latta, il ferro del quale è composta la curiosa e originale scenografia confezionata di “Cantina” dei belgi Laika: una sorta di igloo-tendone con tavoli allungati e l'atmosfera da Oktober Fest. Dicevamo latta: di latta sono i vassoi, le pareti, i bicchieri con quel freddo che ti riporta alla…
"Le donne erediteranno la terra" di Aldo Cazzullo al Teatro Vittoria: in scena, l'universo che regge il mondo
Il 3 maggio, al Teatro Vittoria di Roma, Aldo Cazzullo ha inaugurato “Le donne erediteranno la terra”, rassegna che trae spunto proprio dal saggio omonimo dell'editorialista; un progetto ideato dalla direttrice artistica Viviana Toniolo che si concluderà il 16 maggio e che vanta un ricco calendario di eventi.Il giornalista del Corriere della Sera ha così avuto la funzione di padrino d’eccezione per l’apertura di una rassegna in cui la figura della donna viene messa in risalto attraverso un’indagine sociologica, culturale, filosofica e storica sul suo ruolo e sulla sua importanza nel passato, nel presente e nel futuro che ci attenderà. Il…
Ricordando la Fallaci: al Teatro Vittoria “Le parole di Oriana in concerto”
"A lasciare i miei libri mi sembra di morire un po’ meno quando morirò. Proprio come succede quando si lascia un figlio e si continua a vivere attraverso di lui." O. Fallaci Maria Rosaria Omaggio entra in scena dal fondo, con una sigaretta accesa tra le dita: da qui in poi sarà un flusso di parole ininterrotto il suo, accompagnato dalla musica suonata al pianoforte da Cristiana Pegoraro. Musica e parole, dunque: la prima, quella cara alla grande scrittrice e giornalista italiana Oriana Fallaci (1929 - 2006), le seconde quelle che questa grande donna ci ha lasciato nei libri scritti in sessant’anni…
Grotesk!: una risata vi libererà
Vi è stato un tempo in cui anche un paese come la Germania, ancora scossa dall’onda di morte e dagli ingenti indebitamenti post-Prima Guerra Mondiale, si lasciava inebriare dallo spirito di ribellione ed estremo ottimismo di quelli passati alla storia come gli Anni Ruggenti. Era un paese che rideva, che amava correre sul filo dell’irriverenza, e perché no, dare anche un po’ di scandalo. Era uno spirito allegro e provocatore quello che si insidiava in ogni vicolo delle città tedesche e che passo dopo passo, finiva sempre per nascondersi nel tempio sacro del Kabarett berlinese. Un barlume di ottimismo e…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

@toscadonati al @ClubTenco "I miei nonni, migranti al contrario, mi hanno insegnato la bellezza del diverso" https://t.co/7PHjom7AcB

Digital COM