Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

Al Piccolo Teatro Studio Melato in scena Virgilio ritratto in un quadro insolito nell’originale “Virgilio Brucia” di Simone Derai
Al Piccolo Teatro Studio Melato è in scena uno spettacolo originale che racconta il poeta Virgilio svelandolo al pubblico come un’anima divisa in due: da una parte la tensione di un Virgilio introspettivo con i suoi versi intrisi di malinconia, dall’altro un Virgilio propagandista ufficiale che proclama il trionfo delle armi romane e la storia di una dinastia al potere. Lo spettatore, si trova così di fronte ad un testo dal progressivo disvelamento dove poesia e potere, bellezza e violenza, memoria e consenso s’intrecciano su uno sfondo spiazzante. Il cantore della Roma imperiale e di Ottaviano Augusto incapace di ristabilire…
“Peccato fosse puttana”: gli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica al debutto con un testo di John Ford
Lunedi 8 febbraio, alle ore 20, al Teatro Studio "Eleonora Duse" di Via Vittoria, debutta “Peccato fosse puttana”, saggio del III anno del Corso di Recitazione, regia di Valentino Villa.  Lo spettacolo sarà replicato fino al 13 febbraio con due distribuzioni che si alternano, l’8 ed il 9 febbraio alle ore 20:00 e dal 10 al 13 febbraio alle ore 17:30 e alle ore 20:00.Il progetto è uno studio sul testo elisabettiano “Peccato fosse puttana” di John Ford, nella traduzione di Nadia Fusini, condotto da Valentino Villa con gli allievi del III anno.“Per Artaud è la tragedia di chi cerca la libertà…
Con i consigli di Beppe Severgnini “La vita è un viaggio”
Un volo sul filo delle parole, fatto su ali di carta di libro: con queste parole si potrebbe sintetizzare l’operazione messa in campo da Beppe Severgnini con “La vita è un viaggio”, il lavoro teatrale che lo scrittore e giornalista ha ricavato dal suo libro omonimo e dal precedente “Italiani di domani”, entrambi editi da Rizzoli. Lo spettacolo, andato in scena dal 29 al 31 gennaio al Teatro Vittoria di Roma, con la regia di Francesco Brandi, si presentava come un’operazione rischiosa, visto che si trattava di adattare non due romanzi ma due libri di ricordi, citazioni e soprattutto consigli…
“Non ti fissare. Tu chiamale se vuoi ossessioni”: una divertente commedia per sorridere delle nostre ansie e paranoie
Le paure, le ansie, le paranoie, le manie, le inutili e talvolta ridicole fissazioni che animano la nostra mente e la nostra vita, prendono corpo sulla scena, divenendo le vere protagoniste del brioso spettacolo “Non ti fissare. Tu chiamale se vuoi ossessioni”. Il celebre verso della canzone “Emozioni” di Battisti presta il titolo alla pièce, però in questo caso le emozioni vengono sostituite con le ossessioni, che sempre emozioni sono, e come tali portano a ridere, a piangere, a stare bene, a stare male. Un imprevisto improvviso, un autobus che si ferma nel bel mezzo di una sperduta campagna, fa…
Ridere della malattia per vincerla: "Il ritratto della salute" con Chiara Stoppa
“Guarisci quando cominci a ridere della tua malattia”: è con queste parole, dette nella conversazione con gli spettatori che ha seguito la fine dello spettacolo, che Chiara Stoppa saluta il suo pubblico; un pubblico che ha conquistato, tenuto in sospeso, fatto ridere e piangere, nella tesissima ora e mezza del suo “Il ritratto della salute”, scritto in coppia con Mattia Fabris, regista dello spettacolo in scena al Teatro Argot Studio di Roma fino 31 gennaio.Sono parole che sintetizzano bene lo spirito di questo lavoro, che mette lo spettatore davanti alla vita che si trasforma in teatro, al ricordo che si…
“Il capo dei miei sogni”: la commedia che non ti aspetti
Per il terzo anno consecutivo il centro di produzione teatrale La Bilancia, gestore del Teatro De’ Servi di Roma e del Teatro Martinitt di Milano, ha indetto il concorso “Una commedia in cerca d’autori” dedicato ai giovani talenti della scrittura. L’obiettivo è quello di far rifiorire la commedia italiana, carente ormai da tempo nei nostri teatri a causa delle grandi difficoltà di produzione e distribuzione; il Teatro de’ Servi ha voluto con il concorso lanciare una sfida e tentare di rivalutare questo genere che affonda le sue radici nella più tipica tradizione del teatro italiano. Un’importante segno di fiducia è…
Il Ballo degli specchi: al Vascello i riflessi molteplici di Sonia Bergamasco
Una scenografia scarna, affollata soltanto da specchi di ogni forma e dimensione coperti da veli di cellophane. Una dormeuse, luci soffuse. È la “stanza dei fantasmi” in cui si consuma un conflitto familiare dalle tinte cupe. La storia è la stessa de “Il ballo”, romanzo breve che Irene Némirovsky scrisse nel 1928, riversandovi i traumi di un'adolescenza difficile: il rapporto conflittuale con la madre, i sogni appassionati di gioventù, l'attrazione verso la mondanità sfavillante della capitale francese, in netto contrasto col grigiore di Kiev, città dov'era nata e da cui era fuggita. Elementi che tornano nell'adattamento teatrale di Sonia Bergamasco,…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM