Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 724

Teatro

“Alice”: una metafora onirica della nostra esistenza
“Alice nel paese delle meraviglie”, il celebre capolavoro di Luis Carroll, una delle favole più perturbanti, enigmatiche e affascinanti della storia della letteratura, si materializza in scena con Alice, saggio di diploma del corso di Regia dell’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio d’Amico. Una versione onirica e rarefatta diretta dall’allieva Caterina Dazzi, nella riscrittura e adattamento drammaturgico di Giulia Bartolini. Il tintinnante suono di uno xilofono ci introduce in una dimensione indefinita e fantasmagorica, in una dimora irreale, dove si muove Alice e il suo mondo. Appare piccola, fragile, divisa tra il buio e la luce, decisa a voler intraprendere questo…
Arlecchino e l'anello smemorato: l'alzheimer entra nella Commedia dell'Arte
VENEZIA – “Arlecchino è il rifiuto di tutti i perbenismi, i luoghi comuni, le ipocrisie” (Dario Fo). Scordatevi l'Arlecchino burlone, saltimbanco e colorato. Quello che il regista Marco Zoppello (anima degli Stivalaccio Teatro) e il Teatro Stabile Veneto (due spettacoli su altrettanti canovacci goldoniani poco rappresentati, 70 repliche sul palco del Teatro Goldoni veneziano, con due cast di sei giovani attori per produzione provenienti dalle scuole venete affiancati ad un Arlecchino esperto) hanno deciso di mettere in scena, anche per questa seconda trance “Arlecchino e l'Anello magico” (l'anello ci riporta sempre alle atmosfere misteriche del “Signore degli Anelli” o “Harry…
Huppert-Bob Wilson, duetto artistico che incanta e spiazza
FIRENZE – Sublime. La perfezione. La precisione. La Pulizia. La Grande Bellezza. Il Teatro della Pergola, che apre col botto la nuova stagione, e Firenze di rimando in un gioco di specchi, torna ad essere al centro del discorso teatrale europeo con una coproduzione che esalta la scena, l'arte attoriale come quella registica. Una grande attrice, Isabelle Huppert, che da sempre alterna cinema d'autore e palcoscenico, un immenso regista, scenografo e datore luci, Bob Wilson, uno splendido compositore, Ludovico Einaudi ed un testo, allo stesso tempo ostico, poetico, raffinato, alto e pungente, “Mary said what she said” di Darryl Pinckney,…
I ricordi degli Instabili Vaganti nella jungle della "Global City"
GENOVA – Cos'è un uomo senza i suoi ricordi? Il duo degli Instabili Vaganti da Bologna si è spostato nel mondo in questi ultimi quindici anni e qui, vagando appunto come il loro nome ci suggerisce, hanno trovato una casa, un luogo, più luoghi disparati sul mappamondo, dove risiedere, creare, fare residenze, progettare lavori. Si sono creati il loro status, il loro passaporto artistico passando frontiere e riportando le loro esperienze nei loro laboratori, prima, e nelle loro performance, poi. Lo scrissi al tempo della visione de “Il Rito” dove pareva che, dopo tanto peregrinare e tanto materiale accumulato nelle…
Click Clock. Dialoghi tra tempo e coscienza
Vi è mai capitato di vedervi passare la vita davanti agli occhi? E di rendervi conto che è completamente diversa da come appariva ai vostri occhi? O meglio, completamene diversa da come voi volevate vederla? È quello che accade in Click Clock, spettacolo andato in scena a Roma dal 27 al 29 settembre al Teatro Cometa Off. Ed è anche quello che accade a Costantino, giovane rampollo palermitano, professionista tanto affermato quanto spregiudicato che si trova in coma dentro un letto di ospedale. A metterlo in crisi è Jolly, figura femminile allegorica che incarna simultaneamente Tempo e Coscienza e che…
"Incanti", a Torino si ripete la magia del teatro di figura: Mummenschanz, Sacchi di Sabbia, La tortue noire
TORINO – E con questa sono ventisei le edizioni del “Festival Incanti” (3-10 ottobre) dislocato tra Torino, Grugliasco e Rivoli con la centralità della Casa del Teatro ma anche, sempre nel capoluogo piemontese, il magnifico Circolo dei Lettori, il Teatro Astra e il Cinema Massimo. Il direttore Alberto Jona ha stilato un cartellone (supportato e sostenuto da Compagnia di San Paolo) con ospitalità da Perù, Canada, Spagna, Svizzera, Francia e Italia per un giro del mondo attorno e dentro al teatro di figura, piccole e grandi scoperte capaci di meravigliare, far sobbalzare o semplicemente sognare: non è poco. Grande colpo…
Humana Vergogna irrompe a Skopje al MOT Festival
SKOPJE – Contraddizioni e Balcani. Separazioni. Chiusure. Skopje si trova nel mezzo al quadrilatero formato da Pristina, in Kosovo, Sofia, in Bulgaria, Salonicco, in Grecia, Tirana, in Albania. Dove ti volti sono frontiere, confini, passaporti e visti e timbri. Siamo in Macedonia del Nord. La bandiera è un sole giallo su sfondo rosso, un Sol dell'Avvenire che ricorda quella giapponese. Il terremoto del '63 aveva raso al suolo la vecchia Skopje e la ricostruzione (costata 600 milioni di euro) ha creato una creatura ibrida e multiforme per appassionati architetti o per fotografi dai tanti spunti. Un accatastamento, un affastellamento, una…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM