Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

Il teatro da portare verso l’anno che verrà
Un altro anno sta per finire. E’ tempo dunque di bilanci, progetti e propositi, annebbiati da un concentrato di speranza, sogni, e un inevitabile carico di paure e aspettative. Per chi, come me, ha una vita indissolubilmente legata al teatro, e’ spontaneo trarre le fila anche dell’anno teatrale che ci stiamo per lasciare alle spalle, con le sue storie, i suoi protagonisti e il suo il carico di emozioni ed insegnamenti. Di 365 giorni, circa 200, o poco meno, li ho trascorsi in un qualche teatro della Capitale, e non solo, spesso per lavoro, a volte per passione o puro…
"L’indifferenza": non si può uccidere il passato
Le nostre esistenze sono come un quadro, un dipinto, un’opera d’arte che all’apparenza ha un’unica interpretazione, un solo significato, visibile a primo impatto, ma guardandola attentamente, da vicino o da altre prospettive , è possibile coglierne altri, inimmaginabili, diversi, si possono vedere dettagli impercettibili, minuscoli, nascosti, celati, elementi remoti che hanno contribuito affinché tutto fosse così. “L’indifferenza”, spettacolo scritto e diretto da Pablo Solari, andato in scena al Teatro Argot Studio, scandaglia, si insinua e rivela cosa può esserci dietro una vita apparentemente normale, dietro un presente, anche tutto sommato tranquillo: c’ è sempre un passato, pronto a riemergere, che…
Le "Nozze" di Canetti/Guanciale: grottesche, colorate, urlate
BOLOGNA – Quando si prendono in mano testi come “Nozze” di Elias Canetti, fortemente connotati storicamente e politicamente, o si decide di dargli un taglio appunto di sguardo su un certo passato oppure si sceglie la via del parallelismo tra quell'ieri descritto nella drammaturgia e i nostri giorni. Invece qui, nel “Nozze” (prod. Ert Fondazione) per la regia, traduzione e dramaturg Lino Guanciale, si ha l'impressione che l'operazione sia rimasta in fieri, abbozzata prima, miscelata dopo, rimanendo sospesa senza la fotografia di ciò che era e altrettanto senza la metafora grottesca sull'oggi. Intanto il tempo che, all'inizio, scorre all'indietro, dal…
I sette spettacoli vincitori del “Premio Giovani Realtà” dell'Accademia Nico Pepe
UDINE – L'Accademia Nico Pepe da qualche anno si sta dimostrando una scuola teatrale che ben forma e prepara i suoi allievi divenendo, nel panorama nazionale, un punto di riferimento attoriale al livello della Paolo Grassi e dall'Accademia Silvio D'Amico, della scuola del Piccolo o del Teatro Nazionale di Genova o Torino. Dalla scuola di Udine recentemente sono usciti gruppi come i Carrozzeria Orfeo o i Kepler 452 o ancora i VicoQuartoMazzini. In quest'angolo di Friuli le distrazioni sono poche, a differenza delle “tentacolari” Milano e Roma. Il “Premio Giovani Realtà del Teatro”, alla dodicesima edizione, oltre ad essere un…
"Kobane Calling On Stage": il viaggio di Zerocalcare approda a teatro
Potrebbe sembrare un’impresa ardita, quasi impossibile, trasporre in scena, a teatro, le pagine di una graphic novel e in particolare quelle di "Kobane Calling" di Zerocalcare , eppure il regista Nicola Zavagli ci riesce alla perfezione. Ecco così “Kobane Calling On Stage”, versione teatrale del celebre fumetto , che fonde diversi linguaggi e stili in un lavoro omogeneo, originale, fresco e coinvolgente. Il pubblico ripercorre le avventure di Michele Rech, interpretato da Lorenzo Parrotto, accompagnato dai suoi amici, dalla periferia di Rebibbia verso il lontano e tormentato Medioriente per supportare la resistenza curda. Un reportage dei suoi viaggi tra la…
“For Once”: quando gli equilibri nascondono fragilità
È meglio mentire per avere ciò che si desidera o per far avere agli altri ciò che vogliono? Questa riflessione accompagna silenziosamente e sottende il senso più profondo di “For Once”, pièce del drammaturgo inglese Tim Prince, con la regia di Marco M. Casazza. In scena un nucleo familiare, un piccolo paese di provincia, una vita all’apparenza tranquilla, un equilibrio di facciata e un dramma che forse ha fatto scattare qualcosa dentro le loro anime.April, Gordon e il loro figlio adolescente Sid, si presentano al pubblico, ognuno in prima persona, svelando pian piano se stessi, la loro storia e le…
Quizas, una donna sospesa in un ascensore, metafora del precariato
CHIANCIANO TERME – Qualche giorno fa abbiamo trattato, raccontato e scritto del lavoro di Andrea Kaemmerle che tra Bientina, Casciana Terme, Volterra e Utopia, dislocata su tutto il litorale tirrenico, ha creato, con fatica, sudore e impresa, un suo pool d'attività che va allargandosi. Un parallelo può essere costituito attorno alla figura di Manfredi Rutelli che tra Chianciano Terme, dove ha la direzione del Teatro Caos, Monticchiello con il Teatro Povero, ultimi due edizioni alla drammaturgia e regia condivisa, Montalcino, con la direzione del Teatro degli Astrusi, e Chiusi dove al Festival è regista della produzione annuale, ha costruito il…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM