Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 620

Teatro

Gli occhi folli di “Medea”: Barbara De Rossi al teatro romano di Ostia Antica
Barbara De RossiMEDEA di Jean AnouilhTraduzione di Giulio Cesare CastelloRegia di Francesco Branchetti con Carlo CaprioliTatiana WintelerLorenzo CostaFabio Fiori Musiche di Pino Cangialosi Scene e costumi di Clara Surro È partita la stagione estiva del teatro romano di Ostia Antica, sotto la direzione artistica di Pietro Longhi: dieci appuntamenti con le opere dell’età classica, da Aristofane a Menandro, da Ovidio a Plauto. A concludere la rassegna, il 6 e 7 agosto, Giorgio Albertazzi in “Le memorie di Adriano”, di Marguerite Yourcenair, con la regia di Maurizio Scaparro.Emblema della passione e della spietata sete di vendetta, Medea è uno dei più…
Al Roma Fringe Festival “L’orda oliva”: quando gli emigranti eravamo noi
Regia: Ludovica AndòCon: Massimo lanzi, Massimiliano Mazza, Francesco Montella, Marco PirisinoMusiche: Andrea PandolfoScenografia: Francesco GianniniDisegno luci: Michelangelo VitulloResponsabile giuridico-pedagogico: Alessia GiulianiAssociazione Compagnia Sangue Giusto Spettacolo realizzato nell’ambito del progetto CON AMLETO DENTRO-OFFICINE TEATRO SOCIALEASSESSORATO ALLA CULTURA – REGIONE LAZIOCol contributo della FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CIVITAVECCHIACon patrocinio del COMUNE DI CIVITAVECCHIACon sostegno del GARANTE DEI DIRITTI DEI DETENUTI DEL LAZIO Selezionato al Roma Fringe Festival 2015  Italiani in cerca di fortuna, che con pochi soldi in tasca si ritrovano a viaggiare clandestinamente perché mai potranno ottenere il marchio dell’emigrante, il bramato passaporto rosso. Denigrati dagli americani come fuorilegge, analfabeti dal sangue…
"Teatro, dunque siamo": ecco la nuova stagione del Teatro di Roma
Il teatro di Roma riparte da Pasolini: il primo segmento della nuova stagione presentata pochi giorni fa vuole riportare all’attenzione il “poeta corsaro” a quarant’anni dalla sua morte tragica, il 2 novembre 1975, avvolta ancora nel mistero. Il 2 novembre 2014, Fabrizio Gifuni regalò le emozioni delle pagine di Ragazzi di vita, in un Teatro Argentina affollato all’inverosimile, e per il 2 novembre prossimo è in costruzione Una giornata con Pier Paolo Pasolini, mentre al Teatro India andrà in scena un nuovo lavoro commissionato a Giovanna Marini, Sono Pasolini, con Vinicio Marchioni e un coro di cantori e musicisti.Sempre all’…
Valeria Perdonò e il suo "Amorosi Assassini", quando non è possibile far finta di niente
Può un cuore spezzato trovare di nuovo spazio per i sogni, per la vita? "Amorosi assassini", scritto e interpretato da Valeria Perdonò, non dà una risposta ma ci scuote, ci spinge a guardare al di là delle parole, a chiederci cosa possiamo fare affinché l'indifferenza non sia la nostra risposta a fatti terribili; il commento "facciamo finta di niente, dai..." deve essere sovrastato dal rumore di parole dure come macigni, che si scagliano contro la violenza fisica e psicologica che potrebbe rendere ciascuno di noi improvvisamente vittima .Il racconto parte dalla cronaca, dura, spietata senza possibilità di scampo di fatti…
Uno spettacolo “Interessante”: Enzo Salvi e Mariano D’Angelo insieme sul palco del Celio
Nuovo appuntamento con il festival della comicità “All’Ombra del Colosseo” che, nella calda serata di domenica 5 luglio, ha ospitato due autentici artisti della risata: Enzo Salvi in coppia con l’ormai inseparabile spalla classica Mariano D’Angelo.I due comici si sono divertiti e hanno fatto divertire il pubblico presente all’arena del parco del Celio presentando il loro nuovo show “Interessante”, undici capitoli imbevuti di gag, monologhi, situazioni comiche che rappresentano a pieno il mondo che ci circonda e sketch che mostrano come sopravvivere al giorno d’oggi.Intriso di satira sociale e spaccati di vita reale (con un occhio di riguardo verso la…
Teatro al Fringe Festival: senno e follia da Joker a Leopardi
di Antonio Sinisi e Gabriele Linariin scena Gabriele Linarimusiche originali Cristiano Urbanivignette e locandine Martozmessa in scena Antonio Sinisiproduzione Natacha von Braun | Teatro LABIT "Stanno giocando a un gioco. Stanno giocando a non giocare a un un gioco. Se mostro loro che li vedo giocare, infrangerò le regole e mi puniranno. Devo giocare al loro gioco, di non vedere che vedo il gioco". Gabriele Linari è rannicchiato su se stesso, dà le spalle al pubblico, è a petto nudo e cita questa celebre frase da "Nodi" di Ronald Laing. Comincia così "Tetro", in scena al Fringe Festival 2015 nella…
Al Fringe Festival "Telemomò": le marionette della tv di Andrea Cosentino
Burattini e burattinaio disvelano insieme la povertà del mezzo che li diffonde. Una messa in scena che parte come denuncia e finisce per essere ingurgitata dal suo stesso "j'accuse". "Telemomò", in scena al Fringe Festival nella retrospettiva delle eccellenze romane, mira a descrivere la pochezza della tv odierna con l'ironia tragicomica e dissacrante che contraddistingue il suo autore, Andrea Cosentino, ma il risultato provoca solo qualche risata forzata."Telemomò" vuole raccontare il tramonto di un elettrodomestico, il declino culturale di un medium causa ed effetto della società contemporanea. E lo fa costruendo una tv "ecologica e interattiva", che utilizza gli stessi…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM