Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

L’ornitologia dei sentimenti: “Gli uccelli migratori”
La bussola è un talismano per i quattro personaggi smarriti di Uccelli migratori, in cerca di una strada da intraprendere. Marta sta per mettere al mondo una bambina e questa nuova vita la terrorizza, il padre della futura nascitura deraglia dalla sua routine con questa notizia e si precipita da lei per offrirle il suo aiuto, senza nasconderle la sua malattia terminale, e poi il fratello di Marta, premuroso con lei, alle prese con la scrittura del suo romanzo, interrotto molti anni prima e in ultimo l’ornitologo che si occupa di seguire le migrazioni degli uccelli alla ricerca di un…
Milano: in anteprima al Teatro Caboto l’ascesa al potere della famiglia Roosevelt tra politica e scandali
In Anteprima assoluta al Teatro Caboto di Milano, la compagnia Lyra Teatro per la regia di Laura Tanzi, presenta “Amorica”, un testo che si basa su una sceneggiatura originale dal tono grottesco ed ironico, con un registro recitativo volutamente esagerato, forse un po’ troppo. Tema la menzogna e il dietro le quinte dell’ascesa al potere della famiglia del Presidente statunitense Roosevelt, una famiglia che visse d’apparenza nell’apparenza e nell’ambiguità. E’ chiaro che si tratta di un testo liberamente ispirato alle vicende di una delle più potenti famiglie americane di tutti i tempi, la cui esistenza fu attraversata dallo scandalo scaturito dalla…
Maria Cassi: un gustoso shakerato di Shakespeare
“Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte” (“Il Mercante di Venezia”, Antonio, atto I, scena I)“Una bella giornata così brutta non l'avevo mai vista” (“Macbeth”, atto I, scena III)“Gli uomini dovrebbero essere quello che sembrano” (“Otello”, atto III, scena III) Nello stesso giorno, il 23 aprile 1616, morivano, a migliaia di chilometri di distanza, due dei più grandi scrittori di sempre del Vecchio Continente, tanto da far supporre a qualche dietrologista e complottista che fossero in realtà la stessa persona. Ipotesi affascinante ma tesi impraticabile quella che vede Miguel de…
“Processo a Pinocchio”: una psico- commedia musicale tra favola e realtà
La particolare scena di un crimine, un omicidio, uno studio psichiatrico, sei personaggi, con sei pouf colorati e una miriade di bugie vanno a comporre “Processo a Pinocchio”, la psico commedia noir a carattere musicale di Andrea Pallotto andata in scena al Teatro Sistina di Roma.Della celebre favola di Collodi c’e poco o niente, se non alcune analogie tra il burattino e il protagonista Pino, unico indagato per l’ omicidio del suo psicanalista Beppe. L’uomo appare accanto alla vittima, con l’arma del delitto, e cerca di difendersi dalle accuse di sua madre, di sua moglie, della sua amante e del…
Milano: al Teatro Manzoni in scena il divertente “Calendar Girls” a fianco di AIL
Vincente, coraggiosa ed ammirevole la scelta del Teatro Manzoni di Milano di inserire, nel ricco programma della stagione 2015-2016, il divertente ed ironico “Calendar Girls”, adattamento teatrale dell’omonimo film cult per il pubblico femminile. Sull’onda del successo inglese, arriva questa straordinaria commedia dove protagonista è un circolo di donne tra i 50 e i 60 anni, appartenenti ad un’associazione benefica impegnata nella raccolta fondi destinata a salvare un ospedale. Leader del gruppo è Chris, interpretata da una sottile Angela Finocchiaro, che ostile alle consuete e poco incisive iniziative di beneficenza, persuade le amiche a posare nude per un calendario insolito che…
Milano: “Il signor di Pourceaugnac" al Franco Parenti
Dopo il successo dello scorso anno torna al Teatro Franco Parenti la compagnia Punta Corsara con tutta la sua energia e la sua travolgente umanità con un omaggio a Molière “Il signor di Pourceaugnac". Il gruppo di attori, affiatati e in sintonia, costruiscono un racconto fatto di equivoci dove la farsa ride di se stessa e ogni personaggio insegue qualcuno che ha perso qualcun'altro che ritrova un altro sé; insomma nessuno è come sembra ma tutti, o quasi tutti, riusciranno ad ottenere quel che desiderano, in un modo o nell'altro. Il signor di Pourceaugnac, principe di Slovacchia, arriva a Napoli…
Abbiati-Capuano non placano la “Fame” teatrale
Potremmo prendere la mia vecchia recensione su “Pasticceri”, storico cult da centinaia di repliche del duo Leonardo Capuano – Roberto Abbiati, e fare qui copia e incolla. Ma non sono il tipo da facili giochi di prestigio né da alchimie spicciole, né da semplici giri di parole. Farò come il Bartleby di Melville: ecco “preferirei di no”. Avrei preferito di no, diciamo. Preferisco l'Abbiati occhi sgranati da cameo cinematografico stralunato o l'artista artigiano tra legno e oggetti dipinti o ancora quello trasognante e infantile (attenzione: è un complimento!) del delicatissimo “Una tazza di mare in tempesta”. E preferisco il Capuano tragico…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM