Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 615

Teatro

Questa è la storia di un sogno, di una speranza, quella di Billy, ma anche di chi lotta per inseguire le proprie aspirazioni e del direttore del Teatro Sistina, Massimo Romeo Piparo, che firma la regia del primo adattamento teatrale italiano del famoso film di Stephen Daldry del 2000, “Billy Elliot”.Con le musiche di Elton John, suonate dal vivo dall'orchestra diretta dal maestro Emanuele Friello, in un allestimento dall'aria internazionale curato dalla Peep Arrow Entertainment e Il Sistina, “Billy Elliot, il Musical” ha debuttato sul palco del teatro romano il 5 maggio con un grande successo di pubblico, completando la…
Sullo sfondo un campo di calcio; undici bambini giocano sognando magari di essere scelti da un grande club e nel frattempo vivono la loro quotidianità; tra loro c'è Giuseppe, la maglia numero 9, un futuro da scoprire e la voglia di dimostrare di esserci. La sua vita si intreccia con le storia di Milano della fine degli anni '70, alla parete un poster di Roberto Boninsegna, colui che ascolta silenziosamente i suoi sogni, i desideri, le speranze. Il racconto di Giuseppe ci catapulta in un passato carico di ricordi, di immagini, di eventi che raccontano una vita, la sua, segnata…
Chissà cos’avrebbe risposto Stefano Massini se nel 2001, quando entrò a far parte dello staff di Ronconi al Piccolo, qualcuno gli avesse detto che 14 anni dopo ne sarebbe divenuto il consulente artistico. All’epoca era assistente del regista recentemente scomparso; oggi, maggio 2015, si è ufficializzato il passaggio di staffetta per questo ragazzo non ancora quarantenne che vanta già una carriera dorata nel mondo teatrale. Fiorentino, classe ’75, come il premier Renzi ha frequentato il Liceo “Dante” e la parola “piccolo”, rivela, è legata a lui indissolubilmente poiché fu Ottavia Piccolo a scoprirlo come autore. La consacrazione di Massini avviene…
Una delle tragedie che spesso si tende a dimenticare è quella dei desaparecidos. Torniamo indietro di (soli) quarant'anni, in un'America Latina oppressa dalle dittature sanguinarie di Jorge Videla e del generale Augusto Pinochet, i cui oppositori venivano fatti letteralmente scomparire, senza che di loro si avessero più notizia."Mar Del Plata" (spettacolo che prende il nome dall'omonima città argentina) vede come protagonista Isa Barzizza, un nome inossidabile del teatro italiano, oltre che ex collega storica di Totò, sia al cinema che sul palcoscenico. L'attrice ligure recita il ruolo di un'anziana madre, da trent'anni alla ricerca del figlio scomparso, che si imbatte…
O tempora o mores. Il “copyright” di Marco Tullio Cicerone campeggiava ieri sera, al teatro India, nella sala strapiena per assistere a una trasposizione scenica delle fasi più cruciali della storia dell'oratore romano, quelle che lo condussero alla morte nella sua villa di Formia, per mano di due sicari. Cambiano i tempi, cambiano i costumi e così probabilmente se oggi Cicerone fosse stato tra noi avrebbe fatto precedere i suoi celebri aforismi da un hastag, risultando il più rituittato dal web. Sembra un azzardo e invece non sono stati pochi i commenti, durante la messa in scena di “Cicerone, o…
L’avevamo lasciata giusto qualche mese fa al “playFestival 1.0” di Roma la compagnia con base a Milano Generazione disagio. Il collettivo prodotto da Proxima Res che ha trionfato nella rassegna della capitale con “Generazione a disagio – Dopodiché stasera mi butto” (per la regia di Riccardo Pippa, anche co-autore) lo ritroveremo l’8 e il 9 maggio alle ora 21.00 al Teatro di Villa Torlonia e il 10 maggio, sempre alle ore 21.00, al Teatro India. L’appuntamento è davvero interessante. Un lavoro divertente, capace di parlare a pubblici di ogni tipo: quattro giovani attori straordinari (Graziano Sirressi, Enrico Pittaluga, Alessandro Bruni…
Il 78°Maggio Musicale fiorentino ha inaugurato, il 27 aprile scorso, la stagione lirica all’insegna della polemica: scioperano gli addetti della Cgil, tecnici e macchinisti si scontrano con i vertici della Fondazione, privando per questo la prima del Fidelio – unico lavoro teatrale di Ludwig Van Beethoven – di proiezioni e cambi di scena. La regia di Pier'Alli (che si rifiuta di salire sul palco a fine rappresentazione) è stata pesantemente compromessa dall’assenza dei giochi di luce, tanto attesi dai pochi fortunati che son riusciti a vedere la messa in scena altrove. L’opera lirica è stata trasformata, dunque, in concerto, con…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM