Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

La realtà è un salto nel buio da catalogare
FIRENZE – E' il primo esperimento della loro trilogia teatrale. Il più datato, anche se parliamo di soli quattro anni fa. Da questo “Reality”, al netto di premi Ubu, sono arrivati poi “Rewind” e “Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni”. Con queste tre onde il duo Deflorian – Tagliarini ha sconnesso, sparigliato, smosso le acque ferme della stagnante situazione teatrale italica. C'è un gusto francese con bagliori berlinesi. Danzatori che non danzano, attori che imprimono al testo la loro non-recitazione come modo non solo di interpretare o di stare sul palco ma di affrontare l'argomento, la tesi, l'ipotesi,…
“Dyonisus ex Ledger/Joker” ovvero “Le baccanti” secondo Daniele Salvo
Qualche tempo fa riflettevo su come dal Novecento in poi il rapporto tra gli attori, i registi e i grandi classici abbia preso sempre di più la forma di una guerra aperta, e che ancora oggi, fatte poche eccezioni, non trova pace.Sembra che l’antico e il classico siano qualcosa di tremendamente infetto e da debellare, e il piccolo grande Artaud, ahimè, c’entra solo in parte con questa lotta dal sapore futurista.Il nostro tempo, proprio come nella mitologia greca antica, risente in maniera sofferta dell’esistenza di un passato mitico e insuperabile, come una sindrome tra diversamente potenti, una partita che si…
Pensavo fosse amore, invece era una guerra: all’Elettra, “Femminarium” di Andrea Monti, moderno bestiario della razza femminile
Guardando “Femminarium”, spettacolo scritto e diretto da Andrea Monti (un uomo, attenzione), ciò che viene alla mente è un’altra opera, anch’essa scritta da un uomo, nel 406 a.C. circa, ossia “Le Baccanti”, ultima tragedia di Euripide, che ripassiamo rapidamente: Dioniso, per punire il gerarca di Tebe Penteo che rifiuta di riconoscere la sua natura divina, getta un incantesimo sulle donne della città, tramutandole in Baccanti, invasate adoratrici del dio che alternano momenti di estasi dei sensi a vere e proprie orge di sangue, durante le quali squartano uomini e animali con le loro nude mani. Penteo, convinto da Dioniso a…
“Sacrificio del fieno”: lo spettacolo della Fenice dei Rifiti è il debutto del DOIT festival al teatro Planet
La seconda edizione del DOIT festival ha aperto il sipario, l’8 marzo scorso, con lo spettacolo “Sacrificio del fieno”. La compagnia “Fenice dei Rifiuti” approda al Teatro Planet per due serate che potremmo definire consacrate alla donna e alla storia.La storia di una giovane donna, infatti, si intreccia qui con la Grande Storia. Elena, dopo l’incontro col partigiano Airone (Cesare) costretto a fuggire per l’avanzata dei nazisti, pur di non tradire il suo amore è costretta a concedersi, nelle notti silenziose, alle truppe naziste e al capitano Lothar Vogel. “Sacrificio del fieno” condanna questo inconfessabile segreto narrato nell’intreccio di continue…
“L’Asino Albino”, la macchia animale di Cosentino. Al Teatro Atlante di Palermo e in replica eccezionale nel carcere dell’Ucciardone
L’Asino Albino è uno spettacolo scritto e interpretato da Andrea Cosentino nel 2004, fortemente voluto nel proprio cartellone in occasione della rassegna “Oltre le sbarre”, dal Teatro Atlante, una piccola realtà culturale nel cuore della Kalsa, la zona più creativa e vivace di Palermo che gli arabi amavano definire l’eletta.Ed è proprio così che ci si sente quando si ha la possibilità di assistere a spettacoli del genere: ammantati di fortuna, un po’ eletti, speciali. Perché Andrea Cosentino è uno spiritello dotato di grandi occhi, voce insinuante e spirito d’osservazione acuto, che penetra e scalda con ritmo ad ogni gesto…
Milano: Al Teatro Elfo Puccini la brillante commedia “Il bugiardo” del Maestro Carlo Goldoni
Chi è abituato a raccontare bugie, lo fa con molta naturalezza e spontaneità, col risultato di crederci per davvero, tante le invenzioni costruite secondo un meccanismo ad orologeria. E’ pur vero comunque che i fabbricatori di menzogne, talvolta, presi dalla smania delle loro trame visionarie, fanno dei passi falsi, facendo trapelare la verità. Una commedia celeberrima, “Il Bugiardo”, in scena in questi giorni al Teatro Elfo Puccini di Milano con un divertente e solare Maurizio Lastrico. Un testo ricco di gag esilaranti, con arguzia rispolverato e rinnovato da Valerio Binasco che ne cura la regia. Strampalate, originali e immediate le…
“Je suis Giusepp”, noi spettatori partecipanti
Quando Lee Strasberg credette di dover svelare per primo ai manuali che ogni commediante, intenzionato alla fedeltà verso il personaggio, dovesse essere ricondotto alla memoria delle proprie emozioni trascorse, descriveva con la carne e con il sangue l'arte della sua professione.Una delle sale del Teatro Tordinona a Roma porta il suo nome. Al suo interno, ci sta una figurina madida di sudore che veste un paio di pantaloni fuori di misura, due scarpe abborracciate e l'ultima giacca rimastagli. È il santo Giuseppe, oppure un attore, un uomo tra il pubblico, o chi sta leggendo: Valerio Napoli ha scritto e incarnato…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM