Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

Andrea Kaemmerle tra malinconia e comicità: gli spettacoli di fine agosto di Utopia del Buongusto
Andrea Kaemmerle ha la mimica da attore muto e i colori di un fumetto. Capelli sparati in aria, sguardo languido, sorriso aperto e schietto. Porta in scena personaggi ai margini, sopravvissuti alla vita grazie all’ironia o all’arte di arrangiarsi, quella sorta di disperazione che consuma lo stomaco e i sentimenti; personaggi beffardi, logori, sporchi ma leggeri. Gli stessi che hanno animato “Cabaret mistico” e “Odore di mare”, i due spettacoli del fine agosto di Utopia del Buongusto.Il primo è un vis-à-vis con un pubblico eterogeneo, un monologo interattivo, simbiotico, in costante mutamento, carico di energia, poesia e sarcasmo. Kaemmerle dà…
Tovaglia a quadri: il centro della resistenza sta nel teatro popolare di Anghiari
Anghiari è, per natura storica, paese di resistenza e di colore; dal 1440, anno della celebre battaglia, fino ai giorni nostri, si snoda un filo rosso che richiama forza, coerenza e un carattere ben definito. Oggi, come allora, resistere significa difendere un territorio e la propria identità, dagli invasori esterni e dai cambiamenti interni. Anghiari è terra di eccellenze (come tutta la Valtiberina), di artisti (vicino nacquero Michelangelo e Piero della Francesca) e di risorse distintive. Qui la Busatti produce, dal 1842, alcuni dei tessuti artigianali più conosciuti al mondo e la sua tovaglia a quadri è ormai un prodotto…
Pilade/Boscocimitero: il terzo atto di Archivio Zeta sull'opera di Pasolini
"Non siamo certo inesperti di sangue, noi!”. Parole, pesanti come le pietre tombali qui deposte, accolgono i primi passi su questo lembo di terra essenziale e benedetta. Come un’eco, si spandono sui cieli della Futa; come vibrazioni sbattono sulle lapidi bianche degli oltre 36000 caduti tedeschi - tutte in fila, tutte uguali a perdersi a vista d’occhio - e si mescolano al vento che soffia costante. Il Cimitero Militare Germanico impone un silenzio che non si dimentica e le parole di Pilade (Gianluca Guidotti) si aprono, si dilatano, cadenzate e dilanianti, schiacciano la Storia su se stessa, riconoscendo solo le…
Ci scusiamo per il disagio: un piccolo mondo sommerso tra i binari della vita
Visto a Pistoia il 16 luglio 2015. L’odore intorno sa di olio e motore. Due vagoni stringono il campo visivo e puntano il fuoco verso la locomotiva che sembra arrivare dritta in faccia alla platea. La scena è tutta qui, nell’Area Deposito Rotabili Storici di Pistoia, dove paglia, morchia e calore trasformano questo cimitero di reperti in un’arena, un far west. E dal teatro alla vita, in questo caso, il passo è breve.“Ci scusiamo per il disagio” è il frutto dell’analisi sociale e antropologica (un lavoro “etnografico sul campo”) portata avanti da Gli Omini tra aprile e maggio scorso nella…
"Molto rumore per nulla" al Globe Theatre: la coinvolgente visione di Loredana Scaramella
La potenza della parola. Parola che è in grado di unire, di fare giustizia, di esprimere sentimenti che si temeva di svelare. Ma che è anche capace di manipolare e spezzare i legami: la guerra finisce, si rinfodera la spada e il rancore e la rabbia trovano sfogo nella parola che si fa arma e quasi uccide."Molto rumore per nulla" è una delle commedie più divertenti di Shakespeare, dove l'allegria gioiosa di un clima di festa si combina al dolore che le parole possono creare. E Loredana Scaramella, con la sua visione femminile, ne offre una versione assolutamente ricca e…
La modernità di Terenzio al teatro romano di Ostia Antica: Pietro Longhi in "Adelphoe"
Penultimo appuntamento con "Aspettando la luna", la rassegna estiva del teatro romano di Ostia Antica. Silvio Giordano presenta la sua terza regia in cartellone: dopo "Fedra" di Seneca e "La donna di Samo" di Menandro, è ora il turno di Terenzio e del suo "Adelphoe". In scena il sempre impeccabile Pietro Longhi e Felice Della Corte, direttore artistico del teatro Nino Manfredi di Ostia. I due fratelli, Demea (Longhi) e Micione (Della Corte) vivono un rapporto di contrasto riguardo all'educazione dei loro figli: il primo, serio e burbero, è padre di Ctesifone ed Eschino, ma, una volta rimasto vedovo, decide…
La Cavalleria Rusticana al Festival Orizzonti
Continua Il Festival Orizzonti a Chiusi verso la sperimentazione nelle arti performative: la recensione di “Cavalleria rusticana”Prosegue a Chiusi, favoloso paese nella Val di Chiana, il Festival Orizzonti, festival delle nuove creazioni nella arti performative, alla sua tredicesima edizione e seconda sotto la direzione artistica di Andrea Cigni.La manifestazione, inaugurata con la presenza di Pippo Delbono - che ha sfruttato l’occasione di trovarsi nella cittadina toscana per girare un film, animando d’arte le strade del paese - è andata avanti nella serata del 31 luglio con l’opera lirica, che ha visto il debutto in prima nazionale del nuovo allestimento di…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM