Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

La modernità di Terenzio al teatro romano di Ostia Antica: Pietro Longhi in "Adelphoe"
Penultimo appuntamento con "Aspettando la luna", la rassegna estiva del teatro romano di Ostia Antica. Silvio Giordano presenta la sua terza regia in cartellone: dopo "Fedra" di Seneca e "La donna di Samo" di Menandro, è ora il turno di Terenzio e del suo "Adelphoe". In scena il sempre impeccabile Pietro Longhi e Felice Della Corte, direttore artistico del teatro Nino Manfredi di Ostia. I due fratelli, Demea (Longhi) e Micione (Della Corte) vivono un rapporto di contrasto riguardo all'educazione dei loro figli: il primo, serio e burbero, è padre di Ctesifone ed Eschino, ma, una volta rimasto vedovo, decide…
La Cavalleria Rusticana al Festival Orizzonti
Continua Il Festival Orizzonti a Chiusi verso la sperimentazione nelle arti performative: la recensione di “Cavalleria rusticana”Prosegue a Chiusi, favoloso paese nella Val di Chiana, il Festival Orizzonti, festival delle nuove creazioni nella arti performative, alla sua tredicesima edizione e seconda sotto la direzione artistica di Andrea Cigni.La manifestazione, inaugurata con la presenza di Pippo Delbono - che ha sfruttato l’occasione di trovarsi nella cittadina toscana per girare un film, animando d’arte le strade del paese - è andata avanti nella serata del 31 luglio con l’opera lirica, che ha visto il debutto in prima nazionale del nuovo allestimento di…
A Monticchiello non manca il Paese: la ricchezza è il Teatro Povero
“La memoria di ogni uomo è la sua letteratura privata”, diceva Aldous Huxley. Ma ci sono luoghi dove la memoria di ogni uomo rompe tale dimensione e diventa pubblica o, meglio ancora, collettiva. Il frutto di un processo d’insieme, un atto di altruismo – verso l’esterno, verso l’altro – e al tempo stesso di egoismo – verso se stessi e i propri bisogni. Raccontare, condividere ma anche mantenere, per non perdersi ne perdere il contatto con le radici, con la propria storia, con la memoria, appunto. A Monticchiello lo sanno bene e lo affermano da 49 anni grazie al Teatro…
Pippo Delbono a Chiusi apre Orizzonti Festival con lo spettacolo/concerto “La Notte”: un uomo solo col suo disperato bisogno d’amore
“Che cos’è questo silenzio?” Così si presenta Pippo Delbono al pubblico del Teatro Mascagni di Chiusi, prima di iniziare il suo spettacolo di apertura del Festival Orizzonti, venerdì 31 luglio.Instaura subito con il pubblico un rapporto confidenziale e ci spiega: gli occhiali da sole sono per i problemi alla vista (ma diventano poi parte integrante dello spettacolo) e il suo rapporto di amicizia con François Koltès. Quest’ultimo, infatti, ha concesso a Delbono la possibilità di mettere in scena il testo del fratello Bernard Koltès, drammaturgo francese morto nel 1989. Il monologo “La notte poco prima della foresta” Pippo lo interpreta…
“Italiani ma non troppo”: Alessandro Serra al festival della comicità
Una prima domenica d’agosto all’insegna dell’allegria. Il festival della comicità “All’Ombra del Colosseo”, che quest’anno ha visto avvicendarsi le divertenti performances di artisti del calibro di Andrea Perroni, Dado, Enzo Salvi, Dario Cassini e Max Paiella, continua nel suo incessante e vorticoso girotondo di risate.Nella serata del 2, infatti, è toccato ad Alessandro Serra salire sul palco del Parco del Celio e presentare il suo “Italiani ma non troppo”, un coinvolgente monologo dai caratteri romaneschi, arricchito dagli stacchetti musicali ballati dalle 18 giovanissime (e bravissime) ballerine della Crazy Gang.Con la sua contagiosa simpatia, Serra ha ripercorso la storia degli italiani…
“All’ombra del Colosseo” c’è anche Max Paiella
Il comico romano, noto al grande pubblico per la sua decennale partecipazione alla trasmissione di Radio Due “Il ruggito del coniglio”, si è esibito lo scorso venerdì 31 luglio sul Palco del Coelio, nell’ambito della famosa rassegna estiva della comicità romana “All’ombra del Colosseo”.Ben conosciuto dagli spettatori che lo hanno accolto con grande calore, realizza il suo spettacolo come fosse un vero e proprio varietà, all’insegna di musica e risate; sin da subito comincia con l’ironizzare sui difetti di questo Paese e del nostro essere inconfondibilmente italiani, ma dichiarando apertamente che, dietro questo suo mettere simpaticamente alla berlina le nostre…
Tato Russo presenta i suoi “Menecmi” al teatro romano di Ostia Antica
Oltre seicento repliche per il cavallo di battaglia di Tato Russo, attore, regista e musicista che negli anni ha riscritto grandi opere immortali, come “La tempesta” di Shakespeare o “Il fu Mattia Pascal” di Pirandello.Al teatro romano di Ostia Antica, con la regia di Livio Galassi, l’instancabile attore partenopeo propone, dunque, “I Menecmi. Due gemelli napoletani”. Il classico plautino viene immerso nella cornice di una Napoli antica, Neapolis, con l’introduzione di trascinanti elementi della comicità partenopea, che esaltano la natura popolare ed esuberante propria della commedia originale. Non manca, inoltre, il riferimento a “La commedia degli errori” che Shakespeare scrisse…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM