Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

Lillo e Greg, sbandate “Marchette in trincea”
Un Teatro Brancaccio stracolmo accoglie l’ultima fatica del duo comico Lillo e Greg, “Marchette in trincea”. Lo spettacolo, in scena fino al 1 aprile, racconta la storia di una scapestrata compagnia teatrale costretta a recitare una orribile tragedia sull’invasione tedesca del 1943. Per riuscire a mantenere i costi e a sfamarsi, i teatranti nel corso di ogni replica sono costretti a scendere a compromessi sempre maggiori con esattori e investitori, fino ad arrivare a una snaturalizzazione totale del dramma originale, diventato ormai una pubblicità di una catena di supermercati tedesca con protagonista una sexy sciacquetta e volto al solo scopo…
“Aspettando Godot”: l’attualità del capolavoro di Beckett rivive attraverso la regia di Alessandro Averone
Nell’atmosfera evanescente di un luogo indefinito e di un tempo indeterminato, si assiste alla tragicommedia dell’attesa per eccellenza, il capolavoro di Beckett ”Aspettando Godot”, con la regia di Alessandro Averone, il quale lo riveste di una delicata e sottile sensibilità poetica.Ai piedi di un albero, un salice piangente, in una deserta campagna, i due protagonisti, Estragone e Vladimiro, inseparabili, aspettano Godot. Neanche loro sanno precisamente chi sia, ma, immobili, lo attendono, e cullati dalla speranza di questo arrivo, si sforzano di trovare un senso al loro esistere, al loro vivere e al loro vagare su questa terra. Si scambiano battute…
La saggezza della giocoleria raccontata dall’esperienza di Anthony Trahair in “What goes up must come down”
Il 15 aprile 1984 il comico britannico Tommy Cooper crolla sul palcoscenico del Her Majesty’s Theatre di fronte a milioni di telespettatori, colpito in diretta tv da un infarto miocardico durante la sua performance in occasione dello show di varietà “Live from Her Majesty’s”. I produttori non capivano se l’anziano prestigiatore stesse scherzando o se fosse svenuto sul serio perché il suo numero di magia prevedeva anche delle improvvisazioni. Morire facendo il lavoro che si ama da una vita è anche il desiderio nascosto di Anthony Trahair, un giocoliere e comiclown inglese, autore di “What goes up must come down”,…
L’intramontabilità dei classici: il Decameron e la sua rivisitazione novecentesca
È sempre difficile confrontarsi con un classico. C’è bisogno del giusto rispetto, eppur è necessario non cadere nella pedissequa emulazione di ciò che è già stato.Al teatro Belli di Roma è in scena, fino a domenica 28 febbraio, lo spettacolo “Decameron Suite”, l’adattamento delle novelle del Boccaccio a opera di Fernando Pannullo e Giulio Pizzarini, che ne cura anche la regia.Non facile sarà stato il processo di selezione operato sulla vasta quantità del materiale novellistico che il Decameron mette a disposizione del lettore, ma lo spettacolo riesce a trovare un suo filo conduttore ben delineato: le avventure amorose del gentil…
Noi, spettatori-fantasma di un teatro moribondo ne “I giganti della montagna” di Roberto Latini
“Il teatro è immaginazione”. Senza giri di parole, con una didascalia che campeggia su un telo in PVC, Roberto Latini invita lo spettatore a compiere uno sforzo di adesione alla sua poetica: il teatro è immaginazione.Chi ha visto l’”Ubu Roi” di Alfred Jarry recentemente andato in scena al Teatro Vascello, di certo si sentirà mosso a leggere i “I giganti della montagna”, ispirato all’opera incompiuta di Luigi Pirandello, come una sua naturale evoluzione: in entrambi i casi pare infatti di trovarsi di fronte a spettacoli che denunciano, con un linguaggio delicatissimo, la crisi attraversata dal mondo teatrale in questo preciso…
Al Festival Internazionale di Commedia dell’Arte, tanta bellezza con tanta leggerezza
La rivoluzione del teatro dell’arte si può ritenere finita con la sua invenzione?Cosa c’è di affascinante nel trasporre la commedia dell’arte e le sue maschere nella realtà odierna?Perché organizzare un festival di commedia dell’arte per la prima volta a Roma?Il Festival Internazionale di Commedia dell’Arte “Come d’arte”, che durerà fino al 28 febbraio al Teatro Abarico di San Lorenzo, quest’anno nella sua terza edizione offre l’occasione di rispondere in maniera pratica a queste domande rivivendo il “teatro delle origini” che fin dal Medioevo appartiene alla nostra tradizione.Per Recensito siamo andati martedì 23 febbraio, scoprendo un’ampia rassegna di spettacoli, laboratori, mostre…
Chiudi la porta e onora tuo padre: “Una famiglia…quasi perfetta!” di Carlo Buccirosso
“L’uomo non è cattivo, ha solo paura di essere buono” (Eduardo De Filippo) La commedia di Carlo Buccirosso “Una famiglia...quasi perfetta!” ha il sapore amaro delle opere di Eduardo De Filippo. Ritmicamente concitata e costruita con tempi scenici ben calibrati consegna al pubblico una semplice comicità e un inaspettato senso di malinconica verità. La Napoli che racconta Buccirosso è il luogo della spettacolarizzazione partecipata del dolore, il paese dell’attesa spensierata, dell’afflizione e della speranza. Ma anche delle tragedie quasi sfiorate. I fatti e i misfatti vengono raccontati da una voce che insegue i napoletani da generazioni e recita così: “Ha…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM