Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 761

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 767

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 763

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 762

Teatro

Il Progetto Teatrale Diritti/Rovesci: una scommessa contro l’omofobia
Una scommessa. È questo che sta dietro al progetto Diritti/Rovesci, pensato dall'Associazione Culturale Uthopia, insieme all’attore Ciro Masella. La trasformazione di una lettura che si sarebbe dovuta trasmutare in realtà in occasione al Festival Dei Diritti, edizione 2020 a Firenze. Il COVID ha bloccato anche questo, ma non l’immortalità del progetto, che da lettura è diventata un progetto digitale. Qualcosa di pensato e realizzato appositamente per il web, con la sua presentazione nel palinsesto del Festival organizzato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Firenze e della Rete RE.A.DY della Regione Toscana, in collaborazione con Ireos-comunità queer autogestita della città.Si…
Nel tempo degli Dei - Marco Paolini e il calzolaio di Ulisse
Marco Paolini porta in scena le memorie e i racconti di un Ulisse non più guerriero, ma vecchio e pellegrino che nella strada verso l'Olimpo incontra un giovane uomo. Un pastore che conosce le vicende dell'esilio, ma che è curioso di sapere i retroscena del mito epico, partendo fin dal principio con il pomo della discordia di Paride che scatenò la guerra di Troia. Il racconto si presenta come un intreccio che potrebbe essere paragonato alla tela, che la moglie Penelope tesseva in attesa del ritorno del suo amato, tanto quanto l'attore drammaturgo disfa le gesta del Re di Itaca,…
Haifa ha iniziato a camminare: Occident Express di Stefano Massini su Rai Play
Nel 2015 una donna anziana di Mosul si è messa in fuga con la nipotina di 4 anni: ha percorso in tutto 5.000 chilometri, dall’Iraq fino al Baltico, attraverso la cosiddetta “rotta dei Balcani”."Occident Express (Haifa è nata per stare ferma)" è il racconto, in forma di monologo, della sua incredibile storia, la cronaca del suo viaggio narrato in prima persona. È il diario di una fuga. Haifa non sceglie di mettersi in cammino: qualcosa di più grande decide per lei, obbligandola a lasciarsi tutto alle spalle. Cosa cerca? Una meta. Un approdo. Forse solo un posto dove fermare le…
Sandro Mabellini e la dittatura del Troll tra nuovi regimi e bullismo
PISA – “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare” (Pastore Martin Niemoller). La batteria in primo piano, come terzo protagonista a tutti gli effetti accanto alle due sedie da scuola elementare, ci ha fatto sobbalzare alla mente quelle operette rock,…
La parola padre non conosce frontiere
Con "La Parola Padre" il regista Gabriele Vacis porta in scena un indefinito spettacolo teatrale, commistione di testo, conversazione con il pubblico, autobiografia, metateatro, canto, interpretazione corporea, ma anche storia e ricordi. Prodotto da Cantine Teatrali Koreja, è ora visibile gratuitamente su Raiplay. Sulla scena si stagliano sei donne in tailleur, provenienti da quattro diversi Paesi e culture (tre italiane, una macedone, una bulgara e una polacca) che ricordano, demoliscono, ricostruiscono il loro rapporto col padre e con la patria, termini che condividono la stessa radice semantica, con i quali hanno molti conti in sospeso. In quanti modi si può…
Coppelia Theatre: la magia delle marionette da polso dal cuore della Russia
SAN CASCIANO DEI BAGNI – Le avevamo lasciate immerse nei chiaroscuri e nelle ombre magiche e trasognanti che tratteggiavano tremolanti la figura di Azzurra di Montebello nel loro “Born ghost” che avevamo visto all'interno della rassegna “Forever Young” alla Corte Ospitale. Sta tutto dentro al loro nome, un nome fatto di nodi e snodi, di possibilità e deviazioni liturgiche e dialettiche: Coppelia Theatre, all'anagrafe la costruttrice di pupazzi, scenografa e visual designer Jlenia Biffi e l'attrice e autrice Mariasole Brusa. Coppelia rievocando il personaggio, inquietante e terribile, protagonista dell'“Uomo della sabbia” di E.T.A. Hoffmann dove il sogno, l'incubo e l'automa…
La sinergia tra Andrea Bruni e Ciro Masella per "Il Paese che salvò il mondo"
SESTO FIORENTINO – L'ultima volta che lo abbiamo visto sul piccolo schermo interpretava l'oste Oliviero nella serie tv Rai “Pezzi unici”, girata a Firenze al fianco di Sergio Castellitto, Giorgio Panariello, Marco Cocci, Katia Beni, per la regia di Cinzia TH Torrini. Una fiction che ha dato grande impulso e slancio ad Andrea Bruni, comico, autore, drammaturgo toscano con una carriera più che ventennale alle spalle. Una carriera variegata che lo ha portato ad indossare i panni del frontman in “Tintoria” oppure a “Bulldozer” in Rai come ospite di “Quelli che il calcio”, passando per il programma “Stiamo tutti bene”.…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM